Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Questa settimana stiamo continuando la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero piano.

Questa settimana ci stiamo dedicando alla cucina. IO penso che bene o male siamo tutte organizzate in cucina: pentole con le pentole, piatti con I piatti… un discorso a parte (e  nel mio caso una settimana a parte) sarà invece la dispensa.

Dal momento comunque che ci troviamo a svuotare e “declutterare” la cucina approfittiamone per pulirla naturalmente!

Oggi quindi vi passo la ricotta per realizzare in casa lo sgrassatore. Pochi sanno che spesso I prodotti acquistati nella grande distribuzione non puliscono a fondo (come per esempio I detersive della lavatrice che son pieni di sbiancanti ottici) e che pagando un quarto di quello che si paga a comprarli otteniamo una scorta infinita di detergent. In più sono eco, naturali e non aggrediscono la ns pelle.

Molti sono convinti che solo la roba chimica o gli acidi puliscano a fondo ma non è proprio vero.

Pronte?

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Per fare questo sgrassatore vi occorre: 1lt di acqua distillata o decantata (io riuso l’acqua del deumidificatore o del condizionatore), 100 grammi di sapone di marsiglia, 1 cucchiaio di bicarbonato.

Questa è la base.

Se lo volete più sgrassante potete aggiungere 2 gocce di detersivo dei piatti (homemade o ecobio) mentre se volete profumarlo potete aggiungere 5gc di olio essenziale ricordandovi che:

limone e lavanda disinfettano.

 

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Grattugiate il sapone di marsiglia e ponetelo in una pentola di acciaio pulita con l’acqua. Fatelo sciogliere a fuoco dolce.

Una volta liquido a fuoco spento aggiungete il bicarbonato. Questo non solo implementa l’azione di pulizia ma aiuta anche a non fare solidificare di nuovo il sapone.

Una volta raffreddato aggiungete gli altri due ingredienti se volete e travasate in uno spruzzino. Io ho riutilizzato quello dello sgrassatore commerciale.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Ora non guardate la data della mia etichetta perchè ho usato la foto che avevo fatto per l’articolo sul mio vecchio blog.

Parlando di etichette…. Mi raccomando quando spignattate etichettate indicando che cosa è e gli ingredienti usati. Fondamentale è la data di produzione. Questo perchè noi lo realizziamo in casa senza cose chimiche che lo stabilizzano o lo conservano.

Realizzate poco per volta. A meno che non siate delle pulitrici seriali 😛

Io mi trovo benissimo con questa ricotta e ci pulisco quotidianamente tutte le superfici, e la cucina.

attenzione!

Sulle superfici delicate o sul marmo fate una piccolo prova prima. Ricordatevi di sciacquare sempre. Come tutti I detergenti anche lui nel suo piccolo è aggressivo.

Un ultima cosa: se volete aumentare un pò la conservazione potete aggiungere dell’alcol alimetare.

Un abbraccio

Ale!

 

 

 

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucinaAbbiamo iniziato la settimana scorsa la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate il post con il piano intero.

Abbiamo visto quindi come gestire la posta, l’archiviazione dei documenti e gestire il “centro di comando” ovvero il luogo dove pianifichiamo, archiviamo, gestiamo casa.

Questa settimana invece parliamo di un altro fulcro della casa: la cucina, l’organizzazione dei pensile e della dispensa.

Devo dire (strano ma vero) che la mia cucina non ha bisogno di essere organizzata: così come è per le mie esigenze va benissimo. Lo stesso non posso dire della dispensa… che richiederà un pò di tempo… e io questa settimana devo partire per Terni perchè la mia piccolina ha il nazionale…

Ma andiamo con ordine. Come organizzare la cucina?

Dipende voi da come avete casa e dallo spazio di cui disponete. La mia cucina è mini  Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.lunga e stretta.

Fortunatamente la dispensa trova spazio nella cantina. Ma se questo spazio non lo avete dovete per forza trovarlo nei pensili.

Siete pronte?

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Partiamo!

