Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Questa settimana stiamo continuando la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero piano.

Questa settimana ci stiamo dedicando alla cucina. IO penso che bene o male siamo tutte organizzate in cucina: pentole con le pentole, piatti con I piatti… un discorso a parte (e  nel mio caso una settimana a parte) sarà invece la dispensa.

Dal momento comunque che ci troviamo a svuotare e “declutterare” la cucina approfittiamone per pulirla naturalmente!

Oggi quindi vi passo la ricotta per realizzare in casa lo sgrassatore. Pochi sanno che spesso I prodotti acquistati nella grande distribuzione non puliscono a fondo (come per esempio I detersive della lavatrice che son pieni di sbiancanti ottici) e che pagando un quarto di quello che si paga a comprarli otteniamo una scorta infinita di detergent. In più sono eco, naturali e non aggrediscono la ns pelle.

Molti sono convinti che solo la roba chimica o gli acidi puliscano a fondo ma non è proprio vero.

Pronte?

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Per fare questo sgrassatore vi occorre: 1lt di acqua distillata o decantata (io riuso l’acqua del deumidificatore o del condizionatore), 100 grammi di sapone di marsiglia, 1 cucchiaio di bicarbonato.

Questa è la base.

Se lo volete più sgrassante potete aggiungere 2 gocce di detersivo dei piatti (homemade o ecobio) mentre se volete profumarlo potete aggiungere 5gc di olio essenziale ricordandovi che:

limone e lavanda disinfettano.

 

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Grattugiate il sapone di marsiglia e ponetelo in una pentola di acciaio pulita con l’acqua. Fatelo sciogliere a fuoco dolce.

Una volta liquido a fuoco spento aggiungete il bicarbonato. Questo non solo implementa l’azione di pulizia ma aiuta anche a non fare solidificare di nuovo il sapone.

Una volta raffreddato aggiungete gli altri due ingredienti se volete e travasate in uno spruzzino. Io ho riutilizzato quello dello sgrassatore commerciale.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.Ora non guardate la data della mia etichetta perchè ho usato la foto che avevo fatto per l’articolo sul mio vecchio blog.

Parlando di etichette…. Mi raccomando quando spignattate etichettate indicando che cosa è e gli ingredienti usati. Fondamentale è la data di produzione. Questo perchè noi lo realizziamo in casa senza cose chimiche che lo stabilizzano o lo conservano.

Realizzate poco per volta. A meno che non siate delle pulitrici seriali 😛

Io mi trovo benissimo con questa ricotta e ci pulisco quotidianamente tutte le superfici, e la cucina.

attenzione!

Sulle superfici delicate o sul marmo fate una piccolo prova prima. Ricordatevi di sciacquare sempre. Come tutti I detergenti anche lui nel suo piccolo è aggressivo.

Un ultima cosa: se volete aumentare un pò la conservazione potete aggiungere dell’alcol alimetare.

Un abbraccio

Ale!

 

 

 

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucinaAbbiamo iniziato la settimana scorsa la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate il post con il piano intero.

Abbiamo visto quindi come gestire la posta, l’archiviazione dei documenti e gestire il “centro di comando” ovvero il luogo dove pianifichiamo, archiviamo, gestiamo casa.

Questa settimana invece parliamo di un altro fulcro della casa: la cucina, l’organizzazione dei pensile e della dispensa.

Devo dire (strano ma vero) che la mia cucina non ha bisogno di essere organizzata: così come è per le mie esigenze va benissimo. Lo stesso non posso dire della dispensa… che richiederà un pò di tempo… e io questa settimana devo partire per Terni perchè la mia piccolina ha il nazionale…

Ma andiamo con ordine. Come organizzare la cucina?

Dipende voi da come avete casa e dallo spazio di cui disponete. La mia cucina è mini  Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.lunga e stretta.

Fortunatamente la dispensa trova spazio nella cantina. Ma se questo spazio non lo avete dovete per forza trovarlo nei pensili.

Siete pronte?

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Partiamo!

Primo step: armatevi di carta e penna e stendete la solita To do List. Per darvi un’idea ve ne disegno una da caricare tra I printable 🙂

Come dico sempre non impazzite! Non dovete svuotare l’intera cucina in una volta sola. Procedete piano piano pensile per pensile.

Come organizzare I pensili?

