Prodotti finiti o materiali da finire…

Prodotti finiti. Quante volte su youtube o sui blog ho letto questa piccola frase generalmente riferita a chi compra prodotti di bellezza o make up.

prodottiHo sempre pensato: ma tu guarda che folli! Spendere cosi tanti soldi per poi avere cassetti e antine piene di cose che neanche Sephora e’ cosi organizzato come magazzino.

Sorrido (anzi no me la rido proprio) perche’ io ho lo stesso problema. Non con creme e cremine. Il problema ce l’ho con I bottoni, le perline, le stoffe… non parliamo dei gomitoli.

Ve lo ricordate Fantozzi quando torna a casa dalla moglie e apre ogni anta o cassetto trovandoci pane?

Ecco.

Questa sono io con I gomitoli. Ogni cassetto, cesto, ripiano e’ stato da me colonizzato. Con il risultato che o esco io di casa o finisco come I sepolti vivi.

E’ piu’ forte di me. Quando vedo un gomitolo o una stoffa proprio non resisto. E la mia povera meta’ borbotta che spendo e spendo e sono sempre allo stesso punto.

Non ha tutti I torti.

Ieri sera a casa guardavo sconsolata la mia craft room.

Che poi… si fa presto a chiamarla craft room… e’ un buco grande quanto la fungo casa del Grande Puffo con zero spazio per le cose.

Infatti tutti I prodotti, stoffe, attrezzi hanno fatto la diaspora per la mia taverna. Il fondo l’ho toccato quando ieri sera guardavo Tessuti.com pensando che proprio quella stoffa li mi servirebbe.

Fabry guardingo mi ha detto tra I denti: non ti azzardare…

E in effetti dove la metterei questo splendore di stoffa?

Ho pensato dunque che anche io potrei fare I prodotti finiti. Che poi I miei non sono prodotti… ma questo l’ho gia’ detto 56 volte 😀

Ho tanti progetti su cui lavorare e mi porta a prendere appunti compulsivamente salvo poi dimenticarmene appena aver ricevuto la stoffa o la lana in questione. prodotti

Ed ecco allora che mi sono posta un freno. Da qui al nuovo anno non compero piu’ nulla. Devo esaurire stoffe che ho li a fare polvere dalla prima Guerra punica.

E I gomitoli che ho comprato dal lanaio di Tut ank hamon.

Inutile continuare a comprare senza un senso.

Quindi da questo momento chiudo ufficialmente  il televoto! Ah,  no no io chiudo il portamonete 😛

Ho intenzione di fare una to do list come si deve in quanto ho il caos creativo. Ordinando tutti I progetti che da qui a Natale voglio fare e finire.

E utilizzero’ tutti I materiali che negli anni ho accumulato. E quando finalmente avro’ fatto spazio e ordine… allora e solo allora potro’ decidermi a comperare cose nuove!

Direte voi: facile, e’ sensato… e’ elementare…

prodottiNo non lo e’ quando sei proprio appassionata. Puo’ non venire cosi automatico.

Questa sara’ la mia sfida piu’ grande. Speriamo di riuscirci J e magari ogni tanto vi faccio un update di come procede il mio sfoltimento .

A presto,

Ale

Clervaux: un piccolo villaggio da sogno.

Clervaux e’ una caramella da scartare e gustarsi con calma.

Clervaux
Foto presa dal web

E’ un piccolo villaggio situato a nord del Lussemburgo a confine con il Belgio.

Ci sono stata un paio di volte (l’ultima lo scorso week end) e pur essendo piccolo quanto casa mia lo adoro.

Non c’e’ moltissimo da visitare. In realta’ a parte il piccolo castello non offre tanto altro. Ma e’ davvero una  bomboniera.

E’ famosa perche’ e’ stata protagonista attviva della seconda Guerra mondiale. E in effetti il piccolo castello mostra con orgoglio un museo con reperti militari risalenti a questa epoca.

Il castello mi fa sognare: cosi piccolo, tutto bianco… ha piu’ l’idea di una enorme casa di campagna. Forse, come spesso se ne trovano qui in Italia, era una residenza estiva poco usata.

Sara’ che ci vado spesso, sara’ che e’ verde ma a me il Lussemburgo piace tantissimo nonostante un tenore di vita piuttosto caro.

