Fungo Shabby: finalmente il video tutorial.

Fungo Shabby: ce l’abbiamo fatta!!!!

fungo shabbyScusatemi se questo tutorial ha avuto degli intoppi ma tra il fatto che la mia fotocamera non ne voleva sapere, il fatto che non riuscivo ad inquadrare le mani, che non riuscivo a fare questo e quello… poi la fiera… bla bla bla…

Finalmente dopo un mese e rotti ci sono riuscita!

Ed ecco finalmente il fungo shabby tutorial!

Intanto vi lascio qui il link del cartamodello che, come potete vedere, e’ molto molto semplice.

Il cerchio potete farlo della grandezza che volete.

Attenzione: i funghettiu non stanno in piedi da soli: dovete incollarli su una base 🙂

Vi dico tutto nel video!!

Fatemi sapere se c’e’ qualche passaggio poco chiaro.

Alla fine trovate un sondaggio: ditemi se come prossimo tutorial volete vedere il Gufo cuscino o il punta spilli 🙂 per sapere di cosa parlo guardate il video 🙂

E se avete voglia iscrivetevi al canale :*

Vi mando un bacio,

Ale

 

Zucca di stoffa: il primo tutorial.

Zucca di stoffa: realizziamola insieme!!!

https://www.youtube.com/watch?v=_KrKKgrVdGo&t=70s

Buongiorno ragazze!!

vi lascio il mio primo, frettoloso tutorial! Scusatemi se non e’ perfetto ma ho qualche problema con le riprese ma volevo comunque lasciarvi qualcosa 🙂

Nel video continuo a dire stecca dik vanifglia ma in realta’ e’ una stecca di cannella… Perdonatemi l’ho montato alla 1 di notte 😛

Insieme realizziamo una simpatiza zucca di stoffa! zucca di stoffa

Facile e veloce e molto carina da mettere in mostra sulla tavola 🙂

A me l’idea e’ piaciuta tanto che ne sto realizzando di varie misure anche con stoffe colorate 🙂

workshop in fiera  Vi ricordo inoltre che SABATO 21 OTTOBRE saro’ presente insieme a Paola Style e Simona Candido ad ABILMENTE VICENZA!!

Grazie al gruppo L’angolo creativo di Facebook che ci ha dato la possibilita’ di poter essere presenti  presentando i nostri progetti.

IO saro’ presente con due corsi e insieme faremo un orsetto a maglia!!!!

 

Vi aspetto!!!

Un bacio Ale

Tutorial: angelo luminoso. Ricicliamo insieme!

Tutorial angelo luminoso.

tutorial angelo  Nonostante sia solo autunno in questi giorni sono in pieno mood natalizio. Forse perche’ amo questo periodo dell’anno con il freddo, la neve e la gioia dell’attesa, la veglia notturna che ci trova tutti attorno ad un tavolo.

Ho iniziato a realizzare alcune cose per natale e ieri pomeriggio ho pensato di fare questa decorazione luminosa. E’ davvero facile e di effetto e la posizionero’ poi all’entrata di casa.

Oggi vorrei farvi un regalo e visto che vi e’ piaciuto tanto sia su instagram che su facebook ho pensato di condividere con voi il tutorial di questo angioletto luminoso.

Pronte per il tutorial dell’angelo?

Tutorial angelo

Vi occorreranno:

forbici

filo da ricamo

filo per cucire

macchina da cucire

1 quadrato di stoffa di cotone beige chiarissimo (per la faccia e il busto) di 15 x 15 cm

1 quadrato di garza rossa o stoffa leggera rossa 50 x 50 cm

1 quadrato di stoffa leggera (la fantasia sceglietela voi) 50 x 50 cm

1 rettangolo di stoffa bianca 15 x 10 cm

Imbottitura piatta 15 x 10 cm

Imbottitura in fiocchi per il busto

1 nastro rosso

1 nastro di pizzo beige o bianco

1 sonaglietto

colla a caldo

lana per i capelli

acrilico per gli occhi

spilli

fard

1 bottiglia di salsa vuota

lucine a led

Procedimento:

 tutorial angelo Prendete una bottiglia di salsa e dopo averci fatto un bel sughetto lavatela bene, togliete l’etichetta e asciugatela.

