Coniglietta romantica , sognante e un po’ retro’.

Coniglietta romantica , sognante e un po’ retro’ e’ quella che ho creato in questo week end passato in solitaria.

Lo so, lo so ho trascurato il sito come mio solito.

Ho fatto tante cose, nel frattempo. Creato, sognato, pensato.

coniglietta Mi rendo conto che prendere 5 minuti per un piccolo update qui sarebbe opportuno.

Ma fatemi tornare dal mio viaggio e pianifico un po’ come si deve.

Questo week end ho voluto rilassarmi sferruzzando.

Avevo voglia di creare una coniglietta che fosse solo mia.

Coniglietta romantica , sognante e un po' retro'.Cosi ho preso finalmente in mano il Safran, cotone della Drops.

Volevo una coniglietta sui toni del rosa antico, un po’ anni 20, un po’ vintage.

L’avevo pensata con una fascia in testa come all’epoca del charleston ma poi ho modificato il progetto.

Se per il vestito il Safran mi ha pienamente soddisfatta non posso dire lo stesso per la coniglietta.

coniglietta Usando un ferro del 3 le maglie si allargano troppo e mi infastidisce un po’. Devo provare ad usare un ferro del 2,50 o 2,75.

Questo perche’ preferisco sia compatto come lavoro.

Coniglietta romantica , sognante e un po' retro'.Essendo un cotone molto morbido ho avuto difficolta’ nel dare la forma alla testolina. Comunqye sono abbastanza felice del risultato perche’ e’ uscita proprio come volevo io.

Romantica, shabby, tutta rosa pur non amando in particolare questo colore.

Ho anche cambiato modo di ricamare il nasino usando il cotone al posto del filo da ricamo.

coniglietta Ed eccola la piccola Panna. Elettra l’ha voluta chiamare cosi. E la trovo di una dolcezza unica.

Come ho scritto sulla mia Pagina Facebook Panna e’ stata realizzata per me. Per ricordarmi che quando dal niente si crea con amore qualcosa il talento che il Signore ti ha donato e’ uno dei piu’ belli e grandi.

Ci rendiamo cosi poco conto del nostro potenziale, delle nostre capacita’.

Cosi ho regalato la mia coniglietta.

L’ho donata a mia figlia Elettra che a 12 anni affronta la prima grande crisi del crescere e diventare adulta.

Gliel’ho donata per ricordarle che noi tutti abbiamo un talento. Sta a noi trovarlo e metterlo a frutto ringraziando per il dono ricevuto.

Non perdete tempo ad arrabbiarvi, svilirvi, polemizzare. Vivete la vita con dolcezza. Ringraziate. Amatevi e amate. Donate.

Donare e’ un grande atto di amore.

Non significa privarsi per forza di qualcosa di materiale. Si puo’ donare la propria pazienza, un consiglio, la nostra presenza. Ed e’ il dono piu’ grande che si possa fare.

Il resto e’ solo contorno.

Speriamo che Ele rielabori le parole e che la piccola Panna le ricordi che la sua mamma c’e’ e ci sara’ sempre per lei.

Un abbraccio,

Ale

 

E’ nata Nives la coniglietta shabby.

Coniglietta realizzata a mano, un piccolo amigurumi che racchiude il mio affetto per una nuova amicizia.

coniglietta E’ un po’ che nonposto qualcosa. E’ come se nella mia testa si fosse creato il vuoto. Sono attiva su Facebook e sui social come Twitter, Instagram e Youtube ma mi rendo conto che trascuro questo piccolo sito. Eppure sono partita con questo spazio.

Il fatto e’ che presa dall’entusiasmo posto sempre prima su Instagram e facebook e mi ritrovo con il sacco vuoto tra le mani in quanto la sorpresal’ho gia’ svelata.

Forse il blog andava bene una volta… non so… lo vedo un po’ superato. Ma rimane sempre bello prendere 5 minuti di tempo per raccontare le ultime novita’ o i quattro pensieri che mi girano in testa.

coniglietta La settimana scorsa ho postato una foto di Stella sul gruppo Vita Country&Chic per augurare buongiorno.

