Perche’ il primo scialle non si scorda mai…

Scialle: parliamone!

scialle Si fa presto a dire facciamo uno scialle… soprattutto per chi come me non e’ un’esperta e si annoia facilmente.

Sapete che io sferruzzo in piccolo… insomma coniglietti e zucchette… ma lo scialletto della nonna per me e’ un’opera titanica.

Succede che un giorno Valentina mi manda l’invito ad aderire ad un kal. Si tratta di realizzare uno scialle su un pattern di Emma Fassio. Io un po’ scettica non sapevo che fare… ma lei mi ha fatto scoprire un mondo nuovo!

I ferri circolari li ho scoperti con lei che paziente mi da sempre consigli e dritte quando cucio o sferruzzo.

Cosi mi sono buttata a capofitto, ho imparato a lavorare alla continentale con i ferri circolari e ho imparato punti nuovi.

Allora il problema qual e’? E’ che io poi a fare sempre gli stessi punti mi annoio.  Che volete che vi dica… sono incostante.  scialle

Tra disfa e ridisfa per gli sbagli, tra che piantavo il lavoro per dedicarmi ad altro… l’ho mollato li’.

Finche’ un giorno in Lussemburgo sono incappata nella lana Noro. Vi lascio qui l’articolo riguardo a questo filato.

E’ stato amore a prima vista!

Seta e mohair insieme a creare un filato dal sapore rustico. Era perfetto per il mio scialle. Cosi’ mi sono messa di impegno e in vacanza ho lavorato come una matta per finirlo.

Sono orgogliosa oggi di mostrarvi il mio scialle!

 scialle Per me e’ un vero e proprio traguardo!

La cosa divertente e’ che ho finito la lana a 4 maglie dalla chiusura. Fortunatamente non si vede. Ho accavvallato le maglie e ho cucito l’ultima con un filo in tinta. Quando l’ho lavato temevo che si disfasse ma per fortuna ha retto.

Ho fatto il mio primo bloccaggio. Ho steso lo scialle sul  divano e l’ho bloccato con gli aghi da tombolo che sono grossi e piu’ stabili.

Anche questa volta la Vale e’ venuta in mio aiuto dandomi una dritta 🙂

Per cui grazie cara Valentina! Senza di te non avrei scoperto i ferri circolari, non avrei avuto una nuova mania (ora li uso per tt) e non avrei imparato tante cose.

Non avrei imparato una nuova tecnica.

 scialle Sono davvero orgogliosa. La lana Noro e’ morbida e fantastica e qs colore lo amo.

Sto realizzando un coniglietto tutto bianco che vorrei utilizzare come ferma scialle.

Che ne dite?

La foto purtroppo non rende ma vi assicuro che e’ MERAVIGLIOSO!

Ora non mi resta che finire gli altri scialletti da nonna 🙂 che ho iniziato!

Per un’incostante imbranata come me questo e’ un vero e proprio traguardo!!

Il primo scialle e’ un po’ come il primo amore: non lo scordi e ti rimane nel cuore :).

Ci sono tante novita’ poi che bollono in pentola a casa la boite! Oltre alla colazione che faremo insieme sabato 7 ottobre questo we ho lavorato tanto.

Oltre al bloccaggio dello scialle ho creato dei kit per voi. Ve ne accenno qui ma presto vi faccio un post piu’ dettagliato!

Ho tante tante novita’ che man mano vi svelero’. Lo sapete ora che La boite e’ su Youtube?  Presto un nuovo video!!! Spero solo di avere il tempo per fare tutte le idee che ho in testa.

E voi che avete combinato questo we??

Vi abbraccio,

Ale

 

 

 

Organizzare la craft room: gli scampoli.

craft room Ogni volta che cucio e creo ho l’abitudine di accantonare in un cesto gli scampoli di stoffa che avanzo. Li tengo tutti: grandi, piccoli, bianchi, colorati…

Se vi piace sperimentare gli scampoli di stoffa sono una buona soluzione da tenere come scorta nella vostra craft room o angolo ricreativo.

Perché tenere gli scampoli?

scampoli Gli scampoli sono preziosi in quanto permettono di fare delle prove senza sprecare stoffe nuove.

Hai comprato una nuova macchina? stai imparando a cucire? Sono perfetti per fare prove di cuciture o ricamo.