Con la stoffa beige in doppio (dritto contro dritto) tracciate il contorno del busto, cucite ricordandovi di lasciare un apertura alla base di circa 4cm per imbottire e ritagliate la sagoma ricordandovi di lasciare 0.5 cm di stoffa dalla cucitura. Risvoltate e stirate.  tutorial angelo

Nella stessa maniera cucite le ali ricordandovi di mettere: imbottitura piatta e i due pezzi di stoffa. In questo modo quando risvoltate l’imbottitura sparira’ all’interno.

Imbottite il busto con l’imbottitura a fiocchi e chiudete a punti nascosti sia le ali che il busto.

 tutorial angelo A questo punto ricamate le ali con punto scritto. IO ho fatto delle specie di girelle ma voi potete trapuntare come preferite.

Procediamo ora a mettere i capelli al nostro angioletto. Aiutatevi con gli spilli e posizionate la lana nera creando una pettinatura.  tutorial angelo

Fissateli alla testa cucendoli con un filo in tinta. IO preferisco cucirli e non incollarli ma voi applivateli come piu’ vi e’ comodo.

Una volta fissati i capelli possiamo creare la faccina. Con uno spillo a punta piatta o un dotter fate due puntini per creare gli occhi. Una volta asciutti sfumate il fard per fare le due guance.

A questo punto appicate un nastro rosso e sopra il nastro in pizzo. Anche qui se volete potete cucirli oppure incollarli. Applicateli attorno alla base del busto come fosse uno scialle.  tutorial angelo

Incollate poi il busto alle ali.

Il grosso del lavoro e la parte piu’ complicata l’abbiamo finita!

Prendiamo ora la nostra bottiglia di salsa. Inseriamo all’interno le lucine led. Il filo e’ piatto per cui vi bastera’ appoggiare il tappo e sara’ stabile e bloccato.

Sfrangiate se volete la garza rossa. Io l’ho fatto per dare un po’ di movimento. Incollatela con la colla a caldo sul tappo. Fate in modo che la punta del quadrato sia davanti in modo da avvere una gonna piu’ lunga.

Prendete l’altra stoffa e piegatela in due formando un triangolo.  tutorial angelo Fate una filza da punta a punta. Questo vi servira’ per creare un’arricciatura.Una volta fatta incollate il tessuto sopra la garza e sistemate la drappeggiatura.

Incollate quindi il busto sul tessuto, incollate un fiocco al quale avete applicato un sonaglietto come decorazione e voila’ il vostro angelo e’ finito!

 tutorial angelo Spero che qs tutorial vi sia piaciuto come e’ piaciuto a me realizzarlo. Se vi serve aiuto scrivetemi nei commenti 🙂

tutorial angelo

Vi ricordo il mio workshop il 7 ottobre a Milano. Vi lascio qui il il link del post. Vi aspetto per fare colazione insieme!!!

 

Aspettando il Natale: gli angioletti orsetti.

Gli angioletti orsetti sono arrivati in una mattina di pioggia qui a Radkersburg. IN realtà una prova l’avevo già fatta a casa creando un orsetto tutto bianco da appendere al nostro albero di Natale.

angioletti orsetti  Ho in mente veramente di crearne diversi da appendere all’architrave in taverna. Abbiamo lasciato un festone in finto pino al quale metto sempre le lucine. Pensavo di creare un po’ di orsetti e un po’ di coniglietti usando materiali diversi.

angioletti orsetti La scorsa Pasqua avevo creato i coniglietti da usare come spilla. Siccome come idea era piaciuta molto ho pensato di creare anche degli orsetti.

Non solo da appendere ma da utilizzare come spille per ravvivare borse, maglioni o una semplice sciarpa.

Mi piacciono molto queste piccole creazioni di maglia. Qui in Austria ho avuto modo di lavorare parecchio ai ferri. Perché non potevo portarmi dietro la macchina da cucire.

