Applique Free Motion: realizziamo un asciughino.

Applique Free Motion: utilizziamo questa tecnica per realizzare una decorazione su un asciugamano da cucina!

applique free motion In cosa consiste la tecnica Free Motion per le applicazioni? In pratica consiste nel disegnare a mano libera con la macchina da cucire. E’ molto più semplice farla che a dirla!

Spero di essermi spiegata bene nel video di cui vi lascio il link:

CLICCA QUI PER IL VIDEO.

Come sempre ricordatevi che sono un’autodidatta per cui se non son tecnica perdonatemi. Il mio vuole essere un aiuto a chi vuole approcciare la macchina da cucire senza pretese.

applique free motion Come realizzare l’applique Free Motion?

Vi occorre un piedino speciale da trapunto aperto che serve appunto per trapuntare a mano libera.

Abbassate poi il trasporto della macchina con l’apposita levetta.

Infine PRIMA di tagliare l’applique provvedete ad incollare tramite stiratura la fliselina (Vliesovix) alla stoffa mantenendo la carta protettiva (che serve appunto a non farvi incollare il ferro al vostro lavoro 😛 ).

Una volta applicata la vostra decorazione ribattetela più volte (in genere io ripasso 3 volte). Et voilà il vostro lavoro è finito!

 

Spero che questo progetto vi sia piaciuto e se mi lasciate un like al video e al canale vi ringrazio :*

Un abbraccio,

Ale

 

Video collaborazione con Un po’ questo e quello!

Video collaborazione con la dolcissima Vincenza del canale Un po’ questo e quello!

Seguo il suo canale da un po’ e amo la semplicita’ con cui spiega e ci propone le idee e cosi le ho proposto una piccola collaborazione ispirandoci alla primavera!

video collaborazioneSe clikkate sul link trovate il mio video sul canale di La boite des etoiles.

Fiori di primavera

E qui vi lascio il link del bellissimo video di Vincenza:

Primavera in fommy

dove ha realizzato degli splendidi orecchini in fommy 🙂

SOno stata tanto contenta di questa collaborazione nonostante le sfighe varie successe ( mi si e’ brasato il Mac).

Spero che qs collaborazione vi piaccia come e’ piaciuta a noi 🙂

Fare questa video collaborazione mi ha davvero entusiasmata!

video collaborazione Ho provato ad usare la Big shot della Sizzix per creare questi orecchini 🙂

Spero vi piacciano.

IO mi sono tanto divertita a provare ad usare il mio regalo di Natale!

A presto,

Ale

Come mettere i capelli alle bambole Tilda.

Come mettere i capelli alle bambole Tilda?

Uno dei passaggi forse piu’ delicati e difficili quando si crea una bambola e’ quella di metterle i capelli. Ci sono diversi modi per farlo e oggi vi do qualche consiglio pratico!

come mettere i capelli alle tilda A volte ci si ingarbuglia o ci si arena perche’ non troviamo il filato giusto…

Ecco dunque qualche consiglio pratico  su come mettere i capelli alle  bambole Tilda!

Intanto vi suggerisco un piccolo video tutorial sul mio canale youtube (clikkate sul titolo qui sotto):

Come mettere i capelli alle bambole Tilda.

Poi armatevi di un gomitolo di lana normale del colore che volete (tipo baby merino che non sia troppo grossa) o di lana boucle’ se non volete spendere soldi nei gomitoli appositi.

Credetemi spesso spendiamo un sacco perche’ la moda ci impone un marchio o un’attrezzatura apposita ma possiamo tranquillamente trovare una sostituzione piu’ economica.

Per i capelli delle bambole va bene un gomitolo qualsiasi lavorabile con i ferri del 2.50/3.00 oppure la lana boucle’ che richiama i ricci.

Addirittura potete arricciare i capelli delle bambole… se vi interessa vi faccio un semplice tutorial!

E poi vi servono degli spilli per dividere la testina in sezioni e per arrotolare meglio i capelli.

Ago e filo per fissare il tutto 🙂

Per i passaggi seguite Il link del video 🙂

Vi consiglio anche il tutorial della Lampada Angelo QUI.

Trovate i passaggi fotografici su come mettere i capelli e la  spiegazione scritta!!!