Se fai applique o sperimenti come me sono perfetti per creare un’immagine su un pannello, una presina o quel che vuoi tu.

Ma come tenerli in ordine in modo da non venire sommersi?

Semplice. Innanzitutto rendeteli quadrati o comunque in una forma che vi permette di piegarli. Se sono troppo piccoli metteteli in una scatola.

scampoli La soluzione migliore per metterli via è quella di stirarli. In questo modo si appiattiranno ed entreranno meglio nel contenitore scelto.

Io li ho divisi in 3: i pezzettini micro che uso per sperimentare come orecchini o segnalibri o che, le strisce o i quadretti che riescono a esser legati e quelli che io chiamo fat quarters ma in realtà magari son più piccoli… comunque almeno 40cm x 40xm.

scampoli

Quando ne avete un po’ stirateli e suddivideteli. In questo modo saranno a portata di mano e in ordine. A seconda del lavoro che andrete a fare prendeteli dalla scatola e usateli.

E’ un piccolo consiglio che spero possa esservi utile per organizzare i vostri lavori.

A me piace recuperare e dare una nuova vita alle cose. questo è un buon modo per non sprecare i tessuti che usiamo cucendo.

Ti è piaciutol’articolo? Mi puoi  trovare anche su Instagram, Facebook, Pinterest e Twitter. Vienimi a trovare!

Un bacione e buon lunedì

Ale

 

Rosetta e Celestino: l’orso della nanna.

Orso della nanna.

orso della nanna  Non sono molto presente in questo periodo. Luglio mi e’ volato via, praticamente. Che cosa ho combinato?

Innanzitutto ho consegnato gli Ocki che Giovanna mi aveva inviato, poi mi sono dedicata ai progetti sospesi e non, alle cose da consegnare. Il tempo e’ quello che e’ e la stanchezza si fa sentire.

Oggi vorrei parlarvi di uno dei progetti che ho realizzato e che forse e’ uno di quelli che mi ha appassionato di piu’. Vado ancora molto per tentativi e non ho una mia direzione. Ma mi piace tantissimo creare cosine per i bimbi.

Un’arzilla signora di ben 93 anni mi ha chiesto di realizzare un orso per la nanna da poter regalare ai suoi pro nipoti di quasi 2 anni: Ludovica e Andrea.

Sono nati cosi Rosetta e Celestino: due teneri orsetti che non vedono l’ora di essere strizzati tra le braccia dei loro bimbi.

orso della nanna Sono alti uguali (20cm approssimativamente) e sono vestiti con un morbido maglioncino di feltro e un paio di pantaloncini a quadri. Ovviamente rosa per Ludovica e azzurro per Andrea.

 L'orso della nanna Ho personalizzato ogni maglioncino con l’iniziale dei bimbi, non che ci fossero dubbi su quale dei due fosse la femmina e quale il maschietto…

orso della nanna E’ stato divertente e mi ha appassionata molto 🙂

orso della nanna L’orso della nanna e’ morbido morbido perche’ all’interno ha una soffice imbottitura anallergica. E’ la stessa che uso per riempire le piovrette dei bimbi prematuri.

Il musetto e’ ricamato a mano cosi come l’iniziale sul maglione.

L’orso della nanna e’ realizzato in puro cotone. Puo’ essere lavato delicatamente a mano. Ogni sua parte e’ stata cucita saldamente in modo da non rischiare la salute del piccolo.

orso della nanna Mi sono innamorata di questi due orsetti… E un po’ mi spiace aver imparato a farli cosi tardi… ora che Ele e’ grande. Lei non ha bisogno dell’orso della nanna ma spesso e’ la prima destinataria dei miei progetti.

orso della nanna Spero tanto che Andrea e Ludovica ameranno questi due orsetti, che possano farci tante tante nanne e tanti sogni belli.

L’orso della nanna e’ interamente fatto a mano. Puo’ essere personalizzato con l’iniziale del bambino. Non presenta parti piccole che possono essee inghiottite ad eccezione delle orecchie che pero’ sono cucite e ribattute in modo da non poter essere staccate con facilita’.

Se vi interessa potete contattarmi sulla mia pagina FB cliccando qui oppure alla mail alessia@laboitedesetoiles.com

Ora devo finire i miei due swap, le Liscatorte e il bracciale di Silvia. Poi lascero’ che la mia vena creativa possa fluire dedicandomi ai progetti invernali.

