Fungo Shabby: finalmente il video tutorial.

Fungo Shabby: ce l’abbiamo fatta!!!!

fungo shabbyScusatemi se questo tutorial ha avuto degli intoppi ma tra il fatto che la mia fotocamera non ne voleva sapere, il fatto che non riuscivo ad inquadrare le mani, che non riuscivo a fare questo e quello… poi la fiera… bla bla bla…

Finalmente dopo un mese e rotti ci sono riuscita!

Ed ecco finalmente il fungo shabby tutorial!

Intanto vi lascio qui il link del cartamodello che, come potete vedere, e’ molto molto semplice.

Il cerchio potete farlo della grandezza che volete.

Attenzione: i funghettiu non stanno in piedi da soli: dovete incollarli su una base 🙂

Vi dico tutto nel video!!

Fatemi sapere se c’e’ qualche passaggio poco chiaro.

Alla fine trovate un sondaggio: ditemi se come prossimo tutorial volete vedere il Gufo cuscino o il punta spilli 🙂 per sapere di cosa parlo guardate il video 🙂

E se avete voglia iscrivetevi al canale :*

Vi mando un bacio,

Ale

 

Tutorial angelo in pannolenci.

Angelo in pannolenci

angelo in pannolenci Come promesso eccomi qui con questo piccolo e super veloce tutorial.

Ho realizzato questi angioletti 3 anni fa per alcune delle mie follower. Volevo che portassero loro tantanta serenità e gioia in occasione del Natale.

Realizzare questo angelo in pannolenci è davvero super semplice.

Vi occorreranno:

pannolenci verde

pannolenci rosa

pannolenci giallo

pannolenci bianco

pannolenci fucsia

tulle

imbottitura

filo da ricamo

1 bottoncino

colla

Siete pronte? Cominciamo.

Innanzitutto occorre che disegnate un piccolo cartamodello come questo della foto. angelo in pannolenci Tentate di disegnarlo in modo omogeneo e proporzionato. Disegnate un tondo per la faccina dell’angelo all’incirca grosso come una moneta da 1 euro. Disegnate poi un pallino che corrisponderà alle due gote e al naso.

Un cuore rovesciato e avrete il corpo. Disegnate una sorta di quadrifoglio per le ali più larghe rispetto al corpo. Infine disegnate i capelli nella forma che più vi piace.

Ritagliate i vari pezzi e riportateli 2 volte sul pannolenci.

Questo significa che dovrete ritagliare dal pannolenci rosa chiaro due tondi per la faccina, dal pannolenci verde due cuori per il corpo, dal pannolenci giallo due capelli e dal pannolenci bianco due ali. Dal pannolenci fucsia ricavate le due gote e da quello rosa il nasino.

Iniziate dalla testina dell’angelo in pannolenci.

Cucite con del filo da ricamo e con punto a festone i due lembi per unirli avendo l’accortezza di lasciare uno spazio aperto nella zona del mento. angelo in pannolenci

Questo spazio vi servirà per poter attaccare il corpo.

Imbottite la testina ma non troppo. Deve risultare piatta.

A questo punto tenetela da parte e cucite il corpo. Imbottitelo e applicatelo alla testa usando della colla.

Cucite le due alette ricordandovi di mettere in mezzo ai due lembi il tulle. Ripiegatelo come se doveste fare un ventaglio in modo da creare delle pieghe. Cucite le ali con un semplice punto e ricordatevi di imbottirle senza esagerare.

Incollatele poi al corpo.

Ora procedete ad applicare i capelli. Incollateli alla testina. A questo punto incollate sulla faccina le gote e il nasino. Ricamate gli occhi con un punto a nodino. angelo in pannolenci

Se volete potete decorare le guancette con il filo da ricamo come nella mia foto ma è facoltativo.

Il vostro angelo in pannolenci è pronto 🙂

Io l’ho regalato a Natale con la preghierina. Può essere usato come bomboniera o chiudipacco per un regalo.

Spero di essere stata chiara con la spiegazione. Purtroppo qui in Austria non ho modo di caricare i cartamodelli sul drive.

Un abbraccio,

Ale

 

 

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana!

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana!

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana!

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana! Buongiorno Ragazze!