Clervaux
Foto presa dal web

Se siete in Lussemburgo e avete tempo fatevi una gita breve. Un paio d’ore sono sufficienti per visitare il castello e il museo (e in pratica avete visto tutto).

Se volete farvi una passeggiata nella quiete tra filari di alberi potete raggiungere a piedi il monastero che potete scorgere poco sopra il paese. E’ piccolo e raccolto e concilia la meditazione e la preghiera.

In centro potete prendervi un caffe’ da Au Chocolat, il bar pasticceria del paese e assaggiare uno dei loro fantastici dolcetti.

Di tipico potete assaggiare I waffeln o i Gromperen che sono delle grandi palle di cioccolato con all’interno morbido marshmellow (insomma una botta de vita). clervaux

Se invece vi fermate a mangiare vi do due opzioni. Se siete patritottici potete pranzare da Lonati ma fatevi sentire che siete italiani. Quando ci sono stata io il cuoco se la cantava a squarciagola convinto che nessuno lo capisse  e il cameriere (che poi ho scoperto essere di Cinisello Balsamo :D) ha cambiato completamente attegiamento.

Non che non siano professionali anzi…. Ma ovviamente a un italiano non possono rifilare cose lussemburghizzate…. Avete quindi la certezza di mangiare esattamente come a casa vostra (hanno anche il vitello tonnato 😀 😀 lo avete mai visto in un menu’??)

Se invece volete provare qualcosa di tipico c’e’ un ristorante ottimo che cucina carne e pesce appena fuori Clervaux: a Lentzweiler.

Si chiama Kentuchy e ne vale la pena. Qui oltre alla  cotoletta o Cordonbleu (che e’ uno dei piatti tradizionali di LUX) potete assaggiare le cozze (che sono in realta’ piu’ tradizione del Belgio ma il confine e’ talmente vicino che anche la cucina locale ne subisce l’influenza) e una magnifica Entrecote. Non mi ricordo se fanno anche la Bouche de La Reine che e’ un’altra specialita’  lussemburghese.

 

Se capitate di pomeriggio a Clervaux e trovate aperto c’e’ un’enoteca vicino all’Hotel International con una selezione di vini locali e esteri ottima!

Per dormire io posso solo parlarvi dell’hotel La Clervaux che e’ meraviglioso (5 stelle) ma non proprio economico. E’ un boutique hotel e ha un ottimo servizio. Ma sono certa che anche nei dintorni potete trovare un buon compromesso tra qualita’ e prezzo.

Questo week end ho fatto una passeggiatina per il centro minuscolo e ne ho approfittato per fare una marea di foto ai miei ultimi coniglietti. Sono moglie e marito che presto andranno ad Hong Kong e spero piaceranno tanto ai destinatari.

Non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di questa location super bella!!! E quindi li ho fotografati un po’ in tutte le salse 😛

Raramente mi capita di avere una suite in un hotel a 5 stelle!! Avevo anche il camino! Si puo’ essere piu’ fortunate?

Sono davvero grata di aver potuto immergermi nella quiete di questo posto e di aver potuto godere di tanti comfort.

Idee e progetti per un’estate ricca ricca.

Idee e progetti che fermentano nella mia piccola testa in questo periodo.

Idee e progetti Innanzitutto scusatemi. Ho saltato la rubrica del lunedi ma causa forza maggiore. Sono stata in Lussemburgo lo scorso week end e lo sciopero in Italia e in Francia non mi hanno aiutata molto viste le 10 ore di attesa 😛

Ma recupero lunedi prossimo non temete.

Intanto domani ci sara’ un nuovo video tutorial: maglia, cucito o diy? Chi lo sa, sorpresa!

Iscrivetevi al canale  ( QUI il link) se non volete perdervi i video che metto. Che non sono un gran che ma magari potete trarre spunto per i vostri lavori.

Che cosa combino nel mentre?

Idee e progetti  Ho tantissime idee e progetti che vorrei portare avanti.

Tanti tutorial da girare per voi e poi vorrei fare un corso serio di maglia. Ho visto che tante sono interessate ai ferri circolari.

E poi.. ho incominciato un progetto piu’ grande di me 😀

Sto tagliando per ora tanti tanti quadrati. Qualcuno su Facebook ha gia visto una preview.