E voi siete gia’ in vacanza?

 

Un bacio,

Ale

 

Della primavera e di infiniti conigli…

Della primavera e di infiniti conigli…

Della primavera e di infiniti conigli...La primavera è una stagione che amo particolarmente perchè tutto si risveglia e torna alla vita: le piante, gli animaletti… noi stessi.

Non ho mai realizzato tanti coniglietti come in questo periodo grazie a Simona di Dolce&Salato che mi mette sotto a sferruzzare!

Mi piace molto questa collaborazione e al tempo stesso mi rende orgogliosa! Se andate a trovarla potete trovare tante prelibatezze che Patrick sforna quotidianamente.

Per la Pasqua ha pensato di abbinare alcuni coniglietti alla colomba 🙂 direi che il risultato è molto carino, no?

Ma vi ho promesso di raccontarvi della primavera e di infiniti conigli…

Ho finalmente quasi finite di sferruzzare coniglietti. ne ho fatti in tutte le salse sia come spille che come semplice pupazzino. Della primavera e di infiniti conigli...Lo trovo molto primaverile 🙂

Ho realizzato anche una sagoma in stoffa imbottita (ma non troppo) da appendere alla porta. Ma per questo vi faro un post non appena lo appendo.

Al momento l’ho appeso all’interno ma volevo pulire bene la porta dal lato esterno e appenderlo lì.

Mi piace molto anche se non è proprio venuto come pensavo 😛

Della primavera e di infiniti conigli...In questi giorni sto ultimando le tortine di Feltro per Simona. Poi conto di dedicarmi ai vari progetti e spero di caricare su etsy al più presto un pò di cosine!

Vi ricordo che sulla pagina Facebook potete vincere una delle mie Bunny pin!

Seguite le semplici regole e buona fortuna 🙂

knitted bunny coniglietto di lanaIntanto per rilassarmi visto che non ne ho fatti abbastanza ho iniziato questa coniglietta seguendo le istruzioni di Julie Williams. Ho infatti comprato il pattern e sto pensando di realizzarla per la piccola Ella. Modificherò il vestito in quanto pensavo di farle una gonnellina in tulle accompagnata da un cachecouer.

Chissà se ne sarò capace…. intanto devo pazientare… ho 40 liscatorte di feltro da finire 🙂

Un bacio

Ale

 

 

La dolce fabbrica dei conigli.

La dolce fabbrica dei conigli.

La dolce fabbrica dei conigli.

La dolce fabbrica dei conigli. Questo ultimo mese mi è volato e tra una cosa e l’altra non sono più riuscita a combinare nulla del mio trilione di idee.

Da un lato inseguo un sogno: la mia piccola è sotto osservazione del team nazionale per il suo sport. Questo sta assorbendo una grandissima parte della mia energia tra allenamenti e tornei vari.

Dall’altro sto continuando la collaborazione con Simona di Dolce & Salato e sono in un ritardo pauroso. Tra conigli di maglia e di stoffa e la mia salute un pò traballina… credo che neanche il Bianconiglio (per stare in tema) sia messo così male.

La dolce fabbrica dei conigli.

Oggi ho visto le colombe e mi sono emozionata… il coniglietto ha avuto il suo successo. Mi fa piacere per lei che ha deciso di provare e anche per me ovviamente.

Per il resto sono in blocco completo. Sto valutando che strada prendere perchè non posso tenere il piede in due scarpe 🙂

Quest’anno è un anno particolare. Non credevamo che il ping pong potesse stravolgere le nostre vite in questa maniera ma sono felice nel vedere che Ele raccoglie I frutti delle sue fatiche.

Entrare in nazionale è il suo sogno da sempre.

Però che fatica 😀

Intanto ho avviato la dolce fabbrica dei conigli. Vuoi perchè li sto facendo in quantità industriali per Simona vuoi perchè quando posso provo a creare qualcosa di nuovo. La dolce fabbrica dei conigli.

Qui ho provato a realizzare la mia prima appliquè!

Sono abbastanza soddisfatta del risultato anche se devo migliorare il punto festone con la macchina da cucire e usare dei cotoni che non sfilaccino come il tessuto Americano.

Che ne pensate?

Un abbraccio,

Ale

 

 

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.Questa settimana sono proprio Ko. Tra Ele che non sta bene e I coniglietti spilla da realizzare continuo ad addormentarmi ovunque. Talvolta avrei bisogno di 48 ore in una giornata!