Della coniglietta Stella ve ne parlai QUi. 

Poi parlando con SHabby, una delle amministratrici del gruppo mi torna la voglia di realizzarne un’altra e cosi prima ancora che lei mi chiedesse di farla avevo cominciato a pensarci.

Amante dello stile Shabby Marilena mi ha chiesto di realizarla nei colori del tortora.

coniglietta Ed ecco che pian piano e’ arrivata Nives.

Rispetto alla prima coniglietta Nives e’ piu’ dolce e meno spigolosa.

Il musino si e’ arrotondato e le orecchiette mi sono venute della forma giusta.

coniglietta Non sembra ma realizzarla nelle giuste proporzioni e dare forma ad una testa di maglia e’ meno semplice di quel che si pensa.

Sono impazzita nel farle il vestitino ma mi ha dato cosi tanta soddisfazione…. che neanche immaginate.

Sto gia’ mettendo i punti per realizzarne un’altra. Questa volta nei toni del rosa che, pur non essendo un colore che amo, vedo perfetta in camera di Elettra. Giusto per spezzare tutto quel verde e dare un tocco di femminilita’ che manca.

Gia’ mi vedo la coniglietta nella mia testa… con una grande borsa contente a sua volta una miniconiglietta….

E” un periodo un po’ cosi fatto di mille pensieri: la scuola di Ele, i tornei, mio suocero in ospedale e alcune cose che non riesco a finire.

E piu’ vado avanti piu’ mi rendo conto che creare per me non e’ la necessita’ di vendere ma un vero piacere. Un passatempo rilassante che mi permette di meravigliarmi delle mie stesse capacita’.

Perche’ mai avrei pensato di poter creare bambole e conigli.

E ogni volta non posso fare a meno di chiedermi: ma perche’ le nostre mani non le usiamo per creare, per portare armonia, per portare amore?

Ed ecco che qui mi torna in mente la funzione di questo blog: la mia valvola di sfogo, un contenitore di idee… un modo di raccontare le evoluzioni di una piccola scatola piena di stelle.

Baci, Ale

 

 

Coperta da lavorare con le braccia!

Coperta da lavorare con le braccia per imparare la manualita’!

coperta Chi di voi mi segue sulla mia pagina FB sa che sabato ho fatto con la mia famiglia uno splendido giro a Milano, la mia citta’. Pensavo di farvi un piccolo post sulla nostra passeggiata mostrandovi delle chicche pressoche’ sconosciute ai piu’. Che ne pensate?

Ma oggi vorrei parlarvi di tutt’altro. Prima di iniziare la nostra passeggiata milanese ho voluto andare a vedere da Zucchero Filato, una merceria che mi ha scovato su Instagram e che subito mi ha attratto per la vetrina colorata e il banco delle lane disposte come un banco del mercato.

coperta La proprietaria e’ molto competente e di una dolcezza unica e tra una chiacchiera e l’altra ho preso dei gomitoli (strano… 😛 ) e altre cosine che potete trovare se andate sul mio canale Youtube!

Vi lascio comunque qui il video:

Mentre gironzolavamo per il coloratissimo negozio abbiamo scovato in un cesto della lana formato gigante.

Ele mi chiama per chiedermi: ma come la lavori? E io: con le braccia! Puoi farci una coperta.

Sgrana gli occhi incredula per poi esclamare entusiasta: mamma me la comperi?

coperta Voglio fare una coperta per Rudy, la mia renna.

Come posso negare una copertina fatta a mano alla renna Rudy? Fortuna che il filato era in offerta!!!

Ieri pomeriggio in un momento di relax davanti alla tv decidiamo di non perdere tempo e iniziare a tricottare selvaggiamente.

Stimolare la manualita’ dei ragazzi e’ importante. Vedere che con le loro mani puo’ nascere qualcosa da loro fiducia e poi si sa che la maglia e’ un antidepressivo naturale!

coperta Cosi piano piano Ele ha messo su i punti sul suo piccolo braccio seguendo un tutorial e da sola si e’ messa a fare la coperta.