Idee e progetti  Intanto sto tagliando le stoffe a pois e poi procedo con le stoffe che ho preso sul web che sono a righine e a fiori.

Avete gia’ capito di che progetto si tratta vero? ho pensato di realizzare una coperta patchwork.

Non ne ho mai fatta una ma mi piacciono tantissimo.

L’unica cosa che mi fa paura e’ la quiltatura finale.

No beh anche il mettere insieme i quadrotti… vabeh intanto cominciamo poi si vedra’.

Idee e progetti  Speriamo che venga bella!

Prima pero’ devo finire il progetto che mi ha affidato Simone che, causa viaggi dell’ultimo periodo, ho dovuto accantonare un po’ di volte. Ma ce la faro’!

E’ un progetto bellissimo che mi sta appassinando anche se per me impegnativo. Non che sia difficile ma richiede un po’ di concentrazione per chi, come me e’ abituata a lavorare su cose piccole.

E poi devo riprendere le decorazioni di Natale per il SAL che stavo facendo e che ho abbandonato. Sono indietrissimo :/ ma viaggiando parecchio e lavorando ho avuto un periodo stra pieno!

Anche i miei Ocki ho abbandonato… devo riprendere assolutamente a uncinettare. Anzi mettero’ a vs disposizione (per chi e’ iscritto le istruzioni).

E per il resto ho davvero il calderone pieno di idee e progetti.
Talmente pieno che ho finito il mio quadernino!!!

E allora ho pensato di fermarmi.

Ho fatto due liste mentre ero in aereo (la foto all’inizio del post). In una ho messo i miei MF (ve li ricordate? Post qui) che ancora devo cominciare a finire 😀

idee e progettiNell’altra lista i progetti che vorrei realizzare e i tutorial che vorrei fare.

E da ora si lavora su quelli. In questo modo posso spuntare pian piano le liste, sgomberare la testa e pensare alle idee future.

Un abbraccione,

 

Ale

 

Campanella Country per il buon uomore.

Campanella country dai toni rustici e grezzi per portare una ventata di buon umore. Perche’ e’ questo che fa il port bonheur.

 Questo video e’ stato molto complicato da girare. MI e’ successo di tutto e quando finalmente ieri sera ho visto la luce… mi sono resa conto che la parte finale, quella dell’assemblaggio non c’era.

Ho tentato di spiegarlo a voce e spero di esser stata chiara…

 La parte piu’ complicata di questa campanella country e’ la base.

Ovvero la campana.

In realta’ non e’ difficile ma richiede un minimo di attenzione nell’assemblare e cucire insieme la parte esterna e quella interna.

La parte decorativa della campanella country e’ a discrezione vostra.

Se le roselline non siete capaci di realizzarle a mano potete usare il Rose Flower Maker di Clover Italia.

Il risultato e’ pressoche’ identico e da grandi soddisfazioni!

http://delvecchiagroup.it/settore-domestico/clover/ Questi Yo Yo sono davvero carini 🙂

Sono diversi e permettono di realizzare tante cose. Io ho usato quello a farfalla per la mia ghirlanda —> QUI trovi l’articolo che avevo scritto 🙂

Per questa campanella country vi consiglio un tessuto sostenuto come il lino.

Cui dovrete aggiungere l’imbottitura piatta per avere maggiore sostegno e ottenere la svasatura.

L’impuntura finale dara’ un piccolo tocco di stile 🙂

 campanella country Se volete provare a realizzarla trovate il video sul mio canale Youtube nella sezione Tutorial cucito.

Vi lascio il link QUI

Per la parte finale dovrete solo agganciare i cuori al nodo interno di pizzo e il gioco e’ fatto.

Sembra complicata da realizzare ma serve solo un pochino di dimistichezza con la macchina da cucire.

Piccolo consiglio: se avete paura che la stoffa si sposti e pensate di non gestire il “sandwich” provate a imbastire oppure utilizzate le spille ricurve per il patchwork 🙂

Spero che questo progettino floreale vi sia piaciuto come ha divertito me realizzarlo.

Vi mando un abbraccio gigante,

Ale

 

 

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili.

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili a rallegrare la craft room!

conigli a maglia In questo periodo sono un po’ lenta lo ammetto. Ci ho messo un mese a creare queste due conigliette e ho avuto un sacco di cose cui pensare.

