I kit Orsetto sono pronti per la fiera!

I kit Orsetto sono pronti per la fiera di Vicenza!

Sono cosi emozionata che non avete idea!!!

Intanto qui mi trovate in tutta la mia bruttezza in un nuovo ennesimo video su yt a dirvi che (per chi non lo avesse ancora capito) potete trovarmi con i miei kit Orsetto.

Non sapevate che ho una specie di canale youtubiano? Vi lascio il link qui nel caso abbiate voglia di iscrivervi e incoraggiarmi 😛

kit orsetto che aspettate?????????

Ok ok torno normale!

Vi dicevo che finalmemte sono pronti i kit Orsetto per realizzare la spilla o la decorazione di natale che vedete nella foto. 

kit orsetto I kit comprendono:

  • lana per fare l’orsetto
  • filo per ricamare il faccino
  • imbottitura
  • nastrino o spilla
  • sonaglino
  • istruzioni

Il kit puo’ essere personalizzato se lo ordinate dal mio negozio Etsy mentre quello per la fiera sara’ disponibile solo in bianco e rosso.

Se non siete brave a sferruzzare non temete posso farlo io per voi preparandovi i pezzi da montare per creare l’orsetto.

Che dire… sono emozionara emozionata emozionata!

Lo so che vi sto stressando in tutte le salse… ma e’ la prima volta che vado in fiera per presentare un mio lavoro!

Vi lascio il link al post di ieri con tutti i dettagli se volete passare a trovarmi.

NOn vedo l’ora di fare video e foto e vivere questa esperienza davvero unica!

kit orsetto Ora devo solo sferruzzare un po’ di orsetti da appendere non so dove!

Ma ce la faro’ 😀

Continuo a fare i test per gli orecchini e vediamo se ne esce qualcosa di carino 🙂

Non vedo l’ora!

Ma soprattutto volevo dire una cosa a chi segue la mia pagina facebook.

Grazie ragazze per sostenermi sempre ed incoraggiarmi!

Vi voglio bene!

ALe

kit orsetto il cestino e’ gia’ pronto per la fiera 😛

 

 

 

 

 

Lo strofinaccio da cucina diventa romantico.

Strofinaccio, cannovaccio, asciughino o semplicemente asciugamani chiamatelo come volete… ma rimane sempre uno di quelle cose che fanno arredamento e cambiano l’ambiete che ci circonda.

strofinaccio Se ricordate lo scorso week end ho lavorato su un mio progetto in attesa di girare il video tutorial del funghetto shabby che avete scelto venerdi scorso sulla mia pagina facebook.

L’Orsangelo e’ nato prima a maglia in un piovoso giorno austriaco. Un po’ per noia, un po’ per relax ho fatto questo piccolo angioletto. Poi ho pensato di creare un’applique da usare su varie cose.

Si prospetta un autunno ricco 🙂 stay tuned 😛

 strofinaccio Ho cominciato con un cuore natalizio per decorare casa da cui ho ricavato anche due kit. Un kit per l’applique cosi chi vuole deve solo posizionarle e stirarla e un kit per fare il cuore comprensivo dei materiali.

Oggi invece vi parlo dello strofinaccio verde che ho realizzato per la mia cucina ma che trovate gia’ disponibile nel mio negozio etsy.

Anche qui avete ho creato un prodotto finito: un asciughino in cotone cui ho applicato l’Orsangelo sulla stessa tonalita’ e su cui ho ricamato a mano alcuni dettagli come le ali, il musetto o la frase: Ale’s Kitchen.

 strofinaccio E ho creato un kit per realizzarlo che comprende un asciugamano e l’applique pronta da stirare con le istruzioni.

Ho davvero tantissime idee in questo periodo e mi sto concentrando su questa serie da cui vorrei anche ricavare degli accessori.

Sara’ perche’ quest’orsetto mi ha rapito davvero il cuore… non lo so  ma a me piace tantissimo con quella sua dolcezza e quello spirito un po’ country.

E poi nell amia cucina sta benissimo. Non trovate?

strofinaccio Un abbraccio,

buon venerdi

Ale

Il Natale quando arriva…. arriva!

Il Natale quando arriva…. ARRIVA! E io non mi voglio far cogliere impreparata come l’anno scorso.

Natale Domenica ho cominciato a lavorare su una piccola decorazione dal sapore un po’ country.  Ho disegnato un gnomo ma mi sono resa conto che di gnomi ce ne e’ a miliardi in giro in questi giorni. Gnomi fustellati, gnomi barbuti, gnomi di feltro… cosi mi sono messa a pensare.

