Avvento: giorni 1 e 2. Aspettiamo Natale.

Avvento: apriamo le prime due caselline!

In realtà sulla mia pagina FB ho iniziato regolarmente con il calendario dell’avvento. Poi mi sono messa a pulire e lavorare e il post è andato in cavalleria.

Recupero subito 🙂

avventoAngelina già la conoscete 🙂 ci accompagnerà in questa attesa.

In questa prima giornata troviamo una ghirlanda. Questa della foto è realizzata con campanellini perché vi voglio dare due curiosità!

Sapevate che la canzone Jingle bells in realtà non è una canzone natalizia?

Nacque infatti per celebrare la festa del Ringraziamento.

Inoltre fu la prima canzone cantata nello spazio 🙂

La ghirlanda è il simbolo vero e proprio dell’avvento. In Germania e nei paesi nordici si usa proprio questa decorazione per aspettare il Natale.

Vi lascio –> QUI l’articolo per realizzarne una.

avvento Apriamo ora la seconda casellina, quella di oggi.

Dentro ci troviamo un piccolo omino di neve realizzato a maglia con le sue istruzioni.

Se sapete fare dritto e rovescio ecco come realizzare l’omino di neve in tutte le misure che volete.

E’ di una semplicità estrema e anche le meno brave possono farlo. Realizzate un rettangolo a maglia rasata!

Ricordatevi che piu’ è grossa la lana e più maglie montate più diventa grosso.

Per darvi un’idea di come ho realizzato il mio procedete così:

montate 20 maglie su un ferro del 2,50. Esce piccolo piccolo (4cm neanche).

Lavorate 20/22 ferri.

Senza chiudere il lavoro staccate il filo e con un ago prendete le maglie. Stringete e cominiciate a cucire i due lembi.

Per sapere dove fermarvi dividete idealmente in due rettangoli (uno piccolo e uno grande) il rettangolo che avete creato. Quello piccolo sarà la testa e quello grande il corpo.

Quindi prima cucite il rettangolo piccino, imbottite e arrotolate il filo a chiudere. Dovete stringere.

Fatta questa operazione continuate a cucire per unire i lembi.

Imbottite, fate una filza alla base e tirate: avete il vostro omino.

Con il filo nero ricamate gli occhietti, con del pannolenci create il naso e con della stoffa che vi avanza fate la sciarpa.

Il vostro omino è pronto 🙂

Un abbraccio, a domani

Ale

 

Ghirlanda autunnale con gli gnomi innamorati.

Ghirlanda autunnale e forse anche un po’ natalizia e’ quella che ho creato in questi giorni.

ghirlandaIn realta manca ancora un dettaglio… volevo agganciare un sonaglio grosso al fiocco ma ancora non ho trovato cio’ che cerco.

Sono davvero contenta di essere riuscita a farla, anche se lievemente in ritardo.

Amo le ghirlande. Mi fanno impazzire. Le attaccherei per casa ovunque.

Avrei volute fare piu’ decorazioni tra zucche e ghiande ma davvero non ne ho avuto il tempo. Ho finite vari lavori, creato pattern, rinnovato un po’ qui la mia craft room ideale… ma non solo.

Stiamo anche ristrutturando un po’ casa il che ci fa stare un po’ per aria. Ma di questo ve ne parlo magari in un altro post.

Se mi seguite su Facebook e Instagram avete gia visto lo gnomo Raffaele. L’ho creato lo scorso week end in un attacco di crochetmania.

ghirlandaPresto vi condivido le istruzioni 😛 che sono abbastanza semplici in realta’ (un po’ come tutte le cose che realizzo io).

Oggi pero’ vorrei mostrarvi la mia ghirlanda che fa bella mostra di se sulla porta di entrata.

Ho realizzato anche due funghetti ma non ho lo spazio materiale per attaccarli. Non mi piacciono le cose troppo piene (e di questo la mia amica Mari ne sa qualcosa :P) perche’ per me la bellezza e l’e’eleganza stanno nella semplicita’.

Ho utilizzato una corona fatta con rami secchi sul marrone scuro. Trovo che sia davvero autunnale.

ghirlandaE ho fatto un giro con della lana grossa (Eskimo Drops di Garn Studio) rossa e panna e un nastro molto country a quadretti Vichy.

Questa e’ la base. Ovviamente I due gnometti li ho realizzati all’uncinetto con la Baby Merino che trovo fantastica.