E’ un lavoretto adatto ai ragazzi perche’ non richiede una manualita’ incredibile e soprattutto la terminano in un’oretta neanche.

coperta Elettra entusiasta della sua creazione ha subito portato la copertina sul letto. Ma siccome Rudy la renna vuole dormire con lei (…) Miss Piggy ne ha approfittato e si e’ sistemata proprio bene devo dire!!!

Stimolate sempre i vostri ragazzi. Non lasciateli da soli davanti alla tv o al cellulare. La loro mente e’ come un campo. Se non lo arate e non lo seminate e’ difficile che ne esca qualcosa oltre alle erbacce.

Abbiate cura del tesoro che avete messo al mondo. Un bambino amato e seguito sara’ felice. E un bambino felice sara’ un adulto sereno e giusto.

Buon lunedi!

Ale

 

Collaborazione con L’angolo creativo!

Collaborazione fresca fresca con le ragazze dell’Angolo Creativo, uno dei gruppi che seguo su FB.

Mi è stato chiesto un tutorial di maglia per questa collaborazione che  mi ha resa davvero felice e orgogliosa!

Anche perché ho sempre paura di non essere all’altezza.

Per loro ho pensato di realizzare un topolino che poi ho applicato ad una fascia per capelli che la mia piccoletta mi ha richiesto, quindi parte del merito va ad Ele.

collaborazione

Vi lascio dunque al video che troverete sul canale dell’ Angolo!

Tutorial topolino

Buona visione!!!!

 

 

 

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro!

Lezioni di maglia: impariamo ad avviare il lavoro mettendo su i punti e la maglia rasata!

Finalmente ecco che ci sono riuscita a girare il primo video su come si lavora a maglia.

Grazie a Paola che mi ha aiutato riprendendomi.

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro e impariamo la maglia rasata.

Vi lascio il link del video QUI

Oggi impariamo a mettere i punti e ad avviare il lavoro con uno dei punti base: la maglia rasata.

Partiremo con un ferro a dritto e poi il rovescio.

Spero sia chiaro. Una cosa sicuramente che devo fare è riprendere più da vicino… fortunatamente la maglia rasata la conoscono tutti.

La prossima lezione avvieremo il lavoro sui ferri circolari con il metodo continentale 🙂

Spero che le mie lezioni di maglia possano esservi utili!

Fatemi sapere se è chiaro, altrimenti lo giro di nuovo 🙂

Un abbraccio,

Ale

Coniglietti e orsetti natalizi finalmente finiti!

Coniglietti e orsetti natalizi finalmente finiti!

coniglietti Non mi pare vero!

Quanti coniglietti e orsetti ho fatto quest’anno?

Ne ho contati circa 100 tra Pasqua, la fiera e Natale!

Devo dire che quando ho realizzato il primo mai piu’ avrei pensato di avere un tale successo.

Sono gli orsetti e i coniglietti che ho portato alla fiera e che hanno fatto sfoggio in vetrina nel negozio di Simona.

Se ci penso sono ancora incredula. A volte basta poco, un piccolo azzardo e una piccola spinta per avere un ritorno.

Cio’ mi fa pensare che non e’ il vendere che fa. E’ quanta passione e amore ci metti nel creare cose. 

coniglietti Sono impazzita ad accontentare tutti quanti questo mese.

Chi li voleva sberluccicanti, chi li voleva natalizi, chi ha voluto un coniglietto maschietto, chi ha voluto le campanelle colorate e chi le iniziali… ma pian piano ho davvero accontentato tutti.

Per me che, tendo a incasinarmi facilmente e’ stato un vero successo!

Mi rimane un ultimo dono da confezionare per una bimba neonata. Poi La boite des etoiles chiude per ferie e si godra’ la sua piccola famiglia e le feste.

Qual e’ la vostra tradizione?

Vi parlero’ della mia nel prossimo post promesso. Perche’ nonostante siamo solo in tre quest’anno e’ stato talmente duro per tutti che ho intenzione di fare una cosa speciale, speciale.

coniglietti Ricordatevi di apprezzare cio’ che avete, la gente che vi sta intorno, l’amore che ricevete.

Ringraziate perche’ tanti il calore che abbiamo nelle nostre case (e non parlo di quello del calorifero neh) non ce l’hanno.