Girellando qua e là sul web sono incappata in questo piccolo Muffin di Tilda.  Ho pensato che sarebbe stato carino crearlo per decorare casa.

E così è nato.un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.Non avendo a disposizione le istruzioni non è stato semplice realizzarlo al primo colpo. Ho dovuto fare delle prove e buttare via anche della stoffa. Ma alla fine ho capito e come ogni progetto Tilda richiede una minima abilità ed è di una semplicità estrema.

Vi piacerebbe un tutorial? Fatemelo sapere nei commenti o sulla mia pagina Fb. Dato che ho in programma di farne qualcuno per la mia alzatina sarò felice di farvi vedere passo passo come si fa!

Ammetto che con la mia nuova macchina da cucire la vita è molto più semplice. Non sono costretta ad usare sempre il pedale e non si inceppa mai!

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.Sono molto soddisfatta del risultato anche se posso migliorare. Ho anche imparato a cucire in tondo la base!

Una volta terminate si possono profumare. Si può profumare l’imbottitura oppure esternamente.

 Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Lo trovo carino come home décor. Si può mettere su un vassoio o un piatto per rallegrare casa oppure in un alzatina. Lo trovo divertente e carino.

Spero vi piaccia questo progettino! Io mi sono divertita tanto a realizzarli.  Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Ho ancora tantissimo da imparare, me ne rendo conto. Per la prima volta mi approccio seriamente a cucire. Mi rilassa molto mettermi lì la sera e cucire qualcosa. O nel week end.

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.Questi due piccoletti hanno già trovato una casa e sono stati consegnati. Non vedo l’ora di mettermi a cucire I miei tutti colorati!

La trovo anche simpatico come idea regalo. No?

Spero piacciano anche a voi! Fatemi sapere se il tutorial su come realizxzarli vi interessa!

un bacione

Ale

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

E’ un pò che non parlo di questo progetto. Un pò per mancanza di tempo tra ping pong e lavoretti vari. Un pò perchè io li sto facendo da sola e sto provando a portare questo progetto benefico anche qui in Italia.

Ieri sono stata taggata da Antonella su un articolo apparso su https://www.greenme.it/ e sulla relativa pagina facebook. E siccome il link segnalato non era corretto perchè è vecchio mi sono sentita in dovere di segnalare il link al sito web corretto.

Pertanto mi sembra più che giusto fare un piccolo aggiornamento su un progetto benefico che mi sta molto a cuore ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Di che cosa si tratta?

L’ocki è un amigurumi realizzato in cotone all’uncinetto. Vi lascio il link ai miei precedent post: qui e qui in cui vi spiegavo di cosa si trattava.

Ci tengo a sottolineare che li ho postati a settembre e novembre 2016 ben prima del famoso sito dalla vasta portata accennato sopra.

http://www.laboitedesetoiles.com/2016/11/25/ocki-sito-ocki-new-website/L’ocki nasce da un gesto d’amore: quello di una nonna verso la sua nipotina nata prematura. Sanne è un’ex infermiera danese che vive in Lussemburgo. Ha letto di un progetto condotto negli ospedali danesi in cui si rilevavano benefici che I piccoli prematuri traggono autoconsolandosi con questo piccolo dou dou.

I tentacoli soffici e attorcigliati ricordano loro il cordone ombelicale e si consolano stringendolo tra le manine.

La piovretta è realizzata da un gruppo che si riunisce tra Danimarca e Lussemburgo di cui Sanne è portavoce e ambasciatrice del progetto benefico e io che tento di fare qualche Ocki per loro.

E’ in puro cotone lavabile a 60 gradi e si seguono istruzioni precise che Sanne fornisce in inglese e francese. IO posso fornirle in italiano se può interessarvi e sono in contatto con lei. Spesso infatti la vedo e quando posso (purtroppo per ora pochi) consegno le mie piovrine.

http://www.laboitedesetoiles.com/2016/11/25/ocki-sito-ocki-new-website/ Gli Ocki non si vendono e non si comprano. Si donano ai bambini!

Nè Sanne e il suo gruppo nè  io ci guadagnamo nulla. Non viene richiesto alcun contributo monetario. Chi vuole partecipare e aiutare può contattarmi scrivendomi a: alessia@laboitedesetoiles.com oppure consultare il sito di Sanne http://www.ocki-lux.lu dove in Tedesco e danese trovate tutte le info.