Ho realizzato una coppia perche’ volevo rappresentassero l’amore per la casa, la vita e cio’ che provano uno per l’altro.

Mi sono innamorata dello gnomo con quella sua barbona Lunga e folta e trovo dolce e patatosa la gnoma.

ghirlandaMa si puo’ dire Gnoma?

Comunque il risultato e’ questo che vedete. Non appena trovo il sonaglio che dico sara’ perfetta.

Volevo anche attaccare delle meline che ho trovato in Slovenia da Tedi ma purtroppo le ho messe via talmente bene che nn sono stata proprio in grado di trovare… :/

Anche qui non appena le trovo provvedo ad arricchire la mia ghirlandina.

E un altro progetto per il mio programma di smaltimento (o prodotti finiti, ve lo ricordate? Ne ho parlato qui) e’ fatto!

Ho utilizzato tutte cose che avevo in casa. Eh si anche la ghirlanda l’avevo gia’… comprata una o due anni fa da Viridea :P.

La lana Eskimo era quella che ho comprato l’anno scorso per I miei progetti di Natale.

E la Baby Merino e’ stata l’ultimo acquisto fatto prima di decidere lo stop allo shopping.

Che ne dite??

Ora comincio un altro progetto… e questo lo faremo insieme.. vi do un piccolo indizio… vediamo se indovinate che cos’e’!!! ghirlanda

Un abbraccio,

Ale

Prodotti finiti o materiali da finire…

Prodotti finiti. Quante volte su youtube o sui blog ho letto questa piccola frase generalmente riferita a chi compra prodotti di bellezza o make up.

prodottiHo sempre pensato: ma tu guarda che folli! Spendere cosi tanti soldi per poi avere cassetti e antine piene di cose che neanche Sephora e’ cosi organizzato come magazzino.

Sorrido (anzi no me la rido proprio) perche’ io ho lo stesso problema. Non con creme e cremine. Il problema ce l’ho con I bottoni, le perline, le stoffe… non parliamo dei gomitoli.

Ve lo ricordate Fantozzi quando torna a casa dalla moglie e apre ogni anta o cassetto trovandoci pane?

Ecco.

Questa sono io con I gomitoli. Ogni cassetto, cesto, ripiano e’ stato da me colonizzato. Con il risultato che o esco io di casa o finisco come I sepolti vivi.

E’ piu’ forte di me. Quando vedo un gomitolo o una stoffa proprio non resisto. E la mia povera meta’ borbotta che spendo e spendo e sono sempre allo stesso punto.

Non ha tutti I torti.

Ieri sera a casa guardavo sconsolata la mia craft room.

Che poi… si fa presto a chiamarla craft room… e’ un buco grande quanto la fungo casa del Grande Puffo con zero spazio per le cose.

Infatti tutti I prodotti, stoffe, attrezzi hanno fatto la diaspora per la mia taverna. Il fondo l’ho toccato quando ieri sera guardavo Tessuti.com pensando che proprio quella stoffa li mi servirebbe.

Fabry guardingo mi ha detto tra I denti: non ti azzardare…

E in effetti dove la metterei questo splendore di stoffa?

Ho pensato dunque che anche io potrei fare I prodotti finiti. Che poi I miei non sono prodotti… ma questo l’ho gia’ detto 56 volte 😀

Ho tanti progetti su cui lavorare e mi porta a prendere appunti compulsivamente salvo poi dimenticarmene appena aver ricevuto la stoffa o la lana in questione. prodotti

Ed ecco allora che mi sono posta un freno. Da qui al nuovo anno non compero piu’ nulla. Devo esaurire stoffe che ho li a fare polvere dalla prima Guerra punica.

E I gomitoli che ho comprato dal lanaio di Tut ank hamon.

Inutile continuare a comprare senza un senso.

Quindi da questo momento chiudo ufficialmente  il televoto! Ah,  no no io chiudo il portamonete 😛

Ho intenzione di fare una to do list come si deve in quanto ho il caos creativo. Ordinando tutti I progetti che da qui a Natale voglio fare e finire.

E utilizzero’ tutti I materiali che negli anni ho accumulato. E quando finalmente avro’ fatto spazio e ordine… allora e solo allora potro’ decidermi a comperare cose nuove!