Finalmente riparte la rubbrica del vostro angolo creativo! Attraverso la mia pagina FB ho sempre modo di conoscerepersone nuove e mi piace questo angolo in cui ognuno si presenta e si mette un po’ a nudo.

Oggi incontramo la super Fabiana! Toscana, mamma gestisce la pagina Facebook Le ricette di Mangio con gusto e il sito www.mangiocongusto.it  dove esprime tutta la sua bravura e creativita’ attraverso gustose pietanze. IO rimango sempre a bocca aperta perche’ e’ davvero super brava! Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana!

Ecco la sua presentazione:

Sono una mamma casalinga di quasi 45anni che ha molte passioni.La prima di sicuro è la cucina, in casa mia hanno cucinato sempre gli uomini mio nonno era chef e mi ispiro a lui per i piatti della mia infanzia però mi piace molto cercare sempre nuove ricette, sperimentare e cambiarle secondo i miei gusti.Un giorno mio marito mi ha detto”perchè non mettiamo online quello che cucini?è nato così www.mangiocongusto.it dove mette le mie ricette ma lo amministra lui e poi la pagina facebook  https://www.facebook.com/Lericettedimangiocongusto/?ref=aymt_homepage_panel che gestisco io nei ritagli di tempo.Il mio piatto preferito è di sicuro la pizza, la faccio tutti i sabati anche in estate non posso rinunciarci.

sono appassionata di tutto ciò che si fa con le mani,dal ricamo sia classico che punto croce,al decoupage,al riciclo e anche l’uncinetto che fu la mia prima passione quando da bambina a 8 anni me lo insegnò mia nonna per passare insieme i lunghi pomeriggi in casa e ogni volta che lavoro a filet penso a lei.

i lavori a cui sono più affezionata sono i lenzuolini fatti per la nascita dei miei bimbi e il quadro a punto croce commemorativo del mio matrimonio.

I miei lavori di solito sono solo per i familiari ma capita anche di creare oggetti per i mercatini scolastici dove trovo anche molti spunti per nuove attività da provare perchè non mi fermo mai a una tecnica mi piace provare tutto dal mosaico alla pasta al bicarbonato.

Il tempo purtroppo è poco e quando i bimbi erano piccoli ho proprio smesso di fare  tutto ecco perchè mi sono buttata su cucina e cake design.Non sono in grado di dare consigli io stessa ne ho spesso bisogno posso solo dire che bisogna sempre mettersi in gioco e perseverare, una torta può venire male e il vostro primo orsetto a punto croce non sarà perfetto ma è solo con la pratica che si migliora”

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana! Fabiana ha proprio due mani d’oro!!!

Il vostro angolo creativo: incontriamo Fabiana! Mi scuso con Fabiana perche’ questo post doveva esser fatto mesi fa ma con la preparazione atletica dei nazionali della mia pulce non sono stata molto dietro al sito e a tutto.

Un abbraccio,

Ale

 

 

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli! Ciao Ragazze! In molte mi avete chiesto come realizzare i cotoncini riutilizzabili e ho pensato di creare questo piccolo tutorial. Spero di essere chiara ma credetemi realizzarli e’ davvero semplice!

Vi occorrono:

1 asciugamano (io per i miei ho usato un asciugamano che non utilizzavo piu’)

stoffe colorate

fliselina

 

Vi lascio qui il pattern per poterli realizzare. Io li ho fatti tondi ma voi potete realizzarli anche quadrati se preferite.  Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Hi Girls! As in many u asked me how to do my reusable pads I thought to write this small free tutorial. I hope to be clear but believe me it’s really simple create them.
You will need:
1 towel (x my pads I used an old towel)
coloured fabrics
interface
I leave here free pattern to use for them. I did them round but if you prefer u can do squared.

Con il ferro da stiro caldo attaccate la fliselina in modo da dare un minimo sostegno alla stoffa. Quest’operazione rende piu’ semplice attaccare la stoffa all’asciugamano quando andrete a cucire.

A questo punto ritagliate i vari cerchi utilizzando il cartamodello che vi ho allegato.

Unite il cerchio di stoffa all’asciugamano aiutandovi con uno spillo e cucite a macchina utilizzando un punto per bordare. IO ho utilizzato un punto come qs: VVVVVVVVV molto stretto.