Nella mia cucina tengo I cibi che uso di frequente: pacchi di pasta già aperti, biscotti, farine, spezie. Vi farò vedere nel prossimo post alcune idee per sistemarli. Generalmente per non lasciare in giro il pacchetto aperto travaso il tutto nei barattoli.

Le stoviglie trovano spazio in altri pensili. Ricordatevi che è fondamentale che nei ripiani più comodi tenere le cose che utilizzate di più e in alto quelle che usate di meno.

Come procedere? Quando decidete di partire svuotate il primo pensile.

Mentre lo svuotate decidete cosa tenere e cosa buttare. Qui la domanda solita che mi faccio è:

l’ho usato nell’ultimo anno?

se la vostra risposta è no liberatevene. Vuol dire che è un accessorio che non usate e quindi non serve.

Si lo so serve un pò di coraggio nel liberarvi dalla friggitrice che vi hanno regalato due natali fa… 😀

Scegliete se buttare o donare ciò che scartate mettendoli in due cassette o cesti diversi a seconda  della destinazione.

Una volta vuotato il pensile procedete alla pulizia. Io uso lo sgrassatore che mi faccio in casa utilizzando sapone di marsiglia, acqua e bicarbonato. Potete usare il detergente che preferite.

Una volta pulito e asciutto riponete le vostre cose come più vi sono comode.

Ragazze il declutter vi salva la vita se dovete riorganizzare. Non avete idea dei “cadaveri” che spuntano dai mobiletti!

Fatemi sapere se vi interessa anche le ricette dei detergent fatti in casa che io uso per pulire! sarò lieta di con voi!

Un abbraccio

Ale

 

 

Settimana 1: organizziamo la posta e il centro di comando.

Settimana 1: organizzare la posta e il centro di comando.

Settimana 1: organizzare la posta e il centro di comando.
foto dal web

Abbiamo cominciato il progetto di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero plasn delle settimane.

La sfida della prima settimana è quella di organizzare I documenti e quello che le americane definiscono il centro di comando. Abbiamo visto come archiviare I documenti, quali tenere, quali buttare senza ombra di dubbio. Oggi vediamo come creare, gestire e organizzare il centro di comando.

Che cos’è il centro di comando?

Non fatevi spaventare dal nome che sembra che si debba andare in Guerra! Il centro di comando non è altro che il posto dove smistate la posta quotidiana e pianificate.

Settimana 1: organizziamo la posta e il centro di comando.
foto dal web

Io non ho un centro di comando. O meglio pianifico, smisto e viso sul tavolo della sala da pranzo. Ho un piccolo mobile che uso per riporre il quaderno dei conti con glli scontrini e l’agenda. Poi ho una sorta di porta documenti in cui ripongo le bollette che devo pagare e I documenti che devo redarre (ad esempio quelli per la dichiarazione dei redditi o la dichiarazione di accompagno per la questura quando Ele ha I tornei all’estero) e nella libreria giù vicino all’archivio ho due vaschettine in cui ripongo le cose da mettere via.

Ma se avete lo spazio potrete organizzare una scrivania o un angolo da dedicare a queste attività..

Come organizzarlo?

In realtà basta veramente poco: un porta penne con la cancelleria (penne, sbianchetto, forbici, scotch), un paio di vaschette dove riporre la posta urgente da evadere  (bollette da pagare, avvisi della scuola, scadenze varie) e una con la posta da archiviare, un’agenda o un calendario dove annotare le varie scadenze e appuntamenti, un quaderno per I conti (di questo vi parlo in un post a parte), un cestino per buttare la carta e il gioco è fatto.

Se come me non avete un proprio angolo ritagliate uno spazio in qualche mobile o libreria in cui sistemare almeno le vaschette! Sono davvero un aiuto.

Una volta a settimana dedicatevi all’archivio dei documenti in modo da non trovarvi sommersi.

Le guru fanatiche consigliano anche un trita documenti per la storia della privacy. Io non ce l’ho e li strappo avendo cura di cancellare I dati sensibili prima. Su Amazon sicuramente li trovate a buon prezzo nel caso.

Ammetto che a differenza dei documenti questa parte per me era già perfettamente organizzata. Ricordate che deve essere comodo per voi perchè ci dovrete lavorare.