Direte voi: facile, e’ sensato… e’ elementare…

prodottiNo non lo e’ quando sei proprio appassionata. Puo’ non venire cosi automatico.

Questa sara’ la mia sfida piu’ grande. Speriamo di riuscirci J e magari ogni tanto vi faccio un update di come procede il mio sfoltimento .

A presto,

Ale

Marcelo e il suo magico mondo fatato.

Marcelo vive in un posto magico popolato da creature meravigliose che nascono dalla sua fervida fantasia e dalle sue abili mani.

L’ho conosciuto su youtube per caso e mi sono subito brillati gli occhi nel vedere i suoi tutorial che sono semplici e diretti.

Marcelo Ho voluto incontrare, seppur virtualmente, questo artista pazzesco. Si perche’ pochissime persone hanno il potere di trasmettere la magia attraverso le loro creazioni, di coinvolgerti e farti venire la voglia di provarci.

Soprattutto pochissime persone condividono spontanamente cio’ che creano.

Mi sono letteralmente innamorata del suo mondo, della sua semplicita’ e della sua dolcezza che trasmette con pacatezza nei suoi video.

Marcelo Marcelo ha un’anima grande. Un eterno bambino entusiasta di cio’ che lo circonda, della vita, dei colori.

Ho conosciuto pochissime persone che hanno questa caratteristica e le ho sempre ammirate molto.

Il canale di Marcelo e’ colorato, vibrante, divertente, magico. Un mondo poliedrico in continua evoluzione che disegno dopo disegno prende nuove forme e realizza nuove magie.

Marcelo Ma non fatevi incantare… non e’ buttato a caso il suo mondo. Alla base c’e’ tanto studio, tecnica e quel pizzico di originalita’ che da sempre contraddistingue l’animo di un creativo.

Vi invito ad entrare nel suo laboratorio e andare a conoscere Lelo in questa insolita intervista fatta il mese scorso.

—> QUI il link per vederla.

Andatelo a conoscere e non resterete delusi 🙂 il suo grande cuore e l’anima da Peter Pan vi conquisteranno. Parola mia.

Grazie Marcelino per avermi concesso l’onore di intervistarti <3

Marcelo Trovate il mondo di Marcelo sul suo canale Youtube, la sua pagina Facebook e Instagram.

Un bacione,

ALe

It’s a boy! E’ un maschietto l’ultimo nato!

It’s a boy!

E’ un maschietto l’ultimo coniglietto nato in casa La boite!

It's a boy Mi e’ costato una fatica assurda! Non tanto per realizzare il corpo in quanto questo (anche se con la modifiva del nasino) oramai lo eseguo a occhi chiusi quanto per i vestiti e le scarpine!

Certo… perche’ potevo io fargli le zampette normali? Assolutamente no!

Nato durante le mie vacanze austriache nel totale relax ho dovuto disfarlo due volte. Il musetto non era venuto come dicevo io, le scarpe non mi riuscivano… i pantaloni forse sono stati la cosa piu’ semplice da fare!

Ma sono soddisfatta!!! Che ne dite?

It's a boy Quasi volevo appendere un fiocco azzurro fuori dalla porta!

Appena finito sono corsa in cucina strillando: It’s boy!

Vi lascio immagginare mio marito… voleva chiamare lo psichiatra 😀

It's a boy Ve l’ho mostrato in anteprima sulla mia pagina FACEBOOK e ora ve ne parlo.

Si chiama Nikolaj ed e’ realizzato con gomitoli di lana Rowan.

Il maglioncino, i pantaloni e le scarpette sono state realizzate con una lana sempre Rowan in mohair e lana e ha dato un risultato sofficissimo.

Misura 20 cm circa come tutti i miei coniglietti.

Nonostante le sue imperfezioni e il fatto che Ele voleva tenerselo il mio coniglietto e’ rimasto in Austria dalla mia amica Monika.

Un po’ mi e’ spiaciuto ma vederla cosi felice per un coniglio di lana mi ha reso impossibile il rifiuto.

Anche senon piu’ disponibile lo inseriro’ nel catalogo… ma dell’emporio ve ne parlo piu’ avanti quando finisco di organizzarlo.

it's a boy Intanto come sempre ho tante, troppe idee. Sto provando a fare un planning in modo da poter procedere sia con i tutorial che con le mie creazioni.

Ce la fara’ la nostra eroina a combinare qualcosa?

