Sfiga, varie, eventuali e voglia di rinnovamento.

Sfiga. Sfiga e ancora sfiga.

Pare non voglia abbandonarmi in questo periodo.sifga Ho cominciato il mese scorso quando un camion mi e’ venuto contro in retromarcia causandomi 4000 euro di danni. Dovevo sospettarlo che sarebbe iniziato il mio periodo no.

Lo si avvertiva nell’aria, al mattino appena sveglia quando anziche’ alzarmi mi rintanavo sotto il lenzuolino.

La sfiga ci vede sempre bene.

Ricordatevelo. Specialmente se si tratta di noi.

sfiga Mi sono ritrovata nel giro energetico inverso, una sorta di gorgo in cui annaspare la mia  quotidianita’.

Piccole noie fantozziane, chiamamole cosi.

E quindi?

E quindi il mio modo di affrontare tutto questo e’ riderci su.

Se non gira, non gira c’e’ poco da fare. Tanto vale sedersi e aspettare che passi.

sfiga Di un po’ di riposo ho bisogno sicuramente dopo un anno passato a correre qua e la’.

Mi rendo conto che ho bisogno di staccare la spina. Di trovare la mia dimensione e le mie idee.

Penso che prima o poi capita a tutti di sentirsi stanchi. Bisogna solo avere il coraggio di ammetterlo.

Sara’ forse il fatto di essere ferma. Non mi mancano le idee ma il gomito mi fa ancora male e prendere i ferri in mano mi da fastidio.

Persino cucire a macchina mi da noia.

Non vi dico anche pestare sui tasti…

Beh insomma… sono ferma. E io ferma ferma non ci so stare.

Allora mi  guardo intorno e mi sento strana.

sfiga E’ come se fossi rallentata. Come se fossi stata infilata nella scatola sbagliata. Non so spiegare perche’.

Gli altri corrono e io invece sono ferma. Dormo. Non mi muovo. Non ho energia.

Mi sento come il soldatino di piombo sullo scaffale.

E allora sfiga o non sfiga sento il bisogno di fare qualcosa. Un qualcosa che sia per me, per casa mia, per la mia famiglia.

Penso che tutti dovremmo prima o poi fermarci un attimo. Riscoprire cio’ che ci fa stare bene, noi stessi, i nostri cari.

Siamo troppo presi a mandare messaggi, a insultarci a vicenda, a gestire troppe cose senza avere una vita vera e propria.

Ne vale la pena?

No. Secondo me no.

E allora ben venga questo stop che oltre a far luce in me stessa mi permette di vedere le cose che ho trascurato.

E ho voglia di rinnovamento, di cose nuove, di vacanze.

Ho voglia di sistemare casa, darle un senso, amarla come lei ha amato me in questi anni.

sfiga Non perdetevi mai di animo. I periodi no ci sono e ci saranno sempre. Ma amate e sorridete. Non buttate il tempo nelle cose effimere. Quelle che sembrano dare soddisfazione e poi sono solo vuote.

Un abbraccio,

Ale

Buon compleanno La boite des etoiles!

Buon compleanno La boite des etoiles!!

Sono cosi emozionata… due anni fa oggi aprivo la mia piccola pagina facebook.

buon compleanno Due anni intensissimi in cui ho provato anche l’ebrezza di portare la mia fantasia ad Abilmente Vicenza grazie all’Angolo Creativo.

Un’esperienza unica questa. Prima erano solo qualche tentativo disperato di passare il tempo davanti alla tv.

Buon compleanno La Boite!

buon compleanno Ma come nasce questa piccola scatola?

In principio fu un coniglio. Lo realizzai per la bimba nata prematura di una mia collega. Della sua storia potete leggere —> QUI

Era un semplice coniglietto Tilda neanche troppo perfetto. Il mio primissimo lavoro di cucito a macchina, comprata dopo aver realizzato a mano il vestito da giullare per Elettra.

Poi man mano sono migliorata, grazie anche ai consigli di un’amica che sa cucire.

buon compleanno Poi due anni fa ho provato a fare il mio primo coniglio a maglia (quello della foto su) riprendendo in mano i ferri dopo tantissimi anni.

Il risultato non e’ stato proprio entusiasmante… troppo grosso, lana non giusta, troppi punti.