Io ringrazio per questa avventura sperimentale che e’ partita in sordina con tante prove e tanti test ma che mi ha fatto aprire gli occhi su cio’ che voglio davvero.

coniglietti  Ed eccoli i miei ultimi coniglietti! Montati sulle loro spille e impacchettati.

Ho fatto talmente tante confezioni che ho finito le etichette!

Devo aspettare Fabry che torni per averne di nuove (io sono diversamente tecnologica, sappiatelo).

Vi auguro un sereno venerdi!

Spero tanto che queste spilline saranno apprezate e porteranno fortuna a chi li riceve e un pochino dell’amore che ci ho messo a farli!

Un abbraccio,

Ale

 

 

 

 

Borsa porta lavoro per radunare i miei gomitoli.

Borsa porta lavoro per radunare i miei vari lavori di maglia e i gomitoli quando sono in giro per Milano.

Ve la ricordate? Avevo parlato di questa borsa in questo post.

borsa porta lavoro Questa borsa mi era piaciuta tantissimo e ne avevo fatto anche un porta monete. Mi piace tantissimo la stoffa morbida spinata e un po’ shabby.

Siccome in questo momento ho ben 4 (si 4) lavori a maglia in lavorazione ho pensato di radunarne un paio e di usare questa come borsa porta lavoro.

borsa porta lavoro Ho iniziato un piccolo pouf per Elettra con la lana rossa Eskimo della Drops che ha scelto. Non sono riuscita a resistere. E dovrei finirlo abbastanza in fretta. Lavorare questa lana grossa a due capi mi fa venire i dolori alle mani ma e’ davvero molto molto bella.

Devo pero’ andare avanti con i coniglietti e gli orsetti natalizi che mi ha chiesto la mia amica Fede per cui ho radunato le lane varie in questa borsa.

borsa porta lavoro devo dire che come borsa porta lavoro e’ proprio comoda. E’ capiente e la tasca mi permette di metterci dentro le forbici.

Mi e’ nata cosi una nuova idea. Strano, vero?

Giusto stasera pensavo di ordinare delle stoffe per iniziare una coperta. E sto pensando di creare una borsa come questa bella capiente ma con delle taschine (tipo quella che ho fatto per Simona) per le forbici e dei piccoli accessori che possono essermi utili.

borsa porta lavoro Questa mattina mentre mettevo via le lane ho proprio pensato: a se avessi una taschina per questo, ah se avessi una taschina per quello… o una borsina per questo lavoro… o un porta imbottitura…

Beh beh beh… ci lavoro su durante le feste…

Mi conoscete bene da sapere che gia’ ho fatto una delle mie solite To do list e ci ho messo giu’ le prime idee. 😛

Il mo  problema e’ che il mio cervello pensa a troppe idee contemporaneamente senza tenere conto che di tempo ne ho veramente poco. Fortuna che posso portare alcune cose (quando cucio a mano o lavoro a maglia) con me mentre la mia piccola si allena a Ping Pong o durante i suoi tornei.

Sarebbe problematico se no ahahahhaha.

Per il momento sappiate che attualmente sto sferruzzando:

  • 1 renna
  • coniglietti e orsetti
  • un pouf
  • uno scaldacollo per Ele
  • uno scialle

Cosi tanto pe rnon annoiarci.

Vi auguro una serena giornata,

Ale

 

La banda Orsetti conquista il Natale!

La banda Orsetti ha davvero conquistato tutti quanti!

La banda  Quando ho realizzato il primo Orsetto sulla scia delle spille coniglietto mai mai mai avrei pensato che sarebbero stati un successo.

A esser sincera mi sono divertita molto e mi hanno portato fortuna. Con loro sono andata in fiera a Vicenza lo scorso ottobre e ho scoperto che tenere i workshop mi piace un sacco.

Non avrei mai immaginato che in un paio di mesi ne avrei realizzati quasi un centinaio formando la banda Orsetti!

La banda  Li ho realizzati semplici e personalizzati. Ora sto realizzando la versione Lurex ma e’ ancora presto per mostrarvela.