Voi come vi siete organizzate nella gestione dei documenti?

Settimana 1: organizziamo la posta e il centro di comando.

Un abbraccio,

Ale

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

Ieri ho accettato la sfida di organizzare casa in sole 10 settimane. Quindi oggi si parte con l’organizzare I documenti di casa!

Per vedere l’intero piano leggi qui.

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!
foto dal web

Spesso mi è capitato divedere a casa di amiche pigne di fogli con cose da pagare o pagate. Chi li butta in un cassetto, chi li butta in un cestino, chi in una borsa… Ma tenere organizzata e archiviata la documentazione aiuta non solo a capire cosa stiamo pagando ma anche le scadenze. E se esce un controllo ritrovate facilmente ciò che serve. Per esempio: il mese scorso mi è uscita l’ispezione per la caldaia. Il tecnico ha voluto vedere la documentazione inerente e per fortuna era tutto archiviato nel suo file.

Come procedure con il caos dei fogli?

Innanzitutto: alcuni documenti hanno scadenza 10/5 anni. Per esperienza personale meglio tenerli 10 anni. A me sono stati richiesti controlli di cose vecchie e per fortuna le avevo tenute.

Quindi iniziate controllando e raggruppando I documenti per categorie: casa, assicurazioni vita/auto/casa, bollette, esami medici, ICI/IMU, tassa rifiuti, affitti, auto, scuola…

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!
foto dal web

C’è chi archivia usando cartellette colorate. Io preferisco usare I raccoglitori perchè trovo più facile trovarli ma soprattutto sono più capienti. Questo perchè non importa cosa… io lo tengo archiviato per almeno 10 anni!!

Quindi ad eccezione dei documenti per la casa e delle assicurazioni stipulate (credetemi io sono riuscita ad avere un rimborso per un danno consultando le condizioni della vecchia assicurazione di casa stipulate 20 anni fa!!!) e delle tasse (non si sa mai) tutto ciò che è più vecchio di 10 anni potete eliminarlo.

Magari potete farvi una copia digitale oppure metterlo in una scatola e archiviarlo per qualche anno ancora. Dipende dallo spazio che avete.

Io ho eliminato la documentazione inerente ai miei genitori oramai sono morti da più di 20 anni e non serve tenere le spese funerarie o le loro bollette.

Nel faldone della casa ho messo il rogito, I dati catastali, le due successioni  e le ici pagate. Sul dorso del raccoglitore ho scritto esattamente cosa è contenuto. In questo modo se io non ci sono chi viene può facilmente trovare ciò che cerca.

Nel faldone assicurazioni ho radunato invece tutte le assicurazioni: casa, auto, vita. Potete se preferite includere l’assicurazione di casa alla casa e quella della macchina alla macchina. Vedete voi cosa è più comodo. L’importante è che sappiate esattamente cosa archiviate.

E’ un lavoro un pò noioso ma purtroppo serve. Una cosa l’ho imparata: per sopravvivere al caos bisogna usare il metodo del declutter. Lo stesso si applica ai documenti facendo attenzione a non buttare cose importanti.

Quando avete in mano un foglio ponetevi queste domande:

  • quanto è recente?
  • è un documento importante?
  • posso tenere una copia digitale?
  • posso trovare le informazioni su internet?
  • quando e come può esserm utile?

Nel caso dei manuali di istruzione ora potete trovare sul web tutte le informazioni. quindi fate una cernita. Se le trovate potete eliminare il manuale. Se la garanzia del frigorifero è scaduta potete eliminarla.

Io ne ho approfittato per buttare scartoffie vecchissime. Vivendo nella casa dei miei avevo ancora I loro documenti. Ho eliminato vecchie bollette (più di 10 anni), vecchie tasse (più di 20 anni ma questo perchè ho avuto una grana legale con la casa di mio papà e ora tengo tutto) e ho creato lo spazio per I miei documenti.

http://www.laboitedesetoiles.com/2017/02/06/10-settimane-riorganizzare-casa/Siete pronte per la sfida? Tirate fuori le scartoffie e cominciate e riorganizzate l’archivio!

Casa, banca, assicurazioni, scuola, lavoro, bollette, tasse… se perfettamente organizzate possono facilitare la vita!

Domani vi faccio sbirciare nel mio archivio (sto finendo il declutter) e spero di poter essere stata utile!