Poi il lampo di genio. Chi mi segue su fb sa gia’ che io ho creato degli orsetti a maglia. Delle piccole decorazioni per Natale ma anche spille per chi vuole portare ironicamente lo spirito natalizio su di se. Ho pensato cosi di creare un Orsangelo di stoffa da applicare su un cuyore bianco ma, come vedrete man mano, non solo.

il post lo trovate qui.

In realta’ avrei dovuto realizzare il video tutorial per il fungo ma devo sistemarmi bene con la macchina fotografica e quindi presto lo preparo. Non disperate 🙂

 

natale Mentre  disegnavo ho pensato a quest’orsetta che in mano tiene un regalo di Natale. Io la trovo davvero tanto tanto dolce.

Ho provato la tecnica free motion anche se, onestamente, preferisco il ricamo a mano. Un po’ sono io impedita che ancora non sono riuscita a capire bene come girare la stoffa (e forse anche il fatto che ancora non ho comperato il piedino da ricamo libero puo’ influenzare :P) un po’ il ricamo a mano a me piace effettivamente di piu’.

Natale Sono felice che avete accolto il mio orsetto con tanto entusiasmo. Ho davvero milioni di idee in testa e mi spiace non poter avere piu’ tempo da dedicare a qs miohobby che ogni giorno mi appassiona sempre di piu’.

Intanto se volete prepararvi anche voi al Natale e l’idea vi piace sul mio negozio Etsy trovate sia la decorazione che il kit per crearla voi a casa.

Andate a curiosare.

Sto preparando anche il kit con solo l’applicazione e ho in mente di creare un kit anche per gli orsangeli a maglia.

natale Il kit e’ veramente semplice da usare. Non serve che siate esperte. Se avete bisogno posso anche pre cuire il cuore e dipingere la faccina dell’orsetta.  L’applique e’ gia con la carta adesiva per cui dovete solo stirare per applicarla e ricamarla se volete.

Nel kit ho creato anche le istruzioni semplici per montare l’applique (tutte le informazioni le trovate nella mia inserzione)

Il cuore invece e’ soffice soffice ed e’ grande circa 18 x 12.

Ha un sapore country e non so ma il vestitino dell’orsetta mi rimanda alla cascina con l’aia e mia nonna che sparge il becchime. Forse perche’ aveva un vestito del genere?

natale Mi piacciono queste decorazioni un po’ rustiche. Intanto il primo cuore l’ho appeso al mio camino (anche se ha perso la sua bellezza quando me lo hanno chiuso) in attesa di decorare e preparare casa per Natale.

Voi state gia’ pensando a come preparare il vostro Natale?

Un abbraccio,

Ale

 

 

 

 

 

Tutorial: angelo luminoso. Ricicliamo insieme!

Tutorial angelo luminoso.

tutorial angelo  Nonostante sia solo autunno in questi giorni sono in pieno mood natalizio. Forse perche’ amo questo periodo dell’anno con il freddo, la neve e la gioia dell’attesa, la veglia notturna che ci trova tutti attorno ad un tavolo.

Ho iniziato a realizzare alcune cose per natale e ieri pomeriggio ho pensato di fare questa decorazione luminosa. E’ davvero facile e di effetto e la posizionero’ poi all’entrata di casa.

Oggi vorrei farvi un regalo e visto che vi e’ piaciuto tanto sia su instagram che su facebook ho pensato di condividere con voi il tutorial di questo angioletto luminoso.

Pronte per il tutorial dell’angelo?

Tutorial angelo

Vi occorreranno:

forbici

filo da ricamo

filo per cucire

macchina da cucire

1 quadrato di stoffa di cotone beige chiarissimo (per la faccia e il busto) di 15 x 15 cm

1 quadrato di garza rossa o stoffa leggera rossa 50 x 50 cm

1 quadrato di stoffa leggera (la fantasia sceglietela voi) 50 x 50 cm

1 rettangolo di stoffa bianca 15 x 10 cm

Imbottitura piatta 15 x 10 cm

Imbottitura in fiocchi per il busto

1 nastro rosso

1 nastro di pizzo beige o bianco

1 sonaglietto

colla a caldo

lana per i capelli

acrilico per gli occhi

spilli

fard

1 bottiglia di salsa vuota

lucine a led

Procedimento:

 tutorial angelo Prendete una bottiglia di salsa e dopo averci fatto un bel sughetto lavatela bene, togliete l’etichetta e asciugatela.