Che dire… sono fiera e orgogliosa che tante di voi abbiamo scelto La boite des etoiles per rappresentarvi sotto all’albero di Natale.

E’ per me un onore e spero tanto che chi lo ricevera’ ne sia felice e abbia la stessa fortuna che questi piccoli orsetti hanno portato a me.

La banda Intanto posso mostrarveli nel loro packaging! Io lo trovo semplice ed elegante e il Logo che Simona ha realizzato per me fa capolino come sempre sulle mie confezioni.

Con il tempo si migliora e si affina l’arte. Se mi volto indietro posso vedere il mio lungo lungo percorso.

Sono partita dall’uncinetto e dal punto croce fino ad arrivare ad oggi e mi sembra di avere camminato chissa’ quanto.

Grazie a voi anche e’ stato possibile realizzare questo sogno. Non i sarei mai buttata altrimenti.

Sono felice di aver trovato la mia strada e di farvi sorridere attraverso le mie creazioni.

La banda Orsetti dona felicita’ e fortuna a chi li riceve 🙂

La banda Ho imparato che creare e’ per me una passione talmente grande che e’ riduttivo per me fare i mercatini. Ogni animaletto o oggetto che creo e’ unico. Non ce ne saranno due diversi. Non li realizzo.

Ecco una delle motivazioni per cui il mio negozio Etsy chiudera’. Non fa per me.

Quindi voi che questo natale avete scelto di regalare una creazione di La boite des etoiles sappiate che in ogni pacchetto donerete un qualcosa di unico.

Essendo tutto completamente fatto a mano e senza fustelle non ci sono due orsetti uguali. La banda e’ unica anche se sono nati 100 orsetti.

Ecco perche’ sono orgogliosa e felice di sostenere l’handmade!

Non importa da chi comprate. O cosa comprate.

Se amate una persona e ci tenete a Natale regalate qualcosa di fatto a mano.

Un artigiano sara’ felice e orgoglioso di rappresentarvi sotto l’albero e chi ricevera’ il vostro regalo avra’ un tesoro: un dono pensato e creato apposta per lui.

Vi auguro un sereno martedi!

Ale

 

Spilla Orsetto pronta per Abilmente Vicenza!

Spilla Orsetto finalmente pronta per Abilmente Vicenza!

Spilla A volte mi chiedo se sto sognando. Se quei tin tin che sento incessanti durante il giorno non siano frutto della mia fantasia.

No no che non lo sono!

Me ne rendo conto quando prendo in mano il cellulare e leggo il buongiorno di Antonella o le informazioni di Yaya o ancora Stefania che chiede un parere…

Ho citato 3 delle ragazze che assieme al gruppo L’Angolo Creativo saranno presenti ad Abilmente Vicenza con me per vivere un’esperienza straordinaria.

Se vi iscrivete al gruppo avrete modo di scaricare il coupon da compilare per la fiera di Vicenza e Roma (attenzione sono due diversi) che vi permettera’ di entrare al costo di 9 euro anziche’ 12.

Ma torniamo a noi.. ieri ho lavorato un po’ sul mio orsetto e ho cominciato a preparare i kit da presentare in fiera. Non sapendo cosa mi aspetta non so se mi basteranno o saranno troppi… non so regolarmi.

Spilla Intanto i kit che presentero’ sono due: uno con la spilla come questo simpaticone qui e uno con un nastrino che vi permettera’ di appenderlo.

Vi piacerebbe realizzare la spilla con me?

Sabato 21 ottobre terro’ due workshop: uno alle 11.30 e uno alle 16.00 durante i quali avete la possibilita’ di sferruzzare con me quest’orsetto (credetemi se ci riesco io possono farlo tutti).

IO saro’ comunque presente dalle 9.30 alle 18.30 con Paola Style e le ragazze dell’Angolo creativo!

Ci trovate al padiglione 6 stand 991 quello dell’Angolo Creativo!

Spilla Sono emozionata e impaurita. E se non viene nessuno? e se i miei orsetti non piacciono, e se e se e se?