Primo step: armatevi di carta e penna e stendete la solita To do List. Per darvi un’idea ve ne disegno una da caricare tra I printable 🙂

Come dico sempre non impazzite! Non dovete svuotare l’intera cucina in una volta sola. Procedete piano piano pensile per pensile.

Come organizzare I pensili?

Nella mia cucina tengo I cibi che uso di frequente: pacchi di pasta già aperti, biscotti, farine, spezie. Vi farò vedere nel prossimo post alcune idee per sistemarli. Generalmente per non lasciare in giro il pacchetto aperto travaso il tutto nei barattoli.

Le stoviglie trovano spazio in altri pensili. Ricordatevi che è fondamentale che nei ripiani più comodi tenere le cose che utilizzate di più e in alto quelle che usate di meno.

Come procedere? Quando decidete di partire svuotate il primo pensile.

Mentre lo svuotate decidete cosa tenere e cosa buttare. Qui la domanda solita che mi faccio è:

l’ho usato nell’ultimo anno?

se la vostra risposta è no liberatevene. Vuol dire che è un accessorio che non usate e quindi non serve.

Si lo so serve un pò di coraggio nel liberarvi dalla friggitrice che vi hanno regalato due natali fa… 😀

Scegliete se buttare o donare ciò che scartate mettendoli in due cassette o cesti diversi a seconda  della destinazione.

Una volta vuotato il pensile procedete alla pulizia. Io uso lo sgrassatore che mi faccio in casa utilizzando sapone di marsiglia, acqua e bicarbonato. Potete usare il detergente che preferite.

Una volta pulito e asciutto riponete le vostre cose come più vi sono comode.

Ragazze il declutter vi salva la vita se dovete riorganizzare. Non avete idea dei “cadaveri” che spuntano dai mobiletti!

Fatemi sapere se vi interessa anche le ricette dei detergent fatti in casa che io uso per pulire! sarò lieta di con voi!

Un abbraccio

Ale

 

 

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

E’ un pò che non parlo di questo progetto. Un pò per mancanza di tempo tra ping pong e lavoretti vari. Un pò perchè io li sto facendo da sola e sto provando a portare questo progetto benefico anche qui in Italia.

Ieri sono stata taggata da Antonella su un articolo apparso su https://www.greenme.it/ e sulla relativa pagina facebook. E siccome il link segnalato non era corretto perchè è vecchio mi sono sentita in dovere di segnalare il link al sito web corretto.

Pertanto mi sembra più che giusto fare un piccolo aggiornamento su un progetto benefico che mi sta molto a cuore ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Di che cosa si tratta?

L’ocki è un amigurumi realizzato in cotone all’uncinetto. Vi lascio il link ai miei precedent post: qui e qui in cui vi spiegavo di cosa si trattava.

Ci tengo a sottolineare che li ho postati a settembre e novembre 2016 ben prima del famoso sito dalla vasta portata accennato sopra.

http://www.laboitedesetoiles.com/2016/11/25/ocki-sito-ocki-new-website/L’ocki nasce da un gesto d’amore: quello di una nonna verso la sua nipotina nata prematura. Sanne è un’ex infermiera danese che vive in Lussemburgo. Ha letto di un progetto condotto negli ospedali danesi in cui si rilevavano benefici che I piccoli prematuri traggono autoconsolandosi con questo piccolo dou dou.

I tentacoli soffici e attorcigliati ricordano loro il cordone ombelicale e si consolano stringendolo tra le manine.

La piovretta è realizzata da un gruppo che si riunisce tra Danimarca e Lussemburgo di cui Sanne è portavoce e ambasciatrice del progetto benefico e io che tento di fare qualche Ocki per loro.

E’ in puro cotone lavabile a 60 gradi e si seguono istruzioni precise che Sanne fornisce in inglese e francese. IO posso fornirle in italiano se può interessarvi e sono in contatto con lei. Spesso infatti la vedo e quando posso (purtroppo per ora pochi) consegno le mie piovrine.

http://www.laboitedesetoiles.com/2016/11/25/ocki-sito-ocki-new-website/ Gli Ocki non si vendono e non si comprano. Si donano ai bambini!