Prova e riprova anche qui fino a riuscire ad otenere i coniglietti di oggi e i pupazzini che creo oggi.

Una fantastica avventura questo mio hobby alla scoperta di me stessa, delle mie qualita’, della mia fantasia.

buon compleanno La boite des etoiles nasce dalla mia esigenza di giocare, di riscoprirmi.

All’inizio come un’avventura che poteva prendere una piega commerciale ma che da subito si e’ trasformata in amore puro verso le mie creaturine che non affido  chiunque.

Ho imparato tanto in questi anni di prove e quest’anno ho deciso di condividere questa passione e quel poco che so con voi.

E’ nato cosi il canale di La boite des Etoiles —> QUI

Ancora non e’ ben definito e il tempo che ho per montare i video e’ davvero poco. Ora anche meno visto che il mio piccolo pc e’ defunto :/

Ma ora so cosa voglio davvero, e la strada e’ ancora lunga lunga 🙂

 buon compleanno Buon compleanno La Boite.

Felice anniversario mia bella scatola di stelle.

Quando chiudo gli occhi ti immagino come una vecchia scatola blu di biscotti danesi piena di sogni, progetti, prove, gioie.

E anche se rispetto a tante altre ho meno io sono felice di questa scatola arruginita e sono orgogliosa. Perche’ e’ tutta mia.

🙂

Grazie a tutti voi che fate parte di questo mio grandissimo sognoi <3

Ale

 

Persa tra le nuvole e il Lussemburgo.

Persa tra le nuvole e il Lussemburgo dove il verde brillante dei campi ti rapisce il cuore.

persa Inutile negarlo: datemi un aereo e otterrete la mia felicita’.

Amo volare. Ne avessi la possibilita’ sarei sempre lassu’ nel cielo tra le nuvole bianche che sembrano panna.

Chi mi conosce un po’ sa che spesso vado su e giu’ da Lussemburgo: un piccolo granducato tra la Francia, la Germania e il Belgio.

persa Persa tra le nuvole lo sono sempre stata.

Forse a causa del lavoro del mio papa’ che, come me, lavorava tra le spedizioni e gli aerei.

Diciamo pure che io in mezzo agli aerei ci sono sempre stata, perche’ anche mia madre lavorava in aeroporto (e’ cosi che conobbe mio padre).

Una volta un’amica mi disse che il luogo del concepimento ti lega per sempre. All’epoca mi feci una risata nonostante lei tentasse di convincermi dicendo che le piaceva l’Albania e il mare perche’ era stata concepita li.

Chi lo sa magari io sono saltata fuori in volo ahah.

O forse al posto della cicogna sono stata portata da un 747-300 (vista la mia mole).

persa Non lo so. Rimane comunque il fatto che io gli aerei li ho nel sangue. Tanto che se la vita non mi avesse portato via i miei forse sarei riuscita a coronare il mio sogno diventando pilota.

Ognuno ha i suoi sogni, le sue aspirazioni anche se talvolta prendono vie diverse.

Il mio week end dunque e’ iniziato su nei cieli, tra le mie nuvolette persa a pianificare il blog, il canale e facebook.

Ho fatto un elenco di progetti che vorrei realizzare e anche quelli che dovrei finire.

persa Insomma facendo su e giu’ alla fine mi sono organizzata e mi diverto un sacco ad osservare le persone attorno a me. C’e’ da sbellicarsi a volte.

persa Il Lussemburgo si e’ rivelato piu’ caldo del previsto.

Solitamente piove e invece mi ha regalato due giorni di sole estivo e quasi mediterraneo.

Amo questa nazione. Non tanto per la ricchezza ma per il verde in cui e’ immersa.

Cosi persa nel verde e nella sontuosita’ dei palazzi che si stagliavano attorno a me sono riuscita giusto a fare un salto da BastelKiste.

Vi avevo gia’ parlato di Bastel

—> QUI 

in un video haul.

persa Bastel e’ un negozio di hobbistica e spazia dai colori alle fustelle, alle lane, alle stoffe.

Mi hanno invitata ad un compleanno (Sanne la signora che raccoglie gli Ocki) e quindi ho avuto la scusa per farci un saltino veloce.