Speriamo di si 🙂

Intanto vi ricordo il mio ultimo tutorial disponibile nell’area downloads:  presina mare.

Il pattern e’ disponibile soltanto per chi e’ iscritto al sito e vi ricordo che potete farlo gratuitamente 🙂

Vi mando un bacione,

 

Ale

 

 

Ghirlanda Shabby: video tutorial.

Ghirlanda Shabby: ecco finalmente il video tutorial!

ghirlanda shabby Finalmente ho finito di montare questo video! Erano settimane che ero in ballo!

Come sempre quando giro ho ore e ore che poi si riducono in una manciata di secondi. E nonostante il mio impegno e provi a fare del mio meglio vi confesso che non ne sono soddisfatta.

Ma bisogna prenderla per ciò che è: un divertimento 🙂

Avendo saltato i tutorial la settimana scorsa tento di recuperare in questa. Per questo motivo oggi non ci sarà la solita rubrica del lunedì.

Realizziamo insieme oggi una ghirlanda shabby!

ghirlanda shabbyPer farla occorrono:

  • 3 pezzi di stoffa lunghi 1 mt e alti 10 cm
  • imbottitura
  • ago e filo in tinta
  • perle piccole
  • stoffe di varie misure, fantasie per le rose
  • iuta
  • colla a caldo
  • spago

—> QUI <— vi lascio il link al video sul mio canale!

ghirlanda shabbyLa ghirlanda shabby illumina l’entrata, da un senso di accoglienza con i suoi toni delicati.

Io trovo sia il perfetto decoro per l’entrata di casa. Non trovate?

In fin dei conti l’entrata di casa è il nostro biglietto da visita. Pensateci.

E’ la prima cosa che i nostri ospiti vedono. Quindi, come gli albergatori nella hall dell’albergo, poniamo attenzione particolare a questa zona della casa.

Mi è piaciuto tanto creare questa ghirlanda. La amo alla follia.

Le perle danno quel tocco elegante, quella luce particolare, quel tono romantico per dare valore alla nostra ghirlanda shabby.

Vi lascio QUI il link per vedere il tutorial della ghirlanda di perle. Un’altra idea shabby per illuminare la casa.

A volte basta poco per valorizzare ciò che abbiamo.

Spero che qs progetto vi sia piaciuto quanto a me è piaciuto realizzarlo.

Ok ok ammetto che rivoltare i tubi un po’ mi è pesato 😀

Un abbraccio

Ale

Idee e progetti per un’estate ricca ricca.

Idee e progetti che fermentano nella mia piccola testa in questo periodo.

Idee e progetti Innanzitutto scusatemi. Ho saltato la rubrica del lunedi ma causa forza maggiore. Sono stata in Lussemburgo lo scorso week end e lo sciopero in Italia e in Francia non mi hanno aiutata molto viste le 10 ore di attesa 😛

Ma recupero lunedi prossimo non temete.

Intanto domani ci sara’ un nuovo video tutorial: maglia, cucito o diy? Chi lo sa, sorpresa!

Iscrivetevi al canale  ( QUI il link) se non volete perdervi i video che metto. Che non sono un gran che ma magari potete trarre spunto per i vostri lavori.

Che cosa combino nel mentre?

Idee e progetti  Ho tantissime idee e progetti che vorrei portare avanti.

Tanti tutorial da girare per voi e poi vorrei fare un corso serio di maglia. Ho visto che tante sono interessate ai ferri circolari.

E poi.. ho incominciato un progetto piu’ grande di me 😀

Sto tagliando per ora tanti tanti quadrati. Qualcuno su Facebook ha gia visto una preview.

Idee e progetti  Intanto sto tagliando le stoffe a pois e poi procedo con le stoffe che ho preso sul web che sono a righine e a fiori.

Avete gia’ capito di che progetto si tratta vero? ho pensato di realizzare una coperta patchwork.

Non ne ho mai fatta una ma mi piacciono tantissimo.

L’unica cosa che mi fa paura e’ la quiltatura finale.

No beh anche il mettere insieme i quadrotti… vabeh intanto cominciamo poi si vedra’.

Idee e progetti  Speriamo che venga bella!

Prima pero’ devo finire il progetto che mi ha affidato Simone che, causa viaggi dell’ultimo periodo, ho dovuto accantonare un po’ di volte. Ma ce la faro’!