Innanzitutto i miei suoceri che si trovano a dover gestire cicli di chemio terapie rendendosi conto che non e’ piu’ il momento di trascurarsi.

Poi la mia fatina Elettra e’ diventata donna e io ancora questa cosa non l’ho metabolizzata. Mi sembra ieri averla portata a casa con la sua testona a ciondoloni e ora e’ una giovane donna in piena crescita.

Di colpo mi sento vecchia.

Rimugina qui e rimugina li e’ successo che sono rimasta indietro con le mie cose.

Intanto ho ancora dei conigli a maglia e di tessuto da realizzare.

conigli a maglia Stavolta li realizzo in cotone usando un filato della Drops (Safran). E’ meno elastico rispetto alla lana che ho usato qui ma mi incuriosisce vedere l’effetto.

Poi con i tessuti di Cindy Cottage ho il coniglio di Daniela da far nascere.  Tutto verde e country.

Infine devo assolutamente darmi una mossa con la borsa miciosa di Simone. Mi ha chiesto una mano e io mi sono persa via nei meandri delle idee.

Vi capita mai di non sentirvi all’altezza delle cose? Di pensare di avere tempo e invece siete in ritardo?

Oramai mi identifico con il Bianconiglio di Alice!!!

A proposito! Con Simona sul nostro gruppo (Il salotto delle stelle) abbiamo organizzato un evento davvero carino e fiabesco.

Si tratta di rappresentare la propria favola attraverso una nostra creazione, passione.

Tempo un mese per poter proporre la nostra idea. Se vi piace vi lascio il link dell’evento —-> ONCE UPON A TIME.

In questo periodo sono un po’ combattuta perche’ vedo che faccio davvero fatica a stare al passo. finiro’ sicuramente le cose pending e poi mi dedichero’ un po’ ai progetti che da tempo ho chiuso nel cassetto.

Di questo sito ancora non so che faro’. Dopo tante prove e tanto scrivere… Se da un lato mi sprono a scrivere dall’altro mi sento come bloccata. E questo putroppo si ripercuote anche sui vari social. conigli a maglia

Uno dovrebbe avere una giornata per stare dietro solo a quelli. Ma come fanno quelli che hanno mila e mila follower a essere interessanti tutti i giorni?

In questo week end mi sono disconnessa. Ho guardato pochissimo il cellulare, non ho fatto video, non ho scritto. Ieri poi sono stata in silenzio tutta la giornata.

Ricordiamoci che oltre a facebook, Instagram o youtube abbiamo una vita reale, una famiglia, delle passioni da mandare avanti.

Un abbraccio,

ALe

 

Nuovi progetti e finalmente un po’ di tranquillità.

Nuovi progetti e tante idee per la testa che finalmente può dedicarsi a lavorare un po’ seriamente su questo sitarello.

nuovi progetti In effetti non è solo il sito che in questo ultimo periodo ho trascurato… anche la pagina Facebook di La boite des ètoiles.

Anche il piccolo gruppo che con Simo gestisco ha bisogno di un’impronta ma gli eventi delle ultime settimane hanno assorbito tutta la mia attenzione.

Visita il gruppo: Il salotto delle stelle.

In realtà esco da un periodo prove varie e mi rendo conto che gestire un sito e i social non è poi così semplice se passi le giornate fuori casa tra lavoro e ping pong.

In più aggiungici qualche problemino familiare tutti i miei piani e i miei progetti sono sfumati.

Ora che il periodo dell’ansia è passato mentre sferruzzavo ieri sera il poncho di Genny mi sono ritrovata a chiedermi che cosa voglio davvero fare.

Ho tanti nuovi progetti per la testa.

Tante idee, cose da realizzare, video tutorial da creare (l’ultimo lo trovi QUI), tanti cartamodelli da mettere on line e tantissimi progetti.

E mi rendo conto che devo dare un’impronta a ciò che sto facendo. Così questa mattina ho iniziato a buttare giù una to do list sulle cose da fare.

nuovi progetti E quindi ho l’idea di riprendere in mano questo mio piccolo spazio e rielaborarlo.

Ho deciso di chiudere Etsy che tanto non mi serve a nulla. Non fa per me. Ma su questo scriverò un post.

Vorrei dedicare più spazio alle creative che meritano attraverso le interviste e  chi vuole può contattarmi.