Nè Sanne e il suo gruppo nè  io ci guadagnamo nulla. Non viene richiesto alcun contributo monetario. Chi vuole partecipare e aiutare può contattarmi scrivendomi a: alessia@laboitedesetoiles.com oppure consultare il sito di Sanne http://www.ocki-lux.lu dove in Tedesco e danese trovate tutte le info.

Se andate sezione link trovate anche il mio piccolo sito tra gli amici e sono orgogliosa di aiutare anche io nel mio piccolo.

Quali novità ci sono?

Sanne dal Lussemburgo è fiera perchè il suo progetto è cresciuto e aiuta tanti piccolini. La città di Lussemburgo ha riconosciuto I meriti e sta contribuendo ad aiutare Sanne e le donne che alacremente lavorano a questo progetto.

Io sto tentando di portare questo progetto qui in modo di poter aiutare anche qui. Speriamo vada in porto!

Spero di essere stata esaustiva. Non è richiesto un impegno costante. Chi vuole, quando vuole, come vuole può aiutare realizzando una piovretta all’uncinetto!

 Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

A presto

Ale

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

Ieri ho accettato la sfida di organizzare casa in sole 10 settimane. Quindi oggi si parte con l’organizzare I documenti di casa!

Per vedere l’intero piano leggi qui.

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!
foto dal web

Spesso mi è capitato divedere a casa di amiche pigne di fogli con cose da pagare o pagate. Chi li butta in un cassetto, chi li butta in un cestino, chi in una borsa… Ma tenere organizzata e archiviata la documentazione aiuta non solo a capire cosa stiamo pagando ma anche le scadenze. E se esce un controllo ritrovate facilmente ciò che serve. Per esempio: il mese scorso mi è uscita l’ispezione per la caldaia. Il tecnico ha voluto vedere la documentazione inerente e per fortuna era tutto archiviato nel suo file.

Come procedure con il caos dei fogli?

Innanzitutto: alcuni documenti hanno scadenza 10/5 anni. Per esperienza personale meglio tenerli 10 anni. A me sono stati richiesti controlli di cose vecchie e per fortuna le avevo tenute.

Quindi iniziate controllando e raggruppando I documenti per categorie: casa, assicurazioni vita/auto/casa, bollette, esami medici, ICI/IMU, tassa rifiuti, affitti, auto, scuola…

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!
foto dal web

C’è chi archivia usando cartellette colorate. Io preferisco usare I raccoglitori perchè trovo più facile trovarli ma soprattutto sono più capienti. Questo perchè non importa cosa… io lo tengo archiviato per almeno 10 anni!!

Quindi ad eccezione dei documenti per la casa e delle assicurazioni stipulate (credetemi io sono riuscita ad avere un rimborso per un danno consultando le condizioni della vecchia assicurazione di casa stipulate 20 anni fa!!!) e delle tasse (non si sa mai) tutto ciò che è più vecchio di 10 anni potete eliminarlo.

Magari potete farvi una copia digitale oppure metterlo in una scatola e archiviarlo per qualche anno ancora. Dipende dallo spazio che avete.

Io ho eliminato la documentazione inerente ai miei genitori oramai sono morti da più di 20 anni e non serve tenere le spese funerarie o le loro bollette.

Nel faldone della casa ho messo il rogito, I dati catastali, le due successioni  e le ici pagate. Sul dorso del raccoglitore ho scritto esattamente cosa è contenuto. In questo modo se io non ci sono chi viene può facilmente trovare ciò che cerca.

Nel faldone assicurazioni ho radunato invece tutte le assicurazioni: casa, auto, vita. Potete se preferite includere l’assicurazione di casa alla casa e quella della macchina alla macchina. Vedete voi cosa è più comodo. L’importante è che sappiate esattamente cosa archiviate.

E’ un lavoro un pò noioso ma purtroppo serve. Una cosa l’ho imparata: per sopravvivere al caos bisogna usare il metodo del declutter. Lo stesso si applica ai documenti facendo attenzione a non buttare cose importanti.