A lei ho preso un libro e delle stoffine. Per me stoffe e due cosine che domani vi mostrero’ in un video haul

E a voi cosa fa sognare? Cosa vi fa perdere la testa?

persa Se ne avete l’opportunita’ visitate il Lussemburgo. Pur essendo piccolissimo e’ ricco di sorprese e di verie e proprie chicche.

IO quest’anno spero di riuscire ad andare su per il mercato di natale. 😛

Manco a dirlo hahaah

Vi mando un bacione,

Ale

persa

Ghirlanda Shabby: video tutorial.

Ghirlanda Shabby: ecco finalmente il video tutorial!

ghirlanda shabby Finalmente ho finito di montare questo video! Erano settimane che ero in ballo!

Come sempre quando giro ho ore e ore che poi si riducono in una manciata di secondi. E nonostante il mio impegno e provi a fare del mio meglio vi confesso che non ne sono soddisfatta.

Ma bisogna prenderla per ciò che è: un divertimento 🙂

Avendo saltato i tutorial la settimana scorsa tento di recuperare in questa. Per questo motivo oggi non ci sarà la solita rubrica del lunedì.

Realizziamo insieme oggi una ghirlanda shabby!

ghirlanda shabbyPer farla occorrono:

  • 3 pezzi di stoffa lunghi 1 mt e alti 10 cm
  • imbottitura
  • ago e filo in tinta
  • perle piccole
  • stoffe di varie misure, fantasie per le rose
  • iuta
  • colla a caldo
  • spago

—> QUI <— vi lascio il link al video sul mio canale!

ghirlanda shabbyLa ghirlanda shabby illumina l’entrata, da un senso di accoglienza con i suoi toni delicati.

Io trovo sia il perfetto decoro per l’entrata di casa. Non trovate?

In fin dei conti l’entrata di casa è il nostro biglietto da visita. Pensateci.

E’ la prima cosa che i nostri ospiti vedono. Quindi, come gli albergatori nella hall dell’albergo, poniamo attenzione particolare a questa zona della casa.

Mi è piaciuto tanto creare questa ghirlanda. La amo alla follia.

Le perle danno quel tocco elegante, quella luce particolare, quel tono romantico per dare valore alla nostra ghirlanda shabby.

Vi lascio QUI il link per vedere il tutorial della ghirlanda di perle. Un’altra idea shabby per illuminare la casa.

A volte basta poco per valorizzare ciò che abbiamo.

Spero che qs progetto vi sia piaciuto quanto a me è piaciuto realizzarlo.

Ok ok ammetto che rivoltare i tubi un po’ mi è pesato 😀

Un abbraccio

Ale

Idee e progetti per un’estate ricca ricca.

Idee e progetti che fermentano nella mia piccola testa in questo periodo.

Idee e progetti Innanzitutto scusatemi. Ho saltato la rubrica del lunedi ma causa forza maggiore. Sono stata in Lussemburgo lo scorso week end e lo sciopero in Italia e in Francia non mi hanno aiutata molto viste le 10 ore di attesa 😛

Ma recupero lunedi prossimo non temete.

Intanto domani ci sara’ un nuovo video tutorial: maglia, cucito o diy? Chi lo sa, sorpresa!

Iscrivetevi al canale  ( QUI il link) se non volete perdervi i video che metto. Che non sono un gran che ma magari potete trarre spunto per i vostri lavori.

Che cosa combino nel mentre?

Idee e progetti  Ho tantissime idee e progetti che vorrei portare avanti.

Tanti tutorial da girare per voi e poi vorrei fare un corso serio di maglia. Ho visto che tante sono interessate ai ferri circolari.

E poi.. ho incominciato un progetto piu’ grande di me 😀

Sto tagliando per ora tanti tanti quadrati. Qualcuno su Facebook ha gia visto una preview.

Idee e progetti  Intanto sto tagliando le stoffe a pois e poi procedo con le stoffe che ho preso sul web che sono a righine e a fiori.

Avete gia’ capito di che progetto si tratta vero? ho pensato di realizzare una coperta patchwork.

Non ne ho mai fatta una ma mi piacciono tantissimo.

L’unica cosa che mi fa paura e’ la quiltatura finale.

No beh anche il mettere insieme i quadrotti… vabeh intanto cominciamo poi si vedra’.

Idee e progetti  Speriamo che venga bella!

Prima pero’ devo finire il progetto che mi ha affidato Simone che, causa viaggi dell’ultimo periodo, ho dovuto accantonare un po’ di volte. Ma ce la faro’!