Fine del lavoro: avete i vostri pads.

Se li volete piu’ spessi utilizzate un cerhio di asciugamano al posto della stoffa. In questo caso avrete due strati di asciugamano.  Io li preferisco leggeri.

Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili. With iron glue the interface to fabric just to give support to  fabric. This thing helps you when you will sew towel to fabric. Now. cut all rounds from fabric and towel using my pattern. Attach round fabric to round towel using a needle and go to sew using a stich for edges. Just to let you understand (i’m sorry I don’t know how it’s called in English) I used this kind of stitch: VVVVVVV.
End of story: your pad is done. If you prefer have more a pad more weighty use a towel round instead of fabric. So you will have 2 towel rounds. I still prefer more light so I use fabric+towel.

Spero che questo piccolo tutorial vi sia di aiuto,

I hope this tutorial could helo you!
A big hug 

Ale

 

 

 

 

 

 

Un regalo dalla Sardegna e uno Swap!

Un regalo dalla Sardegna e uno Swap!

Un regalo dalla Sardegna e uno Swap! Venerdi’ prima di uscire dall’ufficio ricevo una piccola busta gialla che aspettavo da qualche giorno in quanto Barbara mi aveva pre avvisata del suo arrivo mentre ero in Portorico. Alsuo interno ho trovato un pacchettino dal nastro verde: un colore che amo.

Un regalo dalla Sardegna e uno Swap! Barbara e’ una delle primissime persone che ho incontrato su Facebook quando ho aperto A casa di Bridget. Abbiamo legto subito con il suo bellissimo carattere solare. Mi ha aiutata a crescere, mi ha aperto un mondo di cui non conoscevo niente. Ma soprattutto ha portato pazienza con me nei miei momenti bui o quando sono stata in ritardo.

Gestisce 3 pagine su Facebook e sono orgogliosa che abbia cominciato a creare anche un pochino grazie a me. Se volete vedere le sue creazioni vi lascio qui il link. Ha davvero tantissima fantasia e passione e ci mette cuore in tutto quello che fa.

Un regalo dalla Sardegna e uno Swap! Guardate che meraviglia mi ha mandato! Questo e’ un ciondolo creato da lei tipico della sua terra, la Sardegna. Serve a portare fortuna e si chiama Su Coccu (spero di averlo scritto giusto). Mi ha detto che quando perdero’ la pietra onice vorra’ dire che mi ha protetta da tutte le invidie.

Lo trovo un pensiero davvero tanto tanto dolce e mi ha commosso. Soprattutto perche’ arriva in un momento un po’ cosi mio. Un regalo dalla Sardegna e uno Swap!

Andate a trovarla: se siete in Sardegna la trovate di persona perche’ vende ai mercatini mentre on line ha il suo negozio su Etsy  e la sua pagina Facebook di cui ho lasciato il link sopra.

Grazie stellina mia!!!!

Sulla mia pagina instagram invece questa mattina ho lanciato un’idea! Uno swap! Vi lascio il link qui.

Mi sembrava un modo carino per unirci. La regola da seguire e’ semplice: bisogna creare un piccolo pensierino o regalino da inviare a una persona. Se vuoi partecipare e’ sufficiente che mi contatti o con un commento o una mail e io provvedero’ ad inviarti il nominativo e l’indirizzo della persona a cui sarai abbinata.

Scrivimi entro il 31 maggio. La persona a cui sarai abbinata provvedera’ a sua volta a inviare un regalo a te. Poi postiamo le foto e vediamo dove arriva. Se partecipi l-unica cosa che chiedo e’ quella di condividere il post in modo da farlo circolare.

Domani invece vi mostro un altro regalino che ho ricevuto inaspettatamente sabato dove ho avuto modo di conoscere Lidia!!! Anche lei e’ un’amica del web da tanto e ci confrontiamo spesso. Sono stata felice che sia venuta a salutarmi… ma di lei vi racconto domani.

Nel frattempo la prima persona per lo swap che mi ha contattata e’ Rosy e scambiera’ con me. 🙂

sono felice di qs idea!!!

Un bacino!

Ale

 

 

 

Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili.

Reusable round cotton pads.  Dischetti di cotone riutilizzabili.

Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili.Se vi truccate sicuramente avete un incontro quotidiano con i dischetti di cotone usa e getta. Parlo di quelli bianchi che al super vendono per poco meno di 2 euro.

Pratici sono in effetti pratici. Li usi e li butti via senza pensarci più. Finchè una sera mi sono resa conto di quanti ne usavo per volta.

Mi sono trovata con 6/7 dischetti malconci sul lavandino.

Ci avete mai pensato a quanti ne usate?

Un giorno ho scoperto attraverso un’amica che ci sono i dischetti proprio per questo uso che si possono lavare.

Sono dei dischetti di spugna che basta inumidire, cospargere del proprio prodotto struccante e si passano sul viso esattamente come i dischetti di cotone che buttiamo via. L’unica differenza sta nel fatto che possiamo lavarli in lavatrice e tornano nuovi.

If you are make up addict like me you have a daily meeting with cotton pads to remove your make up. I’m talking about round cotton pads you can easily find on supermarket and you throw away after use.
They are really useful: you use and throw away without think. Till the moment I realized how many pads I was using every time.
Have you ever think how many pads you use every day?
One day talking with a friend I found existence of reusable round cotton pads. They are cotton pads you can use and wash.
You have only to wet it with water then put your make up remover and pass on yr face exactly like others. Then you wash it under water and you can reuse it. When they are dirty you can wash it when you do your laundry. Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili.

L’altra settimana stavo ripulendo il mio craft-buco e ho ritrovato un asciugamano che stavo ricamando e che avevo abbandonato anni fa.

L’ho lavato e ho provato a realizzare questi pads. I primi inutile dire che mi sono venuti fuori di tutte le forme possibili e immaginabili tranne quella tonda che volevo io.

Perchè non so voi… ma per me il dischetto deve essere tondo… anche se poi tondo, quadrato o a rombo… è la stessa roba.

Ed ecco che sono nati i miei paddini. Ne sono molto orgogliosa. Il colore è scuro è vero… ho preso della spugna più chiara per vedere di farne altri.

Sono orgogliosa lo stesso! Sono davvero carini e utili, si possono utilizzare e lavare e usare di nuovo.

Meno spreco no?

Last week I was cleaning and re organizing my craft hole and I found an old towel I was embroidering. I abandoned it some years ago.
So I washed it and I tried to make my pads. Ok first I did was in every possible way except round. But in my mind pads are round so I tried and tried and finally I made my personal pad!
I’m really proud of my pads and I want make some other in a different colours. Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili.

I dischetti sono fatti in spugna di cotone da un lato color grigio mentre dall’altro sono in stoffa colorata sempre di cotone. Ho realizzato un sacchetto di cotone in modo da poterli richiudere e lavare in lavatrice.

che ne pensate? Vi piacerebbe un tutorial per farli?

Reusable round cotton pads.  Dischetti di cotone riutilizzabili.Pads are in cotton towel grey colour and other side are in cotton fabric. I also made a bag to use when you wash it.
What do you think? do you like it? Do you want a free tutorial?

Let me know!

Ale

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.Tra poco è Pasqua e io ho pensato di realizzare questo simpatico coniglietto da appendere alla porta e siccome è tanto che non propongo un tutorial ho pensato che sarebbe stato carino come progetto. Spero vi piaccia 🙂

Ready to start?

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Il coniglietto misura all’incirca 50 cm ma voi potete realizzarlo della misura che volete.

Per farlo vi occorrerà:

un bel pezzo di stoffa di cotone dai colori primaverili della grandezza che volete. Ovviamente tenete conto dei margini di cucitura e che lo dovete mettere in doppio.

Imbottitura

Nastro alto 2 cm

Nastro alto 1 cm

Filato di cotone che preferite: io qui ho usato due tonalità di rosa

1 sonaglio grosso

1 pezzo di fil di ferro lungo 15cm circa

filo per cucire

Cominciate con il disegnare il cartamodello su un cartone o su un paio di fogli. Purtroppo non trovo la foto del mio cartamodello ma realizzarlo è molto semplice in quanto è solo una sagoma stilizzata qui potete trovarlo in piccolo. Usate due cerchi di due dimensioni diverse: quello grande per il corpo quello piccolo per la testa del coniglio.

Io ho utilizzato due piatti: un piatto piano e un piattino da frutta.