Quando avete in mano un foglio ponetevi queste domande:

  • quanto è recente?
  • è un documento importante?
  • posso tenere una copia digitale?
  • posso trovare le informazioni su internet?
  • quando e come può esserm utile?

Nel caso dei manuali di istruzione ora potete trovare sul web tutte le informazioni. quindi fate una cernita. Se le trovate potete eliminare il manuale. Se la garanzia del frigorifero è scaduta potete eliminarla.

Io ne ho approfittato per buttare scartoffie vecchissime. Vivendo nella casa dei miei avevo ancora I loro documenti. Ho eliminato vecchie bollette (più di 10 anni), vecchie tasse (più di 20 anni ma questo perchè ho avuto una grana legale con la casa di mio papà e ora tengo tutto) e ho creato lo spazio per I miei documenti.

http://www.laboitedesetoiles.com/2017/02/06/10-settimane-riorganizzare-casa/Siete pronte per la sfida? Tirate fuori le scartoffie e cominciate e riorganizzate l’archivio!

Casa, banca, assicurazioni, scuola, lavoro, bollette, tasse… se perfettamente organizzate possono facilitare la vita!

Domani vi faccio sbirciare nel mio archivio (sto finendo il declutter) e spero di poter essere stata utile!

Un abbraccio,

Ale

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

 

 

 

10 Settimane per riorganizzare casa!

10 Settimane per riorganizzare casa!

10 Settimane per riorganizzare casa!
foto dal web

Non so voi amiche mie ma quest’anno l’impegno del ping pong della piccolo Elettra e la mia nuova attività creativa hanno portato a far si che casa sia un vero campo di battaglia.

Vero è che passo fuori di casa circa 12 ore e che quando ritorno tra la cena, i compiti e due coccole finisco sempre con il piallarmi sul divano russando sonoramente.

Sul divano ieri sera ho realizzato che c’è troppo casino, troppe cose in giro, libri che non leggo, cianfrusaglie che non uso e tutto viene periodicamente accatastato qui e li dove c’è spazio. Come fare dunque?

Ebbene ieri sera per puro caso sono incappata in non so quale sito della perfetta Brie Van de Camp Americana che proponeva la sfida di riorganizzare in 10 settimane casa. Tenuto conto che lavoro e che esco di casa alle 7.30 per tornarci alle 20.30 magari ce ne metto anche 12.. ma mi sono detta che voglio provarci!

Io le amo le Brie Van de Camp americane… sono così invasate e perfettine nella gestione di casa che sembra di essere nel paradiso di Maison du Monde. 😛

Allora ecco settimana per settimana affronteremo il programma. Come al solito io prendo spunto e lo adatto a quella che è la mia esigenza e la mia casa tenuto conto che poi in America hanno uno stile di vita diverso e poco applicabile dal nostro. Proverò ad applicarlo al nostro standard di vita.

Quindi ecco il programma per queste settimane:

settimana 1: documenti e centro di comando
settimana 2: cucina, pensile, dispensa e pasti
Settimana 3: lavanderia, sgabuzzino, pulizie
settimana 4: bagno, mobile agno, cosmetici
settimana 5: biancheria della casa
settimana 6: camera da letto, armadio, vestiti
settimana 7: stanza figli, armadi, libri, giochi
settimana 8: tempo libero, spazi famiglia
settimana 9: craft room, ufficio, accessori
settimana 10: cantina, garage o ciò che vi rimane da organizzare

Ne sarò capace? Non lo so. Ma visto il caos che ho creato urge che io corra ai ripari 😛

Siete pronte a cogliere la sfida?

Questa settimana organizziamo i documenti, la posta in entrata, i conti da pagare, e come gestire le varie cose. Io ho già un mio metodo ma dato che comunque devo fare pulizia nei documenti vecchi come Noè lo facciamo insieme!

Pronti, partenza via…. che la sfida cominci!!!!

10 Settimane per riorganizzare casa!
foto dal web

Se vi va venite a trovarmi sulla mia pagina FB: A casa di Bridget dedicate alla casa!

un abbraccio

Ale

 10 Settimane per riorganizzare casa!

 

E si ricomincia! And we start again!