Un abbraccio,

Ale

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

 

 

 

10 Settimane per riorganizzare casa!

10 Settimane per riorganizzare casa!

10 Settimane per riorganizzare casa!
foto dal web

Non so voi amiche mie ma quest’anno l’impegno del ping pong della piccolo Elettra e la mia nuova attività creativa hanno portato a far si che casa sia un vero campo di battaglia.

Vero è che passo fuori di casa circa 12 ore e che quando ritorno tra la cena, i compiti e due coccole finisco sempre con il piallarmi sul divano russando sonoramente.

Sul divano ieri sera ho realizzato che c’è troppo casino, troppe cose in giro, libri che non leggo, cianfrusaglie che non uso e tutto viene periodicamente accatastato qui e li dove c’è spazio. Come fare dunque?

Ebbene ieri sera per puro caso sono incappata in non so quale sito della perfetta Brie Van de Camp Americana che proponeva la sfida di riorganizzare in 10 settimane casa. Tenuto conto che lavoro e che esco di casa alle 7.30 per tornarci alle 20.30 magari ce ne metto anche 12.. ma mi sono detta che voglio provarci!

Io le amo le Brie Van de Camp americane… sono così invasate e perfettine nella gestione di casa che sembra di essere nel paradiso di Maison du Monde. 😛

Allora ecco settimana per settimana affronteremo il programma. Come al solito io prendo spunto e lo adatto a quella che è la mia esigenza e la mia casa tenuto conto che poi in America hanno uno stile di vita diverso e poco applicabile dal nostro. Proverò ad applicarlo al nostro standard di vita.

Quindi ecco il programma per queste settimane:

settimana 1: documenti e centro di comando
settimana 2: cucina, pensile, dispensa e pasti
Settimana 3: lavanderia, sgabuzzino, pulizie
settimana 4: bagno, mobile agno, cosmetici
settimana 5: biancheria della casa
settimana 6: camera da letto, armadio, vestiti
settimana 7: stanza figli, armadi, libri, giochi
settimana 8: tempo libero, spazi famiglia
settimana 9: craft room, ufficio, accessori
settimana 10: cantina, garage o ciò che vi rimane da organizzare

Ne sarò capace? Non lo so. Ma visto il caos che ho creato urge che io corra ai ripari 😛

Siete pronte a cogliere la sfida?

Questa settimana organizziamo i documenti, la posta in entrata, i conti da pagare, e come gestire le varie cose. Io ho già un mio metodo ma dato che comunque devo fare pulizia nei documenti vecchi come Noè lo facciamo insieme!

Pronti, partenza via…. che la sfida cominci!!!!

10 Settimane per riorganizzare casa!
foto dal web

Se vi va venite a trovarmi sulla mia pagina FB: A casa di Bridget dedicate alla casa!

un abbraccio

Ale

 10 Settimane per riorganizzare casa!

 

Organizzare casa: declutter. Organize home: declutter.

Organizzare casa: declutter. Organize home: declutter. Ovvero come sopravvivere al nostro disordine. How to survive to our mess.

Sulla mia pagina di Fb A casa di Bridget parlo spesso di organizzare e riordinare e il declutter è davvero una via di salvezza quando ci accorgiamo che il disordine sta prendendo il sopravvento.

Tendiamo a comprare cose, ce le dimentichiamo e accumuliamo anno dopo anno finchè poi bisogna per forza trovare una soluzione.

organizzare casa: declutter. organize home: declutter, Vestiti, giocattoli, accessori, tutti abbiamo un angolo, una stanza, un’anta dell’armadio incasinata. Come fare dunque?

Il declutter è davvero una soluzione molto semplice: eliminate il superfluo.

I already talked about organize home and declutter on my FB page: A casa di Bridget and declutter really save us from our mess as we always buy things often forgetting them somewhere. Year after year we have lot of things never used and we have to find a solution to create space. Clothes, toys, accessorizes we all have a corner full of them. How to proceed? Declutter is the best easy solution!

Tante guru dell’organizzazione come Marie Kondo suggeriscono di svuotare tutto per poter visualizzare quante cose abbiamo e quindi riuscire a scegliere cosa buttare. Io non sono d’accordo perchè questo implica creare ulteriore casino e in più è un lavoro titatinaco. Pensando di dover svuotare l’armadio o la stanza spesso lo si rimanda a data da destinarsi e non si affronta il problema.