Scusate se sono un po’ latitante ma purtroppo ho qualche problema familiare che spero si risolva bene.

 

Un abbraccio,

Ale

Sferruzzando compulsivamente.

Sferruzzando compulsivamente e senza sosta. Ecco cosa mi tiene in piedi in questi ultimi giorni frenetici.

sferruzzando Tra l’influenza che mi sta tormentando da domenica, la preoccupazione per mio suocero in ospedale e la Ele in pieno boom dello sviluppo mi ritrovo a cercare di rilassarmi sferruzzando qualsiasi cosa mi capita a tiro.

Ho iniziato (di nuovo!) il ponchetto per Genny con la lana pelosina Kid Silk della drops. Ho scelto il modello Candyfloss e mi sto dannando a seguire lo schema. Io non capisco… mi sembra di seguirlo scrupolosamente e invece mi ritrovo alla fine che mi manca una maglia. SEMPRE!

Ma come e’ possibile?

Dato che tra due giorni si parte per Terni ho pensato che me lo portero’ dietro. Non si sa mai che io riesca a superare lo scoglio dello schema ( e gia’ temo le diminuzioni). Fortuna che Genny e’ paziente!

sferruzzandoIntanto ho iniziato un altro progetto. Perche’ limitarsi ad uno quando se ne possono fare 4?

Sto sferruzzando un topo questa volta.

Il musetto e’ stato abbastanza facile. Anche se la scelta di usare il cotone al posto della lana non e’ stata felicissima.

Da un lato rimane compatto e ha una resa meravigliosa, dall’altro la poca elasticita’ del filato mi ha fatto sbottare in aramaico sugli aumenti.

Vediamo che esce 😛 nella speranza che sia guardabile.

sferruzzando La Ginetta centenaria e’ stata consegnata e io sono felicissima di aver fatto felice la mia amica e sua zia.

Non sono meravigliose?

Ora devo assolutamente finire il contadinello. Se solo riuscissi ad avere un pochino di tempo per stare alla macchina.

Non ho praticamente orari :/ e questo week end il torneo nazionale ci prendera’ il nostro poco tempo libero.

Ma ce la faro’!

Vi lascio il link al mio ultimo video sui ferri circolari nella speranza che possa esservi utile.

Maglia rasata con i ferri circolari a lavoro aperto.

Clikkate sul link e verrete indirizzati al video 🙂

Lavorare con i circolari e’ abbastanza semplice. Spero di poter ersser di aiuto.

Vi mando un abbraccio,

Ale

Associazioni di idee: video con Paola Style.

Associazioni di idee: un vecchio giochino che tutti abbiamo fatto almeno una volta in macchina.

O almeno io ci giocavo con mia madre assieme al trenino delle parole 😀

Lei diceva una parola e io le rispondevo con la prima cosa che mi veniva in mente e cosi via.

Era divertente il giochino delle associazioni.

Ho riproposto questo piccolo gioco alla mia amica e collega Paola Style.

Ne è nato un video carinissimo sulle associazioni di idee tra le mie creazioni e i suoi film.

Paola è un’amante del cinema e dei film e abbiamo giocato cecando di vedere se trovavamo una connessione tra le mie creazioni e i suoi film.

Ne è uscito un piccolo video dove parliamo di film e idee.

E come sempre ridiamo come pazze!

Vi lascio il link del video qui:

https://www.youtube.com/watch?v=4ICENEz7xrU

E se vi va andate a vederlo 🙂

In arrivo sul canale anche un piccolo tutorial su come realizzare un orsetto in stoffa!!!

associazioni Spero che vi piaccia e se vi va iscrivetevi al canale!

Propongo sempre qualche idea e qualche tutorial da realizzare insieme 🙂

Buon mercoledì,

Ale

 

week end Tildoso e produttivo.

Week end all’insegna della famiglia e del relax questo che e’ appena passato.

Talvolta necessitiamo di prenderci una pausa, uno stacco da cio’ che e’ il ritmo quotidiano.

Questo week end abbiamo detto di no a tutti.

week end Ma qualcosa sono riuscita a produrre. Intanto la tilda Lori sta aspettando che crei il suo Michele.

Mi diverte molto questa cosa di rappresentare inuna bambola le persone. Lori e’ una bionda giardiniera che io ho creato per una ragazza pimpantissima. Lei dice che e’ proprio lei e che l’ho rappresentata bene.