Se andate sezione link trovate anche il mio piccolo sito tra gli amici e sono orgogliosa di aiutare anche io nel mio piccolo.

Quali novità ci sono?

Sanne dal Lussemburgo è fiera perchè il suo progetto è cresciuto e aiuta tanti piccolini. La città di Lussemburgo ha riconosciuto I meriti e sta contribuendo ad aiutare Sanne e le donne che alacremente lavorano a questo progetto.

Io sto tentando di portare questo progetto qui in modo di poter aiutare anche qui. Speriamo vada in porto!

Spero di essere stata esaustiva. Non è richiesto un impegno costante. Chi vuole, quando vuole, come vuole può aiutare realizzando una piovretta all’uncinetto!

 Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

A presto

Ale

Sabato piovoso. Rainy saturday.

Sabato piovoso. Rainy saturday.

Week end sotto l’acqua a Milano ma questo non mi ha impedito dall’andare nel mio negoziato preferito a reperire la lana per fare i coniglietti. gomitolo di lana.Sabato piovoso. Rainy saturday.

Mi piace fare il giretto al mattino, vedere i negozi del centro paese, fermarmi a prendere la pasta fresca per il pranzo o il pane. Non so è una cosa che mi rilassa.

Sabato piovoso. Rainy saturday. ravioli Abbiamo deciso di prendere dei ravioli alla burrata per pranzo da condire con un sugo semplice di pomodoro. La mia bimba impazzisce per la pasta ripiena.

Per una volta niente impegni sportivi, niente levatacce al mattino presto e chilometri da percorrere. E’ stato davvero rilassante.

Ho potuto dedicarmi un pochino alla casa, attaccare la lavatrice, fare quelle cose che le persone normali fanno durante il week end. E pazienza per il sabato piovoso!

coniglietto ai ferri.Sabato piovoso. Rainy saturday. Mi sono così dedicata ai coniglietti ai ferri.

Ne ho ben 21 da realizzare e non vedo l’ora di consegnarli! 10 saranno spille piccoline e 11 saranno un po’ più grandicelli e spero vivamente che allieteranno il pomeriggio di qualche bambino.

muffin Tilda.Sabato piovoso. Rainy saturday. Ne ho approfittato per cucire anche qualcosa di nuovo! Ho fatto questo piccolo muffin Tilda un pochino inventandomelo dato che non ho il pattern.  Non è perfettissimo, devo riuscire a cucire la base in maniera più pulita.

Ahimè Persino cucendola a mano sono riuscita a fare schifo 😛

Comunque sono lo stesso soddisfatta. Primo sono riuscita ad usare la mia nuova macchina da cucire e quando si è inceppata son riuscita a stare calma e a risolvere il problema cambiando l’ago.

Secondo tutto sommato il muffin non è così osceno dai… basta non guardare la base che non è perfettamente pulita….

muffin tilda.Sabato piovoso. Rainy saturday. Devo dare solo una stiratina alle ondine e poi domani verrà consegnato alla sua nuova mamma.

Oggi pomeriggio mi dedicherò a nuovi progetti e poi partirò con i coniglietti. sono davvero felice di questa opportunità. Spero tanto piaceranno.

E voi che avete combinato in questo (Sabato piovoso. Rainy saturday.) sabato?

Spero lo abbiate passato in tranquillità e armonia proprio come me.

Vi ricordo che potete trovarmi su Facebook, su Instagram e su Pinterest, venite a trovarmi!

Un abbraccio,

Ale

Sabato piovoso. Rainy saturday.

Tilda: stile giapponese. Tilda: Japanese style.

Tilda: stile giapponese. Tilda: Japanese style. 

Giusto per fare qualcosa di nuovo usando la mia fantasia.

bambola tilda giapponeseMi sono divertita un sacco a realizzare questa bambolina Tilda in stile giapponese. A Ele serviva un lavoretto da mostrare alla scuola estiva riguardante il giappone e così è nata Noriko fatta interamente a mano con materiali di riciclo che la scuola mi ha dato.

bambola tilda giapponeseLa base è stata realizzata in cotone bianco in modo da richiamare la pelle lunare delle Geishe. I capelli arrivano da una rocchetta di filo recuperate e ho tentato di acconciarli con uno Chignon.