E’ un progetto bellissimo che mi sta appassinando anche se per me impegnativo. Non che sia difficile ma richiede un po’ di concentrazione per chi, come me e’ abituata a lavorare su cose piccole.

E poi devo riprendere le decorazioni di Natale per il SAL che stavo facendo e che ho abbandonato. Sono indietrissimo :/ ma viaggiando parecchio e lavorando ho avuto un periodo stra pieno!

Anche i miei Ocki ho abbandonato… devo riprendere assolutamente a uncinettare. Anzi mettero’ a vs disposizione (per chi e’ iscritto le istruzioni).

E per il resto ho davvero il calderone pieno di idee e progetti.
Talmente pieno che ho finito il mio quadernino!!!

E allora ho pensato di fermarmi.

Ho fatto due liste mentre ero in aereo (la foto all’inizio del post). In una ho messo i miei MF (ve li ricordate? Post qui) che ancora devo cominciare a finire 😀

idee e progettiNell’altra lista i progetti che vorrei realizzare e i tutorial che vorrei fare.

E da ora si lavora su quelli. In questo modo posso spuntare pian piano le liste, sgomberare la testa e pensare alle idee future.

Un abbraccione,

 

Ale

 

Campanella Country per il buon uomore.

Campanella country dai toni rustici e grezzi per portare una ventata di buon umore. Perche’ e’ questo che fa il port bonheur.

 Questo video e’ stato molto complicato da girare. MI e’ successo di tutto e quando finalmente ieri sera ho visto la luce… mi sono resa conto che la parte finale, quella dell’assemblaggio non c’era.

Ho tentato di spiegarlo a voce e spero di esser stata chiara…

 La parte piu’ complicata di questa campanella country e’ la base.

Ovvero la campana.

In realta’ non e’ difficile ma richiede un minimo di attenzione nell’assemblare e cucire insieme la parte esterna e quella interna.

La parte decorativa della campanella country e’ a discrezione vostra.

Se le roselline non siete capaci di realizzarle a mano potete usare il Rose Flower Maker di Clover Italia.

Il risultato e’ pressoche’ identico e da grandi soddisfazioni!

http://delvecchiagroup.it/settore-domestico/clover/ Questi Yo Yo sono davvero carini 🙂

Sono diversi e permettono di realizzare tante cose. Io ho usato quello a farfalla per la mia ghirlanda —> QUI trovi l’articolo che avevo scritto 🙂

Per questa campanella country vi consiglio un tessuto sostenuto come il lino.

Cui dovrete aggiungere l’imbottitura piatta per avere maggiore sostegno e ottenere la svasatura.

L’impuntura finale dara’ un piccolo tocco di stile 🙂

 campanella country Se volete provare a realizzarla trovate il video sul mio canale Youtube nella sezione Tutorial cucito.

Vi lascio il link QUI

Per la parte finale dovrete solo agganciare i cuori al nodo interno di pizzo e il gioco e’ fatto.

Sembra complicata da realizzare ma serve solo un pochino di dimistichezza con la macchina da cucire.

Piccolo consiglio: se avete paura che la stoffa si sposti e pensate di non gestire il “sandwich” provate a imbastire oppure utilizzate le spille ricurve per il patchwork 🙂

Spero che questo progettino floreale vi sia piaciuto come ha divertito me realizzarlo.

Vi mando un abbraccio gigante,

Ale

 

 

Week end in relax preparando nuovi progetti.

Week end in  relax progettando nuove idee e testando pattern.

week end in relax Spesso mi chiedo cosa fare con questo piccolo angolo creativo. Come improntarlo, come gestirlo e come spesso capita a chi è creativo è difficile fare una programmazione.

Dopo una settimana abbastanza difficile sul piano familiare tra la chemio di mio suocero, una dodicenne scorbutica e un marito esasperato ho deciso che di avere un week end in relax.

Ho pertanto impastato venerdì sera la colazione e ieri mattina ho sfornato le girelle come avete visto sulla mia pagina fb e sul gruppo.

week end in relax Devo dire che svegliare la famiglia con il profumo di cose buone è stato carino.