Con la stoffa beige in doppio (dritto contro dritto) tracciate il contorno del busto, cucite ricordandovi di lasciare un apertura alla base di circa 4cm per imbottire e ritagliate la sagoma ricordandovi di lasciare 0.5 cm di stoffa dalla cucitura. Risvoltate e stirate.  tutorial angelo

Nella stessa maniera cucite le ali ricordandovi di mettere: imbottitura piatta e i due pezzi di stoffa. In questo modo quando risvoltate l’imbottitura sparira’ all’interno.

Imbottite il busto con l’imbottitura a fiocchi e chiudete a punti nascosti sia le ali che il busto.

 tutorial angelo A questo punto ricamate le ali con punto scritto. IO ho fatto delle specie di girelle ma voi potete trapuntare come preferite.

Procediamo ora a mettere i capelli al nostro angioletto. Aiutatevi con gli spilli e posizionate la lana nera creando una pettinatura.  tutorial angelo

Fissateli alla testa cucendoli con un filo in tinta. IO preferisco cucirli e non incollarli ma voi applivateli come piu’ vi e’ comodo.

Una volta fissati i capelli possiamo creare la faccina. Con uno spillo a punta piatta o un dotter fate due puntini per creare gli occhi. Una volta asciutti sfumate il fard per fare le due guance.

A questo punto appicate un nastro rosso e sopra il nastro in pizzo. Anche qui se volete potete cucirli oppure incollarli. Applicateli attorno alla base del busto come fosse uno scialle.  tutorial angelo

Incollate poi il busto alle ali.

Il grosso del lavoro e la parte piu’ complicata l’abbiamo finita!

Prendiamo ora la nostra bottiglia di salsa. Inseriamo all’interno le lucine led. Il filo e’ piatto per cui vi bastera’ appoggiare il tappo e sara’ stabile e bloccato.

Sfrangiate se volete la garza rossa. Io l’ho fatto per dare un po’ di movimento. Incollatela con la colla a caldo sul tappo. Fate in modo che la punta del quadrato sia davanti in modo da avvere una gonna piu’ lunga.

Prendete l’altra stoffa e piegatela in due formando un triangolo.  tutorial angelo Fate una filza da punta a punta. Questo vi servira’ per creare un’arricciatura.Una volta fatta incollate il tessuto sopra la garza e sistemate la drappeggiatura.

Incollate quindi il busto sul tessuto, incollate un fiocco al quale avete applicato un sonaglietto come decorazione e voila’ il vostro angelo e’ finito!

 tutorial angelo Spero che qs tutorial vi sia piaciuto come e’ piaciuto a me realizzarlo. Se vi serve aiuto scrivetemi nei commenti 🙂

tutorial angelo

Vi ricordo il mio workshop il 7 ottobre a Milano. Vi lascio qui il il link del post. Vi aspetto per fare colazione insieme!!!

 

Aspettando il Natale: gli angioletti orsetti.

Gli angioletti orsetti sono arrivati in una mattina di pioggia qui a Radkersburg. IN realtà una prova l’avevo già fatta a casa creando un orsetto tutto bianco da appendere al nostro albero di Natale.

angioletti orsetti  Ho in mente veramente di crearne diversi da appendere all’architrave in taverna. Abbiamo lasciato un festone in finto pino al quale metto sempre le lucine. Pensavo di creare un po’ di orsetti e un po’ di coniglietti usando materiali diversi.

angioletti orsetti La scorsa Pasqua avevo creato i coniglietti da usare come spilla. Siccome come idea era piaciuta molto ho pensato di creare anche degli orsetti.

Non solo da appendere ma da utilizzare come spille per ravvivare borse, maglioni o una semplice sciarpa.

Mi piacciono molto queste piccole creazioni di maglia. Qui in Austria ho avuto modo di lavorare parecchio ai ferri. Perché non potevo portarmi dietro la macchina da cucire.

E’ come aver scoperchiato il vaso di Pandora. Forse perché avendo del tempo a disposizione intanto che sferruzzo penso a cosa creare per il Natale.

Sto lavorando anche ai topolini che mi tanto mi piacciono.

angioletti orsetti  Dato che su Instagram e sulla mia pagina Facebook vi sono piaciuti ho pensato di scrivere il pattern che troverete nel mio negozio Etsy.

Questi angioletti orsetti sono semplici da realizzare. Il pattern l’ho scritto specificando ogni passaggio e l’ho corredato di foto in modo che sia più chiaro.