Disegnate prima il contorno del cerchio più grande e poi sopra disegnate la testa con il cerchio più piccolo. A mano libera disegnate le due orecchie tentando di centrarle. Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Ora che abbiamo realizzato il cartamodello possiamo procedere a cucire.

Prendete la stoffa e piegatela in due dritto contro dritto. Appoggiate il vostro cartamodello su uno dei due rovesci e con l’apposita matita, gessetto o penna disegnate il contorno del coniglio.

Cucite solo il contorno esterno del coniglio: I punti di giunzione tra I due cerchi e con le orecchie non vanno cuciti. Altrimenti non potrete riempirli.

Ricondatevi di lasciare lìapertura in fondo per poterlo imbottire!

A questo punto risvoltate e stirate. Riempite il coniglietto e cucite l’apertura con dei punti nascosti.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.Legate il nastro da 1 cm intorno al collo e fate un bel fiocco con quello da 2 cm. Io ho scelto due colori contrastanti. Infine cucite con due punti il sonaglio.

Piegate poi il filo di ferro a U e arrotolate con una pinza le due estremità che andranno cucite poi alle orecchiette: avrete così fatto il gancino per appenderlo.

Oranon vi resta che realizzare un bel pom pom e attaccarlo con la colla sul sederotto! Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Voilà ora potete appendere il vostro coniglietto dando un tocco primaverile alla porta 🙂

 

Inseguendo I miei sogni… ma che confusione!

Inseguendo I miei sogni… ma che confusione!

Girellando per il web la mia mente è costantemente stimolata da idee e progetti. Ma mi rendo conto che il vero progetto cui ho voglia di lavorare in questo momento è me stessa. Ed è un progetto ampio, grande, circolare.

Implica il dover staccarsi da alcune cose, il mettersi in gioco, il riordinare e riorganizzare non solo le mie idee ma anche Il mio spazio vitale.

Inseguendo I miei sogni... ma che confusione!L’inventarsi nuovi spazi e nuove sfide.

Ho aperto questo angolo lo scorso agosto e di strada ne ho fatta tanta rispetto a quando ho aperto la pagina di Bridget. La boite è nata per assecondare la mia creatività. Immagino spesso questa scatola di latta piena di stelle dove ogni stella è un’idea.

Ho provato a dare un’impronta, a dividere le due pagine a trattare temi diversi organizzandomi.

Alla fine sono punto a capo e sono in un periodo in cui non riesco a combinare nulla perchè dietro alla mia piccolo pulce. Inseguo I miei sogni ma anche I suoi tentando di farla crescere in un ambiente dove solo il più forte va Avanti: quello sportivo.

La fatica è tanta. Perchè il tempo libero serve per studiare e fare in modo che non rimanga indietro. Perchè la maggior parte del tempo è occupato dal mio lavoro ufficiale e perchè il resto del tempo libero lo passo in palestra ad aspettare che finisca I suoi estenuanti allenamenti.

Ecco perchè spesso anche su Fb sono assente o posto magari solo un veloce saluto.

Ma la mia soddisfazione sta nel comunque ritagliare un momento per creare e cucire. Senza aver pretese. Vedere che le piccolo cose che creo sono apprezzate e addirittura vendute.

Il che mi porta ad inseguire un sogno che ho rinchiuso da  tanto tanto tempo che puntualmente affiora.

Non so dove finirò con le mie idee, se le realizzerò o come spesso faccio le lascio a metà strada.

Ciò che so è che sicuramente non posso tenere in piedi 2 pagine. Non abbiatene a male 😛

Ma la mia scatola di stelle ha bisogno di una sistemata e di poter crescere con me.

Spero di non avervi annoiate e non annoiarvi. Non sarà solo creative ma sarà in generale un punto di sfogo dei miei pensieri 🙂

Vi voglio bene!

Bri

 

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Questa settimana stiamo continuando la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero piano.

Questa settimana ci stiamo dedicando alla cucina. IO penso che bene o male siamo tutte organizzate in cucina: pentole con le pentole, piatti con I piatti… un discorso a parte (e  nel mio caso una settimana a parte) sarà invece la dispensa.

Dal momento comunque che ci troviamo a svuotare e “declutterare” la cucina approfittiamone per pulirla naturalmente!