Spilla Comunque andranno le cose ho due certezze: la prima e’ che mi divertiro’ un sacco e vivro’ un’esperienza unica; la seconda e’ che avro’ di fianco la Santa Emma Fassio… chissa’ se riesco a farmici una foto prima che la bolgia la prenda d’assalto?

Se passate da Vicenza venite a salutarmi, mi farebbe davvero piacere.

Per chi non potesse venire l’orsetto e il suo pattern li trovate nel mio negozio Etsy!

Torno a fare i kit e gli orsettini (oramai sto tentando gli orecchini e la collana cosi ho la parure completa!),

buon lunedi!

Ale

 

Perche’ il primo scialle non si scorda mai…

Scialle: parliamone!

scialle Si fa presto a dire facciamo uno scialle… soprattutto per chi come me non e’ un’esperta e si annoia facilmente.

Sapete che io sferruzzo in piccolo… insomma coniglietti e zucchette… ma lo scialletto della nonna per me e’ un’opera titanica.

Succede che un giorno Valentina mi manda l’invito ad aderire ad un kal. Si tratta di realizzare uno scialle su un pattern di Emma Fassio. Io un po’ scettica non sapevo che fare… ma lei mi ha fatto scoprire un mondo nuovo!

I ferri circolari li ho scoperti con lei che paziente mi da sempre consigli e dritte quando cucio o sferruzzo.

Cosi mi sono buttata a capofitto, ho imparato a lavorare alla continentale con i ferri circolari e ho imparato punti nuovi.

Allora il problema qual e’? E’ che io poi a fare sempre gli stessi punti mi annoio.  Che volete che vi dica… sono incostante.  scialle

Tra disfa e ridisfa per gli sbagli, tra che piantavo il lavoro per dedicarmi ad altro… l’ho mollato li’.

Finche’ un giorno in Lussemburgo sono incappata nella lana Noro. Vi lascio qui l’articolo riguardo a questo filato.

E’ stato amore a prima vista!

Seta e mohair insieme a creare un filato dal sapore rustico. Era perfetto per il mio scialle. Cosi’ mi sono messa di impegno e in vacanza ho lavorato come una matta per finirlo.

Sono orgogliosa oggi di mostrarvi il mio scialle!

 scialle Per me e’ un vero e proprio traguardo!

La cosa divertente e’ che ho finito la lana a 4 maglie dalla chiusura. Fortunatamente non si vede. Ho accavvallato le maglie e ho cucito l’ultima con un filo in tinta. Quando l’ho lavato temevo che si disfasse ma per fortuna ha retto.

Ho fatto il mio primo bloccaggio. Ho steso lo scialle sul  divano e l’ho bloccato con gli aghi da tombolo che sono grossi e piu’ stabili.

Anche questa volta la Vale e’ venuta in mio aiuto dandomi una dritta 🙂

Per cui grazie cara Valentina! Senza di te non avrei scoperto i ferri circolari, non avrei avuto una nuova mania (ora li uso per tt) e non avrei imparato tante cose.

Non avrei imparato una nuova tecnica.

 scialle Sono davvero orgogliosa. La lana Noro e’ morbida e fantastica e qs colore lo amo.

Sto realizzando un coniglietto tutto bianco che vorrei utilizzare come ferma scialle.

Che ne dite?

La foto purtroppo non rende ma vi assicuro che e’ MERAVIGLIOSO!

Ora non mi resta che finire gli altri scialletti da nonna 🙂 che ho iniziato!

Per un’incostante imbranata come me questo e’ un vero e proprio traguardo!!

Il primo scialle e’ un po’ come il primo amore: non lo scordi e ti rimane nel cuore :).

Ci sono tante novita’ poi che bollono in pentola a casa la boite! Oltre alla colazione che faremo insieme sabato 7 ottobre questo we ho lavorato tanto.

Oltre al bloccaggio dello scialle ho creato dei kit per voi. Ve ne accenno qui ma presto vi faccio un post piu’ dettagliato!

Ho tante tante novita’ che man mano vi svelero’. Lo sapete ora che La boite e’ su Youtube?  Presto un nuovo video!!! Spero solo di avere il tempo per fare tutte le idee che ho in testa.

E voi che avete combinato questo we??

Vi abbraccio,

Ale