Pomeriggio in giro a Milano invece a cercare un libro di scuola, a comprare la lana per un progetto e per vivere questa meravigliosa città.

week end in relax Mi piace vedere la gente che circola in centro, i colori, le stramberie, l’eccentricità, i colori, le nazionalità diverse che si radunano in centro.

Ne ho viste di ogni colore ieri: dalla manifestazione cattolica contro la legge 194 al ragazzo vestito da clitoride, dal gruppo cinese che si fa fotografare da un tunisino alla ragazza bionda con indosso una gonna trasparente e niente sotto.

E poi i miei preferiti… li vedo spesso quando sono a Milano e ne amo le canzoni e i colori: gli Are Krishna!

week end in relax Mi mettono l’allegria con i loro colori brillanti e i sorrisi.

Oggi invece sistemo un po’ il mio buco creativo aspettando che Ele faccia il suo torneo nella speranza che riesca a ritrovare la sua grinta e che Fabrizio ritrovi la pazienza.

Essere un’atleta è difficile e quest’anno così pieno di cambiamenti hanno minato l’autostima e la sicurezza della piccola Elettra.

week end in relax Comunque vada stasera le preparerò il so piatto preferito contornato di tante coccole.

Staccarsi dall’infanzia è dura, crescere e impegnarsi richiede tanto. Ci sono momenti in cui è davvero difficile e ammiro quelle mamme che gestiscono 3, 4 ragazzi. Io fatico a gestirne una.

E mi rendo conto che nonostante le regole, i tentativi e il tanto comunicare il pre adolescente è una bomba innescata, una roulette russa, un parco giochi di emozioni, meraviglie e stupiderie!

Non fraintendetemi. 😀

Vi lascio il video che ho girato con Paola sulla settimana.

CLIKKA QUI PER IL VIDEO

Buona visione  e buona domenica amiche mie!

Vado a rendere produttiva la domenica!

Un bacione,

Ale

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili.

Conigli a maglia: sono arrivate Aki e Lili a rallegrare la craft room!

conigli a maglia In questo periodo sono un po’ lenta lo ammetto. Ci ho messo un mese a creare queste due conigliette e ho avuto un sacco di cose cui pensare.

Innanzitutto i miei suoceri che si trovano a dover gestire cicli di chemio terapie rendendosi conto che non e’ piu’ il momento di trascurarsi.

Poi la mia fatina Elettra e’ diventata donna e io ancora questa cosa non l’ho metabolizzata. Mi sembra ieri averla portata a casa con la sua testona a ciondoloni e ora e’ una giovane donna in piena crescita.

Di colpo mi sento vecchia.

Rimugina qui e rimugina li e’ successo che sono rimasta indietro con le mie cose.

Intanto ho ancora dei conigli a maglia e di tessuto da realizzare.

conigli a maglia Stavolta li realizzo in cotone usando un filato della Drops (Safran). E’ meno elastico rispetto alla lana che ho usato qui ma mi incuriosisce vedere l’effetto.

Poi con i tessuti di Cindy Cottage ho il coniglio di Daniela da far nascere.  Tutto verde e country.

Infine devo assolutamente darmi una mossa con la borsa miciosa di Simone. Mi ha chiesto una mano e io mi sono persa via nei meandri delle idee.

Vi capita mai di non sentirvi all’altezza delle cose? Di pensare di avere tempo e invece siete in ritardo?

Oramai mi identifico con il Bianconiglio di Alice!!!

A proposito! Con Simona sul nostro gruppo (Il salotto delle stelle) abbiamo organizzato un evento davvero carino e fiabesco.

Si tratta di rappresentare la propria favola attraverso una nostra creazione, passione.

Tempo un mese per poter proporre la nostra idea. Se vi piace vi lascio il link dell’evento —-> ONCE UPON A TIME.

In questo periodo sono un po’ combattuta perche’ vedo che faccio davvero fatica a stare al passo. finiro’ sicuramente le cose pending e poi mi dedichero’ un po’ ai progetti che da tempo ho chiuso nel cassetto.

Di questo sito ancora non so che faro’. Dopo tante prove e tanto scrivere… Se da un lato mi sprono a scrivere dall’altro mi sento come bloccata. E questo putroppo si ripercuote anche sui vari social. conigli a maglia

Uno dovrebbe avere una giornata per stare dietro solo a quelli. Ma come fanno quelli che hanno mila e mila follower a essere interessanti tutti i giorni?