Speriamo 🙂

Michele latita un po’. A fare i maschietti ho piu’ difficolta’. Comunque in queste sere vedro’ di lavorarci su perche’ la sto facendo aspettare da troppo.

week end Sabato poi mi sono dedicata ad una tilda ancora piu’ speciale. Dedicata ad una zia che nel week end compira’ 100 anni.

Le sue nipoti han deciso di regalarle una Tilda che rispecchi la signora.

Cosi in questo week end calmo e tranquillo e’ nata la Ginetta.

week end Nel crearla ne ho approfittato per girare un video su come si mettono i capelli perche’ di consighli non se ne trovano molti e puo’ esser utile.

Non so ancora se sono riuscita a riprendere bene. Purtroppo faccio fatica con il trespolo.

Se mi volto indietro a guardare la prima che ho creato mi sembrano passati anni luce.

Chi mi segue su Facebook sa che ci siamo poi concessi un giretto alla scoperta della mia citta’: Milano. Una citta’ che io sto imparando ad amare.

E’ stato un momento unico che mi sono goduta fino in fondo ammirando da turista e non da abitante.

Fateci caso: tendiamo a elogiare cio’ che ci sta intorno ma non apprezziamo cio’ che viviamo nel quotidiano.

E come e’ andato il vostro week end?

 

Intanto vi lascio il link ad un Tutorial che qui sul sito ancora non ho pubblicato:

Fatemi sapere se qs tutorial vi sono utili e come posso migliorarmi 🙂

Vi auguro un sereno martedi e vi mando un abbraccio,

ALe

 

 

 

Coperta da lavorare con le braccia!

Coperta da lavorare con le braccia per imparare la manualita’!

coperta Chi di voi mi segue sulla mia pagina FB sa che sabato ho fatto con la mia famiglia uno splendido giro a Milano, la mia citta’. Pensavo di farvi un piccolo post sulla nostra passeggiata mostrandovi delle chicche pressoche’ sconosciute ai piu’. Che ne pensate?

Ma oggi vorrei parlarvi di tutt’altro. Prima di iniziare la nostra passeggiata milanese ho voluto andare a vedere da Zucchero Filato, una merceria che mi ha scovato su Instagram e che subito mi ha attratto per la vetrina colorata e il banco delle lane disposte come un banco del mercato.

coperta La proprietaria e’ molto competente e di una dolcezza unica e tra una chiacchiera e l’altra ho preso dei gomitoli (strano… 😛 ) e altre cosine che potete trovare se andate sul mio canale Youtube!

Vi lascio comunque qui il video:

Mentre gironzolavamo per il coloratissimo negozio abbiamo scovato in un cesto della lana formato gigante.

Ele mi chiama per chiedermi: ma come la lavori? E io: con le braccia! Puoi farci una coperta.

Sgrana gli occhi incredula per poi esclamare entusiasta: mamma me la comperi?

coperta Voglio fare una coperta per Rudy, la mia renna.

Come posso negare una copertina fatta a mano alla renna Rudy? Fortuna che il filato era in offerta!!!

Ieri pomeriggio in un momento di relax davanti alla tv decidiamo di non perdere tempo e iniziare a tricottare selvaggiamente.

Stimolare la manualita’ dei ragazzi e’ importante. Vedere che con le loro mani puo’ nascere qualcosa da loro fiducia e poi si sa che la maglia e’ un antidepressivo naturale!

coperta Cosi piano piano Ele ha messo su i punti sul suo piccolo braccio seguendo un tutorial e da sola si e’ messa a fare la coperta.

E’ un lavoretto adatto ai ragazzi perche’ non richiede una manualita’ incredibile e soprattutto la terminano in un’oretta neanche.

coperta Elettra entusiasta della sua creazione ha subito portato la copertina sul letto. Ma siccome Rudy la renna vuole dormire con lei (…) Miss Piggy ne ha approfittato e si e’ sistemata proprio bene devo dire!!!

Stimolate sempre i vostri ragazzi. Non lasciateli da soli davanti alla tv o al cellulare. La loro mente e’ come un campo. Se non lo arate e non lo seminate e’ difficile che ne esca qualcosa oltre alle erbacce.