E’ come aver scoperchiato il vaso di Pandora. Forse perché avendo del tempo a disposizione intanto che sferruzzo penso a cosa creare per il Natale.

Sto lavorando anche ai topolini che mi tanto mi piacciono.

angioletti orsetti  Dato che su Instagram e sulla mia pagina Facebook vi sono piaciuti ho pensato di scrivere il pattern che troverete nel mio negozio Etsy.

Questi angioletti orsetti sono semplici da realizzare. Il pattern l’ho scritto specificando ogni passaggio e l’ho corredato di foto in modo che sia più chiaro.

Ma come sempre per qualsiasi informazione potete tranquillamente contattarmi.

angioletti orsetti Mi piacciono tantissimo. Pensavo di decorare le alette con qualche rocaille colorata per illuminarli. Che ne pensate?

Ora mi vesto. Nonostante la pioggia andiamo a prendere le ultime cose e cominciamo a fare i bagagli.

Si torna a casa. Un po’ a malincuore ammetto. Perché mi sono davvero rilassata tanto qui.

A presto,

Ale

 

Tutorial angelo in pannolenci.

Angelo in pannolenci

angelo in pannolenci Come promesso eccomi qui con questo piccolo e super veloce tutorial.

Ho realizzato questi angioletti 3 anni fa per alcune delle mie follower. Volevo che portassero loro tantanta serenità e gioia in occasione del Natale.

Realizzare questo angelo in pannolenci è davvero super semplice.

Vi occorreranno:

pannolenci verde

pannolenci rosa

pannolenci giallo

pannolenci bianco

pannolenci fucsia

tulle

imbottitura

filo da ricamo

1 bottoncino

colla

Siete pronte? Cominciamo.

Innanzitutto occorre che disegnate un piccolo cartamodello come questo della foto. angelo in pannolenci Tentate di disegnarlo in modo omogeneo e proporzionato. Disegnate un tondo per la faccina dell’angelo all’incirca grosso come una moneta da 1 euro. Disegnate poi un pallino che corrisponderà alle due gote e al naso.

Un cuore rovesciato e avrete il corpo. Disegnate una sorta di quadrifoglio per le ali più larghe rispetto al corpo. Infine disegnate i capelli nella forma che più vi piace.

Ritagliate i vari pezzi e riportateli 2 volte sul pannolenci.

Questo significa che dovrete ritagliare dal pannolenci rosa chiaro due tondi per la faccina, dal pannolenci verde due cuori per il corpo, dal pannolenci giallo due capelli e dal pannolenci bianco due ali. Dal pannolenci fucsia ricavate le due gote e da quello rosa il nasino.

Iniziate dalla testina dell’angelo in pannolenci.

Cucite con del filo da ricamo e con punto a festone i due lembi per unirli avendo l’accortezza di lasciare uno spazio aperto nella zona del mento. angelo in pannolenci

Questo spazio vi servirà per poter attaccare il corpo.

Imbottite la testina ma non troppo. Deve risultare piatta.

A questo punto tenetela da parte e cucite il corpo. Imbottitelo e applicatelo alla testa usando della colla.

Cucite le due alette ricordandovi di mettere in mezzo ai due lembi il tulle. Ripiegatelo come se doveste fare un ventaglio in modo da creare delle pieghe. Cucite le ali con un semplice punto e ricordatevi di imbottirle senza esagerare.

Incollatele poi al corpo.

Ora procedete ad applicare i capelli. Incollateli alla testina. A questo punto incollate sulla faccina le gote e il nasino. Ricamate gli occhi con un punto a nodino. angelo in pannolenci

Se volete potete decorare le guancette con il filo da ricamo come nella mia foto ma è facoltativo.

Il vostro angelo in pannolenci è pronto 🙂

Io l’ho regalato a Natale con la preghierina. Può essere usato come bomboniera o chiudipacco per un regalo.

Spero di essere stata chiara con la spiegazione. Purtroppo qui in Austria non ho modo di caricare i cartamodelli sul drive.