Ma come sempre per qualsiasi informazione potete tranquillamente contattarmi.

angioletti orsetti Mi piacciono tantissimo. Pensavo di decorare le alette con qualche rocaille colorata per illuminarli. Che ne pensate?

Ora mi vesto. Nonostante la pioggia andiamo a prendere le ultime cose e cominciamo a fare i bagagli.

Si torna a casa. Un po’ a malincuore ammetto. Perché mi sono davvero rilassata tanto qui.

A presto,

Ale

 

Punto croce: avvio perfetto sul davanti.

Punto croce: avvio perfetto sul davanti del lavoro!

punto croce Qualche anno fa avevo iniziato questo ricamo (salteranno fuori due coniglietti) per un cuscino da posizionare nella camera di Ele.

Poi altre faccende mi hanno portata via e questo lavoretto è rimasto sepolto in un cassetto fino all’altro giorno quando nel ripulire e declutterare è saltato fuori.

Ho deciso di portarmelo qui in Austria  e di terminare ciò che avevo cominciato.

Questa mattina parlando con la mia amica Nat su Facebook siamo proprio finite a parlare proprio di questo particolare punto e di qui l’idea di mostrarvi come avviare in maniera perfetta il vostro lavoro.

Come si comincia il punto croce?

punto croce Innanzitutto va detto che si comincia e si finisce sul dritto e non sul rovescio del lavoro. Questo per ottenere un retro perfetto, pulito e non ingarbugliato.

Codini, fili e garbugli portano ad un effetto disordine che non è molto carino da vedere e se incorniciate il lavoro risulterà spesso.

Si lavora con un filo solo che viene messo in doppio. E’ vero che dipende anche da che tela Aida o lino usate ma vi ricordo che il filo da ricamo esiste anche di varie grossezze. Per una tela aida a buchi grossi si usa solitamente la lana e non il filo da ricamo che si trova in giro.

punto croceL’inizio è semplice. Prendete un filo sufficientemente lungo e posizionatevi nel 1 quadratino che dovete lavorare sul buchetto in basso a sinistra. Con la punta dell’ago puntate dove i due fili si incrociano. punto croce

Infilate l’ago in modo che il filo sia inserito in qs angolo. punto croce

Sfilate l’ago, mettete il filo in doppio come nella foto e infilare di nuovo l’ago. A questo punto siete pronte per partire. Vi basta infatti infilare l’ago nel buco successivo e formare la crocetta.

punto croce Ricordatevi se avete una sequenza di crocette di fare prima un lato e poi tornare indietro a terminare la crocetta. In questa maniera avrete un lavoro perfetto sia davanti che dietro. punto croce

Infine non vi resterà che infilare l’ago nelle prime 3 crocette per chiuderlo sul davanti!

Spero che sia chiaro perchè spiegare non è facile. Ma davvero è facile questo ricamo!

Un bacio

Ale

 

 

 

 

Tutorial angelo in pannolenci.

Angelo in pannolenci

angelo in pannolenci Come promesso eccomi qui con questo piccolo e super veloce tutorial.

Ho realizzato questi angioletti 3 anni fa per alcune delle mie follower. Volevo che portassero loro tantanta serenità e gioia in occasione del Natale.

Realizzare questo angelo in pannolenci è davvero super semplice.

Vi occorreranno:

pannolenci verde

pannolenci rosa

pannolenci giallo

pannolenci bianco

pannolenci fucsia

tulle

imbottitura

filo da ricamo

1 bottoncino

colla

Siete pronte? Cominciamo.

Innanzitutto occorre che disegnate un piccolo cartamodello come questo della foto. angelo in pannolenci Tentate di disegnarlo in modo omogeneo e proporzionato. Disegnate un tondo per la faccina dell’angelo all’incirca grosso come una moneta da 1 euro. Disegnate poi un pallino che corrisponderà alle due gote e al naso.

Un cuore rovesciato e avrete il corpo. Disegnate una sorta di quadrifoglio per le ali più larghe rispetto al corpo. Infine disegnate i capelli nella forma che più vi piace.

Ritagliate i vari pezzi e riportateli 2 volte sul pannolenci.

Questo significa che dovrete ritagliare dal pannolenci rosa chiaro due tondi per la faccina, dal pannolenci verde due cuori per il corpo, dal pannolenci giallo due capelli e dal pannolenci bianco due ali. Dal pannolenci fucsia ricavate le due gote e da quello rosa il nasino.

Iniziate dalla testina dell’angelo in pannolenci.

Cucite con del filo da ricamo e con punto a festone i due lembi per unirli avendo l’accortezza di lasciare uno spazio aperto nella zona del