E l’ultima novità è che siccome mi sono stufata di vedermi fregare i file dei cartamodelli ora per alcuni tutorial dovete essere iscritti (gratuitamente) al sito.

Spero di riuscire a gestire il tutto e se il 2017 è stato dedicato a testare social, etsy e sito il 2018 vorrei dare la mia impronta personale tentando di divertirmi.

Perché la creatività è questo: sapersi divertire con quello che si ha 🙂 e anche se 3 anime leggono i miei deliri sono onoratissima 🙂

In fondo lo scopo per cui ho iniziato a creare e ho aperto questo spazio di idee è questo: fare ciò che mi piace divertendomi e dando un senso alla mia giornata.

E voi che mi seguite sempre e mi leggete ne siete parte. 🙂

Un bacione!

Ale

E’ nata Nives la coniglietta shabby.

Coniglietta realizzata a mano, un piccolo amigurumi che racchiude il mio affetto per una nuova amicizia.

coniglietta E’ un po’ che nonposto qualcosa. E’ come se nella mia testa si fosse creato il vuoto. Sono attiva su Facebook e sui social come Twitter, Instagram e Youtube ma mi rendo conto che trascuro questo piccolo sito. Eppure sono partita con questo spazio.

Il fatto e’ che presa dall’entusiasmo posto sempre prima su Instagram e facebook e mi ritrovo con il sacco vuoto tra le mani in quanto la sorpresal’ho gia’ svelata.

Forse il blog andava bene una volta… non so… lo vedo un po’ superato. Ma rimane sempre bello prendere 5 minuti di tempo per raccontare le ultime novita’ o i quattro pensieri che mi girano in testa.

coniglietta La settimana scorsa ho postato una foto di Stella sul gruppo Vita Country&Chic per augurare buongiorno.

Della coniglietta Stella ve ne parlai QUi. 

Poi parlando con SHabby, una delle amministratrici del gruppo mi torna la voglia di realizzarne un’altra e cosi prima ancora che lei mi chiedesse di farla avevo cominciato a pensarci.

Amante dello stile Shabby Marilena mi ha chiesto di realizarla nei colori del tortora.

coniglietta Ed ecco che pian piano e’ arrivata Nives.

Rispetto alla prima coniglietta Nives e’ piu’ dolce e meno spigolosa.

Il musino si e’ arrotondato e le orecchiette mi sono venute della forma giusta.

coniglietta Non sembra ma realizzarla nelle giuste proporzioni e dare forma ad una testa di maglia e’ meno semplice di quel che si pensa.

Sono impazzita nel farle il vestitino ma mi ha dato cosi tanta soddisfazione…. che neanche immaginate.

Sto gia’ mettendo i punti per realizzarne un’altra. Questa volta nei toni del rosa che, pur non essendo un colore che amo, vedo perfetta in camera di Elettra. Giusto per spezzare tutto quel verde e dare un tocco di femminilita’ che manca.

Gia’ mi vedo la coniglietta nella mia testa… con una grande borsa contente a sua volta una miniconiglietta….

E” un periodo un po’ cosi fatto di mille pensieri: la scuola di Ele, i tornei, mio suocero in ospedale e alcune cose che non riesco a finire.

E piu’ vado avanti piu’ mi rendo conto che creare per me non e’ la necessita’ di vendere ma un vero piacere. Un passatempo rilassante che mi permette di meravigliarmi delle mie stesse capacita’.

Perche’ mai avrei pensato di poter creare bambole e conigli.

E ogni volta non posso fare a meno di chiedermi: ma perche’ le nostre mani non le usiamo per creare, per portare armonia, per portare amore?

Ed ecco che qui mi torna in mente la funzione di questo blog: la mia valvola di sfogo, un contenitore di idee… un modo di raccontare le evoluzioni di una piccola scatola piena di stelle.

Baci, Ale

 

 

La banda Orsetti conquista il Natale!

La banda Orsetti ha davvero conquistato tutti quanti!

La banda  Quando ho realizzato il primo Orsetto sulla scia delle spille coniglietto mai mai mai avrei pensato che sarebbero stati un successo.

A esser sincera mi sono divertita molto e mi hanno portato fortuna. Con loro sono andata in fiera a Vicenza lo scorso ottobre e ho scoperto che tenere i workshop mi piace un sacco.