Un abbraccio,

Ale

 

 

Da un vestito a un bracciale: ricicliamo!

bracciale

bracciale Una cosa che amo fare è quella di poter dare una nuova vita alle cose cambiando loro la destinazione.

Al giorno di oggi si sprecano un’infinità di materiali. Non diamo più peso alle cose come si faceva una volta. A me piace recuperare, incastonare ricordi in un qualcosa che può essere riutilizzato. Come ad esempio questo bracciale.

Poco tempo fa sulla mia pagina Facebook ho postato la foto di un vestito della mia bambina che era diventato piccolo e stretto. Un vestitino chiaro ed estivo che sua cugina le ha donato in occasione della cresima.  bracciale

La stoffa morbida morbida e quasi impalpabile e tanti colori che racchiudono l’estate, i tropici e le vacanze.

Così ho pensato a come poterlo riutilizzare e ho avuto diverse idee.

La prima cosa cui ho pensato è stata quella di racchiudere il sole e le vacanze in un bracciale che ravvivi le mie serate.

E ho pensato di lasciarvi il tutorial perché è davvero super facile!

Così anche voi potrete portare con voi una stoffa che vi piace di quella maglietta che amavate ma si è rovinata o di quel vecchio abito chiuso da secoli nell’armadio.

Come sempre prima recuperiamo eventuali bottoni, decorazioni e cerniere.

Per realizzare questo bracciale vi occorreranno:

-1 metro da sarta

-due pezzi di stoffa almeno 20  x 10 cm e uno 20 x 20cm

-nastro in tinta o chiusura decorativa

-pailletes, rocailles, perline, bottoni… tutto ciò che vi viene in mente per decorare

-carta termofusibile

-filo in tinta

-fliselina per applicazioni

-fantasia

Innanzitutto misuratevi il polso in modo da regolarvi con la stoffa e su un foglio disegnate la sagoma del bracciale (un rettangolo se volete farlo semplice).

Tagliate il cartamodello e trasferitelo sulla stoffa. Poi riportatelo sulla carta termofusibile ma in scala un pochino ridotta (io ho lasciato 0.5cm di bordo) per poter avere un margine di cucitura.

bracciale Se la stoffa, come nel mio caso, ha una stampa particolare tenete conto che dovete piegarla in due e dovrete centrare il disegno.

bracciale Stirate la carta termofusibile sulla stoffa. Questo conferirà al bracciale un a lieve rigidità e struttura.

A questo punto piegate il vostro bracciale e ripiegate i bordi cucendo a mano.

bracciale Su un altro pezzo di stoffa riportate mezza sagoma.

Rinforzate usando la flisellina.

Applicate al bracciale i due nastri o la chiusura dopo di che coprite incollando la mezza sagoma.

A questo punto non vi resta che decorare il vostro bracciale a vostro gusto!

braccialebraccialebraccialebracciale

Provate il bracciale mentre lo state lavorando n questo modo avrete un’idea di come verrà.

Io ho applicato dei cristalli, una perla e dei tubetti verdi. Cucite con delicatezza e fissate bene le perline.

E’ un lavoretto semplice 🙂

Spero che questo tutorial vi piaccia. Il bracciale lo metterò su Etsy nel mio negozio assieme agli orecchini. Devo rimpolpare un po’ le inserzioni perché me ne stanno scadendo alcune che non rinnoverò.

Se ti è piaciuto questo bracciale qui trovi il link a un altro bracciale: il capriccio 🙂

Un bacio,

Ale

 

 

 

 

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Buongiorno amiche!

Finalmente e’ venerdi’ e siamo giunti al termine di questa lunga settimana. Per me e’ stata complicata perche’ la mia piccolina e’ andata a Terni da sola a disputare gli italiani di categoria ed e’ entrata in piena crisi. Nonostante tutto ha portato a casa la medaglia d’oro del doppio femminile!

Prima di partire pero’ volevo lasciarvi questo piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Nonostante la sua imperfezione in molti mi avete chiesto notizie di questa pochette e dell’applique che ho realizzato. Il progetto e’ tratto da uno dei libri Tilda che Tone Finnanger ha scritto, perdonatemi non ricordo il nome.