Con le Tilda la vera difficoltà che incontro è quella dei capelli. Non so mi sembrano sempre piatte e non riesco mai ad avere quei bei chignon cicciotti come le illustrazioni. Se avete consigli…

 

La stoffa del kimono è un riciclo ed è stata un’impresa titanic cucirla. Il kimono è risultato un pò risicato perchè essendo troppo scivolosa la stoffa mi si aggrovigliava in continuazione rovinandosi.

Utilizzo sempre e solo cotone e le fibre naturali ma qui non ho avuto modo di scegliere.

Tilda: stile giapponese. Tilda: Japanese style. bambola Tilda giapponese

Per l’obi, la cintura che tiene chiuso il kimono, ho usato una cinturetta fatta con specchietti colorati un pò anni 60 e ho tentato di ricreare la elaborate chiusura sulla schiena.

Non potendo usare stuzzicadenti o comunque cose potenzialmente dannose per I bambini ho applicator un bottoncino a farfallina sempre verde.

Ed eccola qui la mia Noriko ambasciatrice del Giappone che poi insomma è giapponese solo per me 😛

La trovo dolce anche se le Tilda lasciano sempre un vuoto nella esperessione del viso.

Non ho colorato volutamente le guance perchè volevo risaltasse il bianco.

Forse avrei dovuto cambiare taglio agli occhi, fare un qualcosa che ricordasse l’occhio a mandorla… ma ammetto non ho voluto rischiare di rovinare la bambolina!

Se vi piace passate a trovarmi anche sulla mia pagina FB: La boite des etoiles! Mi trovi anche su Instagram e su Pinterest!

E se vi fa piacere lasciatemi un comment.

Buon week end!

Ale

Tilda: stile giapponese. Tilda: Japanese style.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny. Nato come una spilla finito su una colomba (forse).

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny. L’altro giorno non sapevo cosa fare pensando a qualche cosa che ancora non avevo creato. Non so come mi è nata questa idea di una piccola coniglietta da appuntare al maglione o ad un cappotto in modo da allegerirlo. Così per un tocco di colore e allegria.

Yesterday I was thinking about something new to create. I don’t know how I had this idea of a tiny bunny broch to pin to a sweater or a Jacket. Just to get a bit of colour and happiness.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.Poi parlando con Simona (che ha sempre tante idee) ho provato a fare una coniglietta un pochino più grossina da poter agganciare alle sue colombe strabuone.

Mi sono messa subito al lavoro e sono riuscita a tirare fuori una dolcissima coniglietta con un vestitino tutto colorato.

Forse è un pò grandino per poter essere usato come spilla ma potrebbe benissimo decorare uno zaino o una borsa… o la vostra sciarpa.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.Talking with Simona (who has always a billion ideas) I tried to create a bunny a bit bigger to be pinned to her Easter colombe. I started immediately to work and a new sweet bunny is born with a coloured dress. Maybe it is too big to be a broch but u can easily décor a bag or a scarf.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.Entrambi I coniglietti sono realizzati in lana Bianca e ricamati a mano. Per I vestitini o usato un filato sempre di lana in rosa e multicolor creando l’effetto rigato.

Both bunnies are knitted with white wool yarn and embroidered. For dresses I used pink and multicolor yarn.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.La spillina con la coniglietta in rosa misura circa 4/5 cm  e può essere personalizzata nei colori, nei materiali, aggiungendo cristallini o un’iniziale. Non è adatta ai bambini piccolo ovviamente. Non è un giocattolo.

The tiny pink bunny broch is approx. 1.50 inch and it could be customized. You can choose colours, crystals, details, yarn. It is not a toy so it’s not for children.

Piccolo coniglio a maglia. Knitted tiny bunny.La coniglietta più grande misura circa 7cm e anche lei può essere personalizzata.

Può essere un giocattolo ma non è adatta ai bambini piccolo per la presenza di piccole parti cucite e l’imbottitura interna.

Big Bunny is approx. 4 inch and you can customize it like the broch. It could be a tiny toy but not for small kids as you have lot of small parts hand sewed and for the inside pad.

Per qualsiasi informazione scrivetemi: alessia@laboitedesetoiles.com.

For any info do not hesitate to contact me: alessia@laboitedesetoiles.com

Passate a trovarmi su Facebook, InstragramPinterest e se vi piace ciò che posto lasciatemi un like 🙂

Un grosso abbraccio,

Ale