E si ricomincia! And we start again!

Idee e progetti sono sempre tanti! Innanzitutto vi segnalo il blog di A casa di Bridget dove potrete trovare idee e spunti su come sopravvivere al proprio disordine. Me lo avete chiesto in tante sulla pagina FB e ho pensato alla fine di scindere le due attività 🙂 pur interfacciandole ogni tanto.

Ideas and projects are always a lot in my mind! First of All it’s a pleasure to announce that I open again A casa di Bridget in a new platform. Here u can find ideas and tips to survive to your chaos. U asked me lot of times on Fb so I thought to divide La boite de étoiles from A casa di Bridget.

Intanto io sto andando Avanti con la mia Tilda invernale. Natale è passato e presto metterò via addobbi e il resto. Ma essendo ancora inverno vorrei decorare la casa con qualcosina per poi dedicarmi completamente a progetti più estivi 🙂 da poter vendere poi nel mio spazio su Etsy. Questa è un’altra piccola novità. Ci sto ancora lavorando per cui perdonatemi se non è ancora carino..

Meanwhile I’m working to my winter Tilda. Christmas is gone and soon I will pack all decorations but it’s still winter and I want decorate home before create something for Spring and Summer that I will sell on Etsy. My corner here is also new and I’m still working to make it nice.

 Spero presto di pubblicarvi la Tilda finita perchè sono davvero curiosa di vedere come esce 🙂 intanto vi auguro una splendida giornata!

I hope to post very soon My Tilda as I’m really curious to see how it will looks, meanwhile I wish you a wonderful day!

Baci,

Ale

15: festeggiamo con le pigne. 15: let’s have party with pinecones.

15: festeggiamo con le pigne. 15: let’s have party with pinecones.

Mi scuso in anticipo per la scarsezza delle foto ma non sono riuscita a fare di meglio!!

Oggi vi propongo un altro progettino semplice semplice per decorare casa: un festone molto natalizio.

Procuratevi: un nastro lungo almeno 1 mt, pigne, stecche di cannella, fiocchi di neve e se volete bacche rosse o rametti di pino!La realizzazione è davvero super semplice!

Legate insieme 3-4 stecche di cannella. Sul nastro legate le pigne, inserite I fiocchi e la cannella alternandoli e voilà il festone è presto fatto!

Io ne ho creato uno piccolo da mettere sul pianoforte. Non è ancora finite perchè devo aggiungere le bacche rosse ma sto aspettando perchè mi servono per un altro progetto!!! Quindi aggiornerò la foto presto!

Inviatemi le foto delle vostre creazioni o postatele sulle mie pagine Fb: A casa di Bridget e La boite des étoiles!

Vi ricordo che commentando, condividendo e postando su FB potete essere scelte per ricevere il regalino  di Natale!

I Apologise in advance for the lack of pictures but I did the best I can!! Today I propose another super easy project  to decorate the house: a Christmas festoon.
You need: At least 1 m ribbon, pine cones, cinnamon sticks, snowflakes, and if you want red berries or pine.
 Make it is  really super simple! T
ied Together 3-4 cinnamon sticks.
The ribbon tied on pine cones, Place of The flakes and alternating Cinnamon and voila festoon Is easily done!
I Have Created A little to put on the piano. And still not over because I have to add  red berries, but I’m waiting because I need them for another project !!!
So I will update pics  soon!
Please send me pictures of your creations or post them On my Fb pages: Home Bridget and La boîte des étoiles!
I remind you to commenting, sharing and posting on FB can be Choices for Receiving the Christmas gift!

Ale

 

 

14: piccolo albero di Natale. 14: Small Christmas tree.

14: piccolo albero di Natale. 14: Small Christmas tree.

Buon Mercoledì! Ci avviciniamo pian piano a Natale e io vi ricordo che il 24 oltre ad aprire la finestrella dell’ultimo tutorial svelerò anche il regalino che farò ad una di voi.

Oggi vi propongo un’altra piccolo decorazione questa volta frutto della fantasia di una mia collega. Siccome l’ho trovato molto carino ve lo propongo.