A me e’ piaciuta tantissimo e mi sono riproposta di utilizzare questa tecnica per altre idee che ho in testa. Ammetto che la preferisco alla solita tecnica dove l’applique e’ piatta e richiede l’uso della carta termoadesiva.

Come si procede? Innanzitutto preciso una cosa: io sono autodidatta e quindi vado un po’ a intuizione e un po’ ci provo. Quindi questo significa che potrebbe non essere la tecnica corretta, e’ solo il come ci sono arrivata io.

Innanzitutto disegnate la vostra applique e create il cartamodello. Nel mio caso ho utilizzato il disegno proposto da Tilda. Quindi sulla carta scomponete il disegno e create il piccolo cartamodello per ogni parte dell’applique.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Riportate il modello sul rovescio della stoffa e cucite il contorno. NON dovete lasciare aperture. Cucite tutto.

Qui per esempio ho fatto le ali dell’angioletto. Vi consiglio di usare un cotone che non sia spesso, farete meno fatica e sfilaccia meno.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Tagliate lasciando un margine minimo. Attenzione a non tagliare il filo o troppo vicino perche’ rischiate che a rivoltare vi si creino buchi. Ho usato una forbice a zig zag che mi aiuta per non far sfilacciare e mi evita i taglietti sulle linee curve. Anche se sull’aletta le ho fatti lo stesso per aver un risultato migliore.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Con una forbicina ho l’attrezzino che si usa per le asole fate un taglio. Questo vi permettera’ di risvoltare il lavoro. Il taglio verra’ poi nascosto sul rovescio. Non c’e’ bisogno di cucirlo per chiudere. Tanto l’ala va poi cucita sulla stoffa!Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Una volta che avete risvoltato tutti i pezzettini posizionate sulla stoffa e ricomponete la vostra applicazione puntando gli spilli. Questo vi permettera’ di avere la visione completa e di cucire in modo corretto e nella posizione giusta.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Cucite l’appicazione con punti nascosti. Il taglio che avete fatto per risvoltare lo nascondiamo sul retro in modo che appaia solo il lato perfetto.

Piccolo tutorial: applique in rilievo Tilda. Una volta cucite le parti e ricomposto l’applique ricamate i capelli dell’angioletto e le ali. Io qui sono stata scema perche’ ho usato per la faccina un avanzo di stoffa della borsa…. inutile dirvi che e’ stata durissima ricamare i capelli. Ma l’esperienza, si sa, aiuta molto quindi usate un cotone non spesso. 😛

Dipungete gli occhietti con una capocchia di spillo o un dotter proprio come per le bamboline Tilda.

 Cucite poi il vostro progetto e terminate colorando le guanciotte.

E voila, il lavoro e’ fatto!

Spero di esser stata chiara con le spiegazioni… purtroppo io non sono cosi’ esperta.

Se avete voglia passate a trovarmi sulla mia piccola pagina FB, sara’ un vero piacere!

Un bacio

Ale

 

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli! Ciao Ragazze! In molte mi avete chiesto come realizzare i cotoncini riutilizzabili e ho pensato di creare questo piccolo tutorial. Spero di essere chiara ma credetemi realizzarli e’ davvero semplice!

Vi occorrono:

1 asciugamano (io per i miei ho usato un asciugamano che non utilizzavo piu’)

stoffe colorate

fliselina

 

Vi lascio qui il pattern per poterli realizzare. Io li ho fatti tondi ma voi potete realizzarli anche quadrati se preferite.  Tutorial: creaimo i pads di cotone riutilizzabilli!

Hi Girls! As in many u asked me how to do my reusable pads I thought to write this small free tutorial. I hope to be clear but believe me it’s really simple create them.
You will need:
1 towel (x my pads I used an old towel)
coloured fabrics
interface
I leave here free pattern to use for them. I did them round but if you prefer u can do squared.

Con il ferro da stiro caldo attaccate la fliselina in modo da dare un minimo sostegno alla stoffa. Quest’operazione rende piu’ semplice attaccare la stoffa all’asciugamano quando andrete a cucire.