Non avrei mai immaginato che in un paio di mesi ne avrei realizzati quasi un centinaio formando la banda Orsetti!

La banda  Li ho realizzati semplici e personalizzati. Ora sto realizzando la versione Lurex ma e’ ancora presto per mostrarvela.

Che dire… sono fiera e orgogliosa che tante di voi abbiamo scelto La boite des etoiles per rappresentarvi sotto all’albero di Natale.

E’ per me un onore e spero tanto che chi lo ricevera’ ne sia felice e abbia la stessa fortuna che questi piccoli orsetti hanno portato a me.

La banda Intanto posso mostrarveli nel loro packaging! Io lo trovo semplice ed elegante e il Logo che Simona ha realizzato per me fa capolino come sempre sulle mie confezioni.

Con il tempo si migliora e si affina l’arte. Se mi volto indietro posso vedere il mio lungo lungo percorso.

Sono partita dall’uncinetto e dal punto croce fino ad arrivare ad oggi e mi sembra di avere camminato chissa’ quanto.

Grazie a voi anche e’ stato possibile realizzare questo sogno. Non i sarei mai buttata altrimenti.

Sono felice di aver trovato la mia strada e di farvi sorridere attraverso le mie creazioni.

La banda Orsetti dona felicita’ e fortuna a chi li riceve 🙂

La banda Ho imparato che creare e’ per me una passione talmente grande che e’ riduttivo per me fare i mercatini. Ogni animaletto o oggetto che creo e’ unico. Non ce ne saranno due diversi. Non li realizzo.

Ecco una delle motivazioni per cui il mio negozio Etsy chiudera’. Non fa per me.

Quindi voi che questo natale avete scelto di regalare una creazione di La boite des etoiles sappiate che in ogni pacchetto donerete un qualcosa di unico.

Essendo tutto completamente fatto a mano e senza fustelle non ci sono due orsetti uguali. La banda e’ unica anche se sono nati 100 orsetti.

Ecco perche’ sono orgogliosa e felice di sostenere l’handmade!

Non importa da chi comprate. O cosa comprate.

Se amate una persona e ci tenete a Natale regalate qualcosa di fatto a mano.

Un artigiano sara’ felice e orgoglioso di rappresentarvi sotto l’albero e chi ricevera’ il vostro regalo avra’ un tesoro: un dono pensato e creato apposta per lui.

Vi auguro un sereno martedi!

Ale

 

Una bella passeggiata in centro a Milano.

Una bella passeggiata in centro a Milano, come non ne facevo da tempo e’ stato il trend di questo week end un po’ speciale.

Capirai.. , direte voi. Una bella passeggiata in centro a Milano.

Eppure erano anni che non mi facevo un bel giretto per il centro. Fatale fu la consegna di una pochette nei toni Tiffany commisionatami da una ragazza che ho virtualmente conosciuto su un gruppo.

Il nostro incontro e’ stato davvero emozionante. Dopo tanto parlarsi attraverso commenti e foto ci siamo finalmente incontrate.

Barbara ha un modo di fare dolcissimo, gli occhi che brillano e un bel sorriso luminoso. Ci siamo concesse un bel caffe’ e ho fatto la mia consegna.

Speriamo che la destinataria ne sia contenta.

E poi abbiamo fatto una bella passeggiata in centro a Milano.

Sono stata da Canetta (negozio storico che i piu’ conosceranno come Mani di fata… si si la rivista) dove ho preso della lana color nocciola per realizzare una renna e uno sfumato con cui realizzer;o’ uno scialle.

Una bella passeggiata in centro a Milano. Nonostante l’apparenza meravigliosa a me questo filato non piace per niente!!!

La commessa non mi ha dato modo di vedere l’etichetta e la componente acrilica e sintetica presente e’ davvero forte. In piu’ lavorandola mi fa i pallini come i maglioni di bassa qualita’ quando li indossi due volte!

Una bella passeggiata in centro a Milano. Lo terro’ per le serate sul divano che passo a sferruzzare infiniti orsetti.

Ma tornando a noi.. mi sono goduta la mia Milano con la sua pioggerelina fine fine e quella perenne foschia che come un velo avvolge il Duomo.

Ci siamo  fermate in via Dante e ho detto a Barbara: “guarda quanto e’ bello il nostro Duomo”.