Io preferisco agire in piccolo, pian piano quando ne ho voglia. Credetemi la soddisfazione è tanta che quando cominciate non la smettete più!

Come procedere?

Lot of Guru (for example Marie Kondo) suggest to take everything out from the room just to see how many things we have. I don’t agree with this method. As it’s really a big work and u add mess on yr mess. I prefer proceed slowly, small corner. In this way u are so satisfied that u clean n declutter more and more.

How to proceed?

Scrivete una lista!

Fate una lista dei posti da ripulire che appenderete in cucina o in un posto dove potete averla sott’occhio. Man mano che sistemate e pulite spunterete!

Questo vi aiuta a vedere quanto lavoro vi aspetta e potrete organizzarlo piano piano.

Risultati immagini per to do list

Write a to do list!

1st of All write a to do list and put it in your Kitchen or where you can see it. In this way you are able to see how much work you have and u can organize it. Once done u can cancel and go on.

Prendete due cesti.

Le Guru suggeriscono di dividere le cose da tenere, da buttare, da regalare. Lo so. Io invece mentre svuoto decido. Trovo sia più veloce e si fatica di meno che stare a tirare fuori tutto e decidere.

Perchè due cesti?

In uno ci metto le cose da buttare e nell’altro ci metto le cose che vanno collocate in un altro posto o donate.

2 baskets.

I know. Gurus suggest to use 3 basket: to keep, to throw away, to donate. I prefer decide meanwhile i take out everything. I think it’s more faster and less stress. Why 2 baskets? One is for things to throw away and other for things that I want donate or I have to leep in the right place.

Domande.

Ponetevi queste semplici domande:

mi piace ancora?

l’ho usato nell’ultimo anno?

è ancora in buone condizioni?

se la risposta è anche una sola no via.

Questions.

Ask to yourself these questions:

Do I still like it?

Did I use it during this year?

Is it in good condition?

If you reply 1 no: throw away!

Lo so che non è facile staccarsi dagli oggetti. Vi capisco. Vivo nella casa dei miei genitori e avendoli persi presto ho tenuto le loro cose. Ma se non faccio spazio finisce che dormo sul balcone! Creare spazio fa bene. Apre la vostra anima e permette di chiudere capitoli della vostra vita. In più terrete sotto controllo il disordine e anche pulire velocemente e organizzarsi sarà più semplice.

Spero che vi sia utile questo post. Fatemi sapere se vi interessa qualche altro post sull’organizzazione quotidiana di casa.

I know it’s not easy thow away things we love. I undestand you. I still live in my parents place and I still have lot of their things. But if I don’t create space I risk to sleep on balcony!!!!

Create space helps you opening your soul and permit to close old parts of your life. Meanwhile you can keep clean home easily.

I hope u find useful this post. Let me know if u want read other post about daily home organization.

With love,

Ale

Avere una casa in apparenza pulita. How have a fake clean house.

Come avere una casa in apparenza pulita a prova di ospiti improvvisi? How have a fake clean house x unexpected guests?

Sembra che in America sia uno dei video più gettonati su youtube. Ma anche su A casa di Bridget spesso mi avete posto questa domanda.

In realtà avere l’apparenza di una casa ordinata e pulita non è così difficile se seguite alcuni “trucchetti” ogni giorno.

It seems that in America this is one of video requested on youtune. But even on A casa di Bridget you asked me lot of times. Honestly it’s not so difficult keeo your place cleaned and organized if u follow some tricks every day.

1- Tenete pulita e ordinate l’entrata.

L’entrata è la prima cosa che chi vi viene a trovare vede. Entrare e avere un corridoio con borse ammassate o oggetti vari che non centrano nulla da subito l’impressione che casa vostra sia un campo di battaglia.

Alla sera prendete un  cesto o un contenitore e riponete dentro ciò che non centra. Potrete sistemare successivamente gli oggetti che raccogliete ein questo modo l’area risulta subito sgombra. Appendete la borsa e I giubbotti, mettete a posto le chiavi della macchina, gli occhiali da sole. Passate velocemente lo Swiffer o l’aspirapolvere.  L’entrata sarà sgombra e apparirà immediatamente in ordine e pulita.