Oggi quindi vi passo la ricotta per realizzare in casa lo sgrassatore. Pochi sanno che spesso I prodotti acquistati nella grande distribuzione non puliscono a fondo (come per esempio I detersive della lavatrice che son pieni di sbiancanti ottici) e che pagando un quarto di quello che si paga a comprarli otteniamo una scorta infinita di detergent. In più sono eco, naturali e non aggrediscono la ns pelle.

Molti sono convinti che solo la roba chimica o gli acidi puliscano a fondo ma non è proprio vero.

Pronte?

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Per fare questo sgrassatore vi occorre: 1lt di acqua distillata o decantata (io riuso l’acqua del deumidificatore o del condizionatore), 100 grammi di sapone di marsiglia, 1 cucchiaio di bicarbonato.

Questa è la base.

Se lo volete più sgrassante potete aggiungere 2 gocce di detersivo dei piatti (homemade o ecobio) mentre se volete profumarlo potete aggiungere 5gc di olio essenziale ricordandovi che:

limone e lavanda disinfettano.

 

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Grattugiate il sapone di marsiglia e ponetelo in una pentola di acciaio pulita con l’acqua. Fatelo sciogliere a fuoco dolce.

Una volta liquido a fuoco spento aggiungete il bicarbonato. Questo non solo implementa l’azione di pulizia ma aiuta anche a non fare solidificare di nuovo il sapone.

Una volta raffreddato aggiungete gli altri due ingredienti se volete e travasate in uno spruzzino. Io ho riutilizzato quello dello sgrassatore commerciale.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Ora non guardate la data della mia etichetta perchè ho usato la foto che avevo fatto per l’articolo sul mio vecchio blog.

Parlando di etichette…. Mi raccomando quando spignattate etichettate indicando che cosa è e gli ingredienti usati. Fondamentale è la data di produzione. Questo perchè noi lo realizziamo in casa senza cose chimiche che lo stabilizzano o lo conservano.

Realizzate poco per volta. A meno che non siate delle pulitrici seriali 😛

Io mi trovo benissimo con questa ricotta e ci pulisco quotidianamente tutte le superfici, e la cucina.

attenzione!

Sulle superfici delicate o sul marmo fate una piccolo prova prima. Ricordatevi di sciacquare sempre. Come tutti I detergenti anche lui nel suo piccolo è aggressivo.

Un ultima cosa: se volete aumentare un pò la conservazione potete aggiungere dell’alcol alimetare.

Un abbraccio

Ale!

 

 

 

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.

Per il mese di febbraio le spese di spedizione sono gratuite! For February free shipment!

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.Ancora non ho avuto il tempo di studiare bene come funziona Etsy e di aggiornare il negozio che attualmente si presenta scarno e con una coroncina Natalizia.

Quest’anno mi sono ripromessa di dedicare tempo a questa mia attività e creare pian piano ciò che mi frulla in testa nonostante gli impegni.

E’ iniziata ad arrivare qualche soddisfazione come la collaborazione con Simona di Dolce&Salato che ha portato nuove idee che spero possano andare in porto perchè è una donna ricca di fantasia e seguire le sue idee riuscendo a creare qualcosa per lei mi entusiasma!

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.Tutto ciò che vedi su questo sito è fatto a mano con amore e passione. Hai un evento particolare o vuoi fare un regalo unico e fatto a mano? Prova a guardare qui! Ci sono tante idee e posso realizzarne altre a seconda delle tue esigenze.

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.Sto lavorando a nuove idee per la primavera non solo per la casa ma anche fashion come questa spilletta a forma di coniglietto. Se ti piace qualcosa o vuoi informazioni contattami: alessia@laboitedesetoiles.com

Everything u see on this web is created by me with love and passion. If you need something for a special event or just to do a special unique gift please feel free to have a look here. You will find ideas and I can create something unique for you.
I’m working for new Ideas for springtime not only for home but also for fashion like this bunny broch. If you like something or you want ask info do not hesitate to contact me: alessia@laboitedesetoiles.com I will be happy to help you!

 

E per il mese di febbraio 2017 le spese di spedizione sono gratis! And for February 2017 you have free shipments!

 

Accessori fatti a mano. Handmade accessories.