E cosi mi sono soffermata passo dopo passo a guardare la mia citta’. A godere delle sue stradine trafficate, io negozi illuminati…

Con l’eta’ la sto rivalutando.  La sto amando. La sto scoprendo.

Una bella passeggiata in centro a Milano fatta con calma, senza fretta, senza correre come fanno i turisti…

Milano e’ una citta’ frenetica, chi ci abita corre sempre. in auto o in tram o in bici non ci si ferma mai. Eppure ha tanto da offrire. Tanti angolini nascosti e inaspettati.

Milan l’e’ semper Milan, dicono.

Ed e’ vero 🙂

Questo week end ho riflettuto molto su cio’ che voglio fare mentre sferruzzavo.

Intato volevo segnalarvi che e’ nato il gruppetto di La boite des Etoiles

Trovate il link qui. 

E’ un gruppo chiuso con pochissime regole. E’ nato per caso e alla fine e’ un salottino dove scambiarsi idee e consigli.

E infine ho deciso di chiudere il mio negozio su Etsy.

Pensavo di farvi un articolo a parte riguardo questo social market che qui in Italia non funziona molto. Fidatevi chi dice di vendere tanto e’ perche’ ha amicizie che comprano li’.

IO ci ho provato. Anche a dirottare le persone che mi chiedevano sulla mia pagina Facebook dei miei lavori.

Ma sono quasi tutti restii e alla fine chi me lo fa fare di pagare la commissione quando pubblico un articolo e quando mi pagano?

Cucio e creo per pura passione. E sono contenta quando qualcuno mi chiede di realizzare un progetto. E ho deciso che se capita… capita anche senza Etsy!

Detto questo ragazze vi invito a fare  una bella passeggiata in centro a Milano e a scoprire la mia citta’!

Vi auguro un sereno pranzo e se ve lo siete perso  qui c’e’ il mio video sul kit embossing della Lidl!

A proposito…. sono in arrivo i video tutorial. Li sto girando. Avevo pensato di fare il calendario dell’avvento ma ci metto troppo tempo. Ma non temete ho dei progetti da condividere :*

Un bacio

Ale

 una bella passeggiata in centro a Milano  

 

 

Portamonete e borsa finalmente finiti!

Portamonete e borsa finalmente finiti!

portamonete Quando ho visto questo lino al negozio di stoffe non ho resistito. Avevo gia’ in mente cosa farci! peccato che ho preso solo la tonalita’ azzurra e non quella rosa.

Avevo gia’ in mente una borsa semplice e delicata che avesse  l’idea romantica e un po’ vissuta. Ve ne ho parlato qui, se ricordate.

Siccome mi sono avanzati dei pezzi ho pensato di ricavarne un portamonete che richiami e si abbini alla borsa. 

Realizzarlo e’ stato un vero incubo!portamonete

 

Un po’ e’ che sono imbranata io e non riesco mai a beccare la misura giusta dell’apertura per sistemare la chiusura.

Un po’ e’ anche il fatto che la chiusura del portamonete e’ antipatica da cucire e piazzare.

Ma il risultato mi piace molto ammetto.

La borsa l’ho portata con me a Vicenza ed e’ stata esposta ad Abilmente Vicenza.

Mi piacciono questi toni un po’ polverosi, che danno l’idea del vissuto. Un po’ shabby.

Per il resto ragazze latito un pochino e perdonatemi perche’ la mia peste undicenne e’ in piena crisi tra scuola, ping pong e vita quotidiana.

Lo so che e’ una cosa normale e che tutti ci passano. Probabilmente io alla sua eta’ ero uguale.

portamonete Passera’ 🙂

Intanto sono felice perche’ ho ricevuto qualche commissione e sto realizzando ancora tante pochette e mi preparo per il Natale. Ho realizzato dei nuovi addobbi che spero di mostrarvi presto.

Appena riesco ho un po’ di video da girarvi: i regali del mio compleanno, i promossi bocciati di ottobre, il tutorial del punta spilli.

Abbiate pazienza che questo week end mi metto sotto!

Intanto vi ricordo che su Facebook c’e’ un give away!!! Trovate il link qui.

Presto ne faro’ uno anche su yt!! Promesso!

Un bacione e buon giovedi fanciulle!!!

Ale

Ps: cosa ne pensate della nuova veste del mio sito? vi piace???