1. Keep your entrance cleaned and organized!

The entrance is 1st part your guests see. So if u see immediately a mess with bags in every part or your things everywhere it seems a war field! Take a basket and every evening keep inside it everything should be in another place. Put away your bags or jacket, car keys… quickly clean with vacuum or Swiffer. Your entrance will be immediately organized and appear cleaned.

2- Pulite la cucina.

Risultati immagini per cucina disordinata Lo diceva la mamma o la nonna che lasciare I piatti sporchi nell’acquaio fa disordine oltre a non essere proprio sinonimo di pulizia. Se non avete voglia di lavarli riponeteli nella lavastoviglie. Se, come me, non l’avete lavateli. Pulite I fornelli e il piano della cucina. Lavate e asciugate il lavello. Spazzate e lavate il pavimento velocemente. Voilà la cucina ora è perfetta.

2. Clean your Kitchen.

It’s a granny tip: wash your dirty dishes. If u have a dish washer put them on it. If like me u don’t have please wash them. Clean yr fires and sink. Clean floor and voilà yr kitchen is perfect.

3- Arieggiate.

L’aria viziata non fa bene ma da anche l’idea che di “sporco”. Trovate 10 minuti per arieggiare casa. Porta via gli odori e igienizza.

3. Open windows!

Find 10′ to open your windows and change air. This helps a lot with smell!

4- Rifate il letto.

Anche questo è un trucco da nonna. Rifate il letto e subito la stanza avrà un’aria diversa. Se come me uscite presto e non vi va di lasciare gli acari proliferare tirate semplicemente indietro le coperte in modo ordinate e sprimacciate I cuscini. Potrete rifarlo quando rincasate e avete più tempo.

4. Make your bed.

Even this is a granny tip! Make your bed and yr master bedroom appear immediately perfect! If u are like me and you have to go out very early and no time to refresh air simply keep yr sheets behind and your pillows in a right place.

5- Asciugate quando usate il bagno o la doccia.

Io tengo sempre un panno che cambio molto spesso e lo spruzzino con il detergente. Quando uso il lavandino o la doccia spruzzo e  asciugo sempre. Questo mi permette di non avere formazione di calcare e quindi quegli antiestetici segni bianchi sulle parti cromate e da l’idea che sia stato pulito di fino. Questo nn significa che non dovete pulire il bagno…. pulitelo di super fino 2 volte la settimana. Infine con un pezzetto di carta o un panno passate anche l’asse del water.

5. Dry your sink or shower.

I use always a towel and soap to clean fast n dry my sink. Dry also shower when u use it. This avoid limestone scrubs and you have the idea that u just finished to clean your bathroom. ATTENTION!!! It doesn’t means that u have not to clean yr bathroom ;P

6- Sistemate le zone a “vista”.

Per zone a vista intendo quelle parti di casa visibili dai vostri ospiti. Tenetele ordinate, il divano a posto, copertine varie piegate. In questo modo la casa avrà un’idea ordinata e pulita. Ricordatevi che meno oggetti avete in giro più avrete un’idea di ordine.

6. Clean every zone yr guests could see.

Couch, blankets, toys… be sure everything is in a right place.

 

7- Panni puliti, panni sporchi.

Riponete I panni puliti asciutti in una cesta e riponete lo stendino se avete l’abitudine di stendere in sala. Quando avrete tempo potrete piegarli e metterli via. Per I panni sporchi invece riponeteli nell’apposita cesta oppure dentro la lavatrice. Non lasciateli accumulare troppo e soprattutto eliminateli dalla famosa sedia che tutti abbiamo in camera 😛

7. Clean and dirty clothes.

Put your clean clothes into a basket and keep it where yr guests could not see. When u will have time u will keep them in your wardrobe. X dirty clothes use a basket in your bathroom or put them into wash machine. But pls… pls keep free the famous chair of yr room 🙂

E questo è tutto! In questo modo sembrerete super organizzate e se sarete costanti vi occorreranno davvero pochissimi minuti per gestire l’ordine di casa! ma ricordatevi sempre che per avere una cas pulita bisogna pulirla 😛

And that’s all these are my tips to seems superorganized and cleaned. If you will do everyday it will takes really few minutes. But remember if you want a clean house… you have to clean 😛

With love,

Ale