E’ un progetto bellissimo che mi sta appassinando anche se per me impegnativo. Non che sia difficile ma richiede un po’ di concentrazione per chi, come me e’ abituata a lavorare su cose piccole.

E poi devo riprendere le decorazioni di Natale per il SAL che stavo facendo e che ho abbandonato. Sono indietrissimo :/ ma viaggiando parecchio e lavorando ho avuto un periodo stra pieno!

Anche i miei Ocki ho abbandonato… devo riprendere assolutamente a uncinettare. Anzi mettero’ a vs disposizione (per chi e’ iscritto le istruzioni).

E per il resto ho davvero il calderone pieno di idee e progetti.
Talmente pieno che ho finito il mio quadernino!!!

E allora ho pensato di fermarmi.

Ho fatto due liste mentre ero in aereo (la foto all’inizio del post). In una ho messo i miei MF (ve li ricordate? Post qui) che ancora devo cominciare a finire 😀

idee e progettiNell’altra lista i progetti che vorrei realizzare e i tutorial che vorrei fare.

E da ora si lavora su quelli. In questo modo posso spuntare pian piano le liste, sgomberare la testa e pensare alle idee future.

Un abbraccione,

 

Ale

 

Campanella Country per il buon uomore.

Campanella country dai toni rustici e grezzi per portare una ventata di buon umore. Perche’ e’ questo che fa il port bonheur.

 Questo video e’ stato molto complicato da girare. MI e’ successo di tutto e quando finalmente ieri sera ho visto la luce… mi sono resa conto che la parte finale, quella dell’assemblaggio non c’era.

Ho tentato di spiegarlo a voce e spero di esser stata chiara…

 La parte piu’ complicata di questa campanella country e’ la base.

Ovvero la campana.

In realta’ non e’ difficile ma richiede un minimo di attenzione nell’assemblare e cucire insieme la parte esterna e quella interna.

La parte decorativa della campanella country e’ a discrezione vostra.

Se le roselline non siete capaci di realizzarle a mano potete usare il Rose Flower Maker di Clover Italia.

Il risultato e’ pressoche’ identico e da grandi soddisfazioni!

http://delvecchiagroup.it/settore-domestico/clover/ Questi Yo Yo sono davvero carini 🙂

Sono diversi e permettono di realizzare tante cose. Io ho usato quello a farfalla per la mia ghirlanda —> QUI trovi l’articolo che avevo scritto 🙂

Per questa campanella country vi consiglio un tessuto sostenuto come il lino.

Cui dovrete aggiungere l’imbottitura piatta per avere maggiore sostegno e ottenere la svasatura.

L’impuntura finale dara’ un piccolo tocco di stile 🙂

 campanella country Se volete provare a realizzarla trovate il video sul mio canale Youtube nella sezione Tutorial cucito.

Vi lascio il link QUI

Per la parte finale dovrete solo agganciare i cuori al nodo interno di pizzo e il gioco e’ fatto.

Sembra complicata da realizzare ma serve solo un pochino di dimistichezza con la macchina da cucire.

Piccolo consiglio: se avete paura che la stoffa si sposti e pensate di non gestire il “sandwich” provate a imbastire oppure utilizzate le spille ricurve per il patchwork 🙂

Spero che questo progettino floreale vi sia piaciuto come ha divertito me realizzarlo.

Vi mando un abbraccio gigante,

Ale

 

 

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili.

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili a rallegrare la craft room!

conigli a maglia In questo periodo sono un po’ lenta lo ammetto. Ci ho messo un mese a creare queste due conigliette e ho avuto un sacco di cose cui pensare.

Innanzitutto i miei suoceri che si trovano a dover gestire cicli di chemio terapie rendendosi conto che non e’ piu’ il momento di trascurarsi.

Poi la mia fatina Elettra e’ diventata donna e io ancora questa cosa non l’ho metabolizzata. Mi sembra ieri averla portata a casa con la sua testona a ciondoloni e ora e’ una giovane donna in piena crescita.

Di colpo mi sento vecchia.

Rimugina qui e rimugina li e’ successo che sono rimasta indietro con le mie cose.

Intanto ho ancora dei conigli a maglia e di tessuto da realizzare.

conigli a maglia Stavolta li realizzo in cotone usando un filato della Drops (Safran). E’ meno elastico rispetto alla lana che ho usato qui ma mi incuriosisce vedere l’effetto.