Abbiate cura del tesoro che avete messo al mondo. Un bambino amato e seguito sara’ felice. E un bambino felice sara’ un adulto sereno e giusto.

Buon lunedi!

Ale

 

Collaborazione con L’angolo creativo!

Collaborazione fresca fresca con le ragazze dell’Angolo Creativo, uno dei gruppi che seguo su FB.

Mi è stato chiesto un tutorial di maglia per questa collaborazione che  mi ha resa davvero felice e orgogliosa!

Anche perché ho sempre paura di non essere all’altezza.

Per loro ho pensato di realizzare un topolino che poi ho applicato ad una fascia per capelli che la mia piccoletta mi ha richiesto, quindi parte del merito va ad Ele.

collaborazione

Vi lascio dunque al video che troverete sul canale dell’ Angolo!

Tutorial topolino

Buona visione!!!!

 

 

 

Come organizzare la craft room?

Come organizzare la craft room?

Spesso mi sono  posta questa domanda. Come organizzare il mio spazio creativo in modo intelligente?

Come organizzare la craft room? Lo so sono fortunata ad avere questo piccolo spazio adibito al mio hobby. Una piccola play room 🙂

Quando ci entro tutto si scorda e mi rilasso completamente avendo a disposizione tanti materiali vari.

Ma spesso accade che incasino tutto. Dopo Natale la mia craft room sembrava un campo di battaglia e non  si capiva piu’ nulla.

Stoffe per terra, di lato, perline ovunque, automatici in 4 punti diversi… per una che come me crea con tecniche diverse puo’ diventare problematico.

Come organizzare la craft room? Come organizzare la craft room senza impazzire ogni volta?

Innanzitutto declutter. Come sempre e’ un salva vita!

Buttiamo via cio’ che non serve, cio’ che pensiamo potrebbe servire un giorno e son 5 anni che sta li a fare polvere.

E come sempre procediamo per gradi. Sapete che il metodo Konmari a bene per chi e’ minimal. Ma per chi come me ha lo stesso quantitativo di un negozio diventa una tragedia poi svuotare e riordinare.

Quindi partite da un lato e pian piano scaffale dopo scaffale seguite il solito procedimento: svuotare, pulire, buttare, riordinare.Funziona sempre!

Come organizzare la craft room? Avvicinate gli articoli per natura: i tessuti con i tessuti, i decori con i decori, i nastri con i nastri… ecc, ecc..

In questo modo saremo meno dispersive e troveremo tutto subito. Mi sono armata di cotenitori e scatole per radunare i gomitoli, i sonaglini, le varie perline.. insomma ora almeno so dove ho le cose.

Etichettate le scatole! A meno che siano trasparenti e avete possibilita’ di vedere dentro.

I tessuti piegateli e suddivideteli o per colore o per decoro. Io inizialmente li avevo suddivisi per colore ma vedo che e’ piu’ il decoro che mi aiuta a trovare cio’ che voglio.

Infine i nastri: radunateli in una cesta oppure prendete una di quelle asticelle da cucina per lo scottex o quelle per appedere le tende e infilateli. In questa maniera potete tenerli ordinati. 🙂

Vi lascio il video dove vi mostro il mio buco creativo!

Spero possa esservi di aiuto 🙂

A presto,

 

Ale

 

 

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro!

Lezioni di maglia: impariamo ad avviare il lavoro mettendo su i punti e la maglia rasata!

Finalmente ecco che ci sono riuscita a girare il primo video su come si lavora a maglia.

Grazie a Paola che mi ha aiutato riprendendomi.

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro e impariamo la maglia rasata.

Vi lascio il link del video QUI

Oggi impariamo a mettere i punti e ad avviare il lavoro con uno dei punti base: la maglia rasata.

Partiremo con un ferro a dritto e poi il rovescio.

Spero sia chiaro. Una cosa sicuramente che devo fare è riprendere più da vicino… fortunatamente la maglia rasata la conoscono tutti.

La prossima lezione avvieremo il lavoro sui ferri circolari con il metodo continentale 🙂

Spero che le mie lezioni di maglia possano esservi utili!

Fatemi sapere se è chiaro, altrimenti lo giro di nuovo 🙂

Un abbraccio,

Ale