A questo punto ritagliate i vari cerchi utilizzando il cartamodello che vi ho allegato.

Unite il cerchio di stoffa all’asciugamano aiutandovi con uno spillo e cucite a macchina utilizzando un punto per bordare. IO ho utilizzato un punto come qs: VVVVVVVVV molto stretto.

Fine del lavoro: avete i vostri pads.

Se li volete piu’ spessi utilizzate un cerhio di asciugamano al posto della stoffa. In questo caso avrete due strati di asciugamano.  Io li preferisco leggeri.

Reusable round cotton pads. Dischetti di cotone riutilizzabili. With iron glue the interface to fabric just to give support to  fabric. This thing helps you when you will sew towel to fabric. Now. cut all rounds from fabric and towel using my pattern. Attach round fabric to round towel using a needle and go to sew using a stich for edges. Just to let you understand (i’m sorry I don’t know how it’s called in English) I used this kind of stitch: VVVVVVV.
End of story: your pad is done. If you prefer have more a pad more weighty use a towel round instead of fabric. So you will have 2 towel rounds. I still prefer more light so I use fabric+towel.

Spero che questo piccolo tutorial vi sia di aiuto,

I hope this tutorial could helo you!
A big hug 

Ale

 

 

 

 

 

 

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.Tra poco è Pasqua e io ho pensato di realizzare questo simpatico coniglietto da appendere alla porta e siccome è tanto che non propongo un tutorial ho pensato che sarebbe stato carino come progetto. Spero vi piaccia 🙂

Ready to start?

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Il coniglietto misura all’incirca 50 cm ma voi potete realizzarlo della misura che volete.

Per farlo vi occorrerà:

un bel pezzo di stoffa di cotone dai colori primaverili della grandezza che volete. Ovviamente tenete conto dei margini di cucitura e che lo dovete mettere in doppio.

Imbottitura

Nastro alto 2 cm

Nastro alto 1 cm

Filato di cotone che preferite: io qui ho usato due tonalità di rosa

1 sonaglio grosso

1 pezzo di fil di ferro lungo 15cm circa

filo per cucire

Cominciate con il disegnare il cartamodello su un cartone o su un paio di fogli. Purtroppo non trovo la foto del mio cartamodello ma realizzarlo è molto semplice in quanto è solo una sagoma stilizzata qui potete trovarlo in piccolo. Usate due cerchi di due dimensioni diverse: quello grande per il corpo quello piccolo per la testa del coniglio.

Io ho utilizzato due piatti: un piatto piano e un piattino da frutta.

Disegnate prima il contorno del cerchio più grande e poi sopra disegnate la testa con il cerchio più piccolo. A mano libera disegnate le due orecchie tentando di centrarle. Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Ora che abbiamo realizzato il cartamodello possiamo procedere a cucire.

Prendete la stoffa e piegatela in due dritto contro dritto. Appoggiate il vostro cartamodello su uno dei due rovesci e con l’apposita matita, gessetto o penna disegnate il contorno del coniglio.

Cucite solo il contorno esterno del coniglio: I punti di giunzione tra I due cerchi e con le orecchie non vanno cuciti. Altrimenti non potrete riempirli.

Ricondatevi di lasciare lìapertura in fondo per poterlo imbottire!

A questo punto risvoltate e stirate. Riempite il coniglietto e cucite l’apertura con dei punti nascosti.

Tutorial: coniglio da appendere alla porta.Legate il nastro da 1 cm intorno al collo e fate un bel fiocco con quello da 2 cm. Io ho scelto due colori contrastanti. Infine cucite con due punti il sonaglio.

Piegate poi il filo di ferro a U e arrotolate con una pinza le due estremità che andranno cucite poi alle orecchiette: avrete così fatto il gancino per appenderlo.

Oranon vi resta che realizzare un bel pom pom e attaccarlo con la colla sul sederotto! Tutorial: coniglio da appendere alla porta.

Voilà ora potete appendere il vostro coniglietto dando un tocco primaverile alla porta 🙂