Poi con i tessuti di Cindy Cottage ho il coniglio di Daniela da far nascere.  Tutto verde e country.

Infine devo assolutamente darmi una mossa con la borsa miciosa di Simone. Mi ha chiesto una mano e io mi sono persa via nei meandri delle idee.

Vi capita mai di non sentirvi all’altezza delle cose? Di pensare di avere tempo e invece siete in ritardo?

Oramai mi identifico con il Bianconiglio di Alice!!!

A proposito! Con Simona sul nostro gruppo (Il salotto delle stelle) abbiamo organizzato un evento davvero carino e fiabesco.

Si tratta di rappresentare la propria favola attraverso una nostra creazione, passione.

Tempo un mese per poter proporre la nostra idea. Se vi piace vi lascio il link dell’evento —-> ONCE UPON A TIME.

In questo periodo sono un po’ combattuta perche’ vedo che faccio davvero fatica a stare al passo. finiro’ sicuramente le cose pending e poi mi dedichero’ un po’ ai progetti che da tempo ho chiuso nel cassetto.

Di questo sito ancora non so che faro’. Dopo tante prove e tanto scrivere… Se da un lato mi sprono a scrivere dall’altro mi sento come bloccata. E questo putroppo si ripercuote anche sui vari social. conigli a maglia

Uno dovrebbe avere una giornata per stare dietro solo a quelli. Ma come fanno quelli che hanno mila e mila follower a essere interessanti tutti i giorni?

In questo week end mi sono disconnessa. Ho guardato pochissimo il cellulare, non ho fatto video, non ho scritto. Ieri poi sono stata in silenzio tutta la giornata.

Ricordiamoci che oltre a facebook, Instagram o youtube abbiamo una vita reale, una famiglia, delle passioni da mandare avanti.

Un abbraccio,

ALe

 

Nuovi progetti e finalmente un po’ di tranquillità.

Nuovi progetti e tante idee per la testa che finalmente può dedicarsi a lavorare un po’ seriamente su questo sitarello.

nuovi progetti In effetti non è solo il sito che in questo ultimo periodo ho trascurato… anche la pagina Facebook di La boite des ètoiles.

Anche il piccolo gruppo che con Simo gestisco ha bisogno di un’impronta ma gli eventi delle ultime settimane hanno assorbito tutta la mia attenzione.

Visita il gruppo: Il salotto delle stelle.

In realtà esco da un periodo prove varie e mi rendo conto che gestire un sito e i social non è poi così semplice se passi le giornate fuori casa tra lavoro e ping pong.

In più aggiungici qualche problemino familiare tutti i miei piani e i miei progetti sono sfumati.

Ora che il periodo dell’ansia è passato mentre sferruzzavo ieri sera il poncho di Genny mi sono ritrovata a chiedermi che cosa voglio davvero fare.

Ho tanti nuovi progetti per la testa.

Tante idee, cose da realizzare, video tutorial da creare (l’ultimo lo trovi QUI), tanti cartamodelli da mettere on line e tantissimi progetti.

E mi rendo conto che devo dare un’impronta a ciò che sto facendo. Così questa mattina ho iniziato a buttare giù una to do list sulle cose da fare.

nuovi progetti E quindi ho l’idea di riprendere in mano questo mio piccolo spazio e rielaborarlo.

Ho deciso di chiudere Etsy che tanto non mi serve a nulla. Non fa per me. Ma su questo scriverò un post.

Vorrei dedicare più spazio alle creative che meritano attraverso le interviste e  chi vuole può contattarmi.

E l’ultima novità è che siccome mi sono stufata di vedermi fregare i file dei cartamodelli ora per alcuni tutorial dovete essere iscritti (gratuitamente) al sito.

Spero di riuscire a gestire il tutto e se il 2017 è stato dedicato a testare social, etsy e sito il 2018 vorrei dare la mia impronta personale tentando di divertirmi.

Perché la creatività è questo: sapersi divertire con quello che si ha 🙂 e anche se 3 anime leggono i miei deliri sono onoratissima 🙂

In fondo lo scopo per cui ho iniziato a creare e ho aperto questo spazio di idee è questo: fare ciò che mi piace divertendomi e dando un senso alla mia giornata.

E voi che mi seguite sempre e mi leggete ne siete parte. 🙂

Un bacione!

Ale