Ciò che vi occorre è semplicemente del cartoncino e della carta da regalo colorata.

Con il cartoncino formate un cono della grandezza che più vi piace. Prendete la carta da regalo e realizzate tante strisce larghe 1 cm e lunghe 15 cm. A questo punto divertitevi con la colla. Piegate leggermente le strisce e incollate l’estremità per chiuderle tutto intorno al cono. Infine per la punta con una carta dorata realizzate un altro piccolo cono.

ed ecco fatto una splendida decorazione!

Hi girls! hope u enjoy yr Wednesday! Here we are almost to Christmas day! I remind you that on 24 I will open last window of our calendar and I reveal also the gift I will send to one of you.

Today I will show you another small decoration. This time is coming from My colleague. As I found it really nice I will show you it.

You need simply cardboard and wrapping paper.

With the cardboard make a cone the size that you like. Take the wrapping paper and made many wide strips 1 cm long and 15 cm. Now have fun with glue. Slightly bent strips and glue the ends to close them all around the cone. Finally for the tip with a gold paper made another small cone.

Spero come sempre che vi sia piaciuto e vi ricordo di pubblicare se vi va le vostre decorazioni sulle mie pagine FB: A casa di Bridget e La boite des etoiles.  I hope you will like and I remind you can show me yr creations posting your pics on my 2 Fb pages (see links up).

 

Ale

7: piccolo albero di Natale. 7: tiny Christmas tree.

7: piccolo albero di Natale. 7: tiny Christmas tree.

Buongiorno stelline mie! Apriamo la finestrella del 7 giorno e vi troviamo questa piccolo decorazione facile e veloce.

Goodmorning beautiful friends! Let’s open the window of 7th day of our advent calendar and we find this small decoration super easy and super fast!

Vi occorre: cerchietti di legno di misure diverse, paillettes colorate, 1 pigna

U need: some wood circle in different size, coloured pailletes, 1 small pine cone.

Se volete aggiungete ciò che la fantasia suggerisce: glitter, cristallini, neve finta… io volevo un aspetto rustico e shabby.

If you want add everything your fantasy suggest: glitter, crystals, fake snow… I would have a simple, rustic and shabby effect.

A questo punto assemblate l’albero mettendo alla base, ovviamente, il cerchio più grande fino a mettere in cima quello più piccolo. Incollate la pigna in cima e poi decorate con le vostre paillettes, glitter…. ciò che vi piace 🙂

E’ un lavoretto semplice che potete fare con I vostri bimbi!

Let’s start! Make the tree first using from large  circle (at the base) to small at the top. Glue the pine cone on top and decorate as you want with glitter, paillettes… everything you like.

It’s a super easy project that you can do with your kids!

Spero vi sia piaciuto, a domani con il prossimo progetto!

Hope you like it, see you tomorrow with next project.

Ale

6: centrotavola. 6: centerpiece.

6: centrotavola. 6: centerpiece.

 6: centrotavola. 6: centerpiece. Buongiorno! Oggi faremo insieme un centrotavola facile facile.

Vi occorrono: 1 ciotola trasparente (la mia è blu perchè sembra fatto con la neve), pigne, stecche di canella, lucine led, bacche rosse, palline, fili Dorati… tutto quello che vi suggerisce la fantasia.

Ho sistemato tutto insieme nella ciotola tentando di dare un aspetto naturale.  6: centrotavola. 6: centerpiece. Purtroppo le foto non sono un gran che  ma vi assicuro che l’effetto è molto bello.

 6: centrotavola. 6: centerpiece. Le lucine illuminano e decorano allo stesso tempo fanno molto Natale 🙂

Today I show you how to do a supereasy centerpiece.

You need:

a bowl, pinecones, led lights, red berries, cinnamon, Christmas balls or everything about Christmas you want add.

Put everything in the bowl and done!

I’m sorry as pics are not wonderful but I assure you the effect is really really nice!

I hope u like and pls come to visit my fb pages: A casa di Bridget and La boite des etoiles!

See you soon

Ale