In questo week end mi sono disconnessa. Ho guardato pochissimo il cellulare, non ho fatto video, non ho scritto. Ieri poi sono stata in silenzio tutta la giornata.

Ricordiamoci che oltre a facebook, Instagram o youtube abbiamo una vita reale, una famiglia, delle passioni da mandare avanti.

Un abbraccio,

ALe

 

L’allegra aia di La boite des etoiles.

L’allegra aia di La Boite Des Etoiles e’ nata e si colora preparandosi alla primavera.

l'allegra aia Dopo tanti coniglietti sono nate i prototipi di Rosita e Paquita, le due gallinelle che mi ha chiesto Shabby.

E devo dire che mi sono molto divertita anche se hanno portato un pochino di di amarezza (ma questa e’ un’altra faccenda).

Stasera comincio a lavorare sulle gallinone ufficiale e spero tanto di farla felice e regalarle un sorriso.

E parlando con lei mi e’ nata l’idea di fare una piccola aia. Sto infatti lavorando a delle oche che spero presto di riuscire a fare.

l'allegra aia E poi ho in mente tanti progetti e dedichero’ il bel tempo a giocare con le stoffe per illuminare e rinnovare casa.

Intanto vi presento l’ultima coniglietta nata in casa La boite!

l'allegra aia Questa e’ solo una delle due conigliette che sto realizzando per un’altra amica. Si chiama Lily e rappresenta una delle due sue conigliette.

L’altra, che si chiama Aki, e’ ancora attaccata al ferro. l'allegra aia non vedo l’ora di potergliele mandare con la speranza che le piacciano.

E poi… e poi ho la notizia fantastica che saro’ insieme con l’Angolo Creativo alla fiera di Vicenza.

neve Sono cosi orgogliosa e contenta di fare parte del team assieme ad Antonella, Simo, Yaya e Manu.

Sara’ una giornata super!

Ma vi parlo di questo nel prossimo post 🙂

Oggi volevo parlarvi di animaletti e idee e presentarvi l’allegra aia in una giornata in cui rifletto e soppeso le persone intorno a me.

E voi che fate?

Vi mando un abbraccione,

SIETE DONNE MERAVIGLIOSE TUTTI I GIORNI.

Ricordatelo,

Ale

Neve, neve e neve… e io creo!

Neve come se fosse Natale. Imbianca i tetti e ghiaccia le strade milanesi in questo venerdi molto tranquillo.

neve La settimana e’ stata abbastanza intensa tra piccoli e grandi problemi familiari, piccoli lavori da terminare e il salottino (il gruppo che ho creato con la mia Simona) da gestire.

E mentre la neve scende ho buttato giu’ una lista di cose da fare.

Di idee ne ho talmente tante che mi si aggrovigliano in testa e si accavallano. Senza dimenticare il fatto cheil 17 marzo saro’ ad Abilmente Vicenza al primo raduno nazionale dell‘angolo creativo.

Vi lascio la locandina con il programma neve e inutile dirvi che sono emozionatissima perche’ anche quest’anno le ragazze dell’angolo mi hanno scelta per vivere ed essere parte di questa giornata fantastica.

Intanto sono riuscita a finire e spedire la tilda giardiniera e suo marito il contadino (Lori e Michele).

Mi sono messa a giocare con i Kanzashi, degli attrezzini che servono a fare i fiori.

Giocando  Patrizia ha voluto che sulla sua coniglietta ne spuntasse uno.

neve  Cosi e’ nata la sua Ale, che ha voluto chiamare come me.

Io la trovo molto vezzosa.

E sono felice di constatare che vi e’ piaciuta tantissimo.

Tanto che ieri mi e’ quasi andato in tilt il profilo facebook.

Grazie di cuore.

La gallina Rosita l’avete vista gia’ nella mia pagina.

E presto vi parlero’ anche di lei in quanto ho intenzione di fare un video tutorial. Naturalmente per il cartamodello vi ricordo che dovete iscrivervi al sito 🙂

La neve e’ tornata a scendere e io non vedo l’ora di uscire per portare a termine qualche test da fare con i Kanzashi.

Stay tuned, tanti tutorial sono in arrivo per celebrare qs primavera che nicchia e si nasconde e la Pasqua.

Vi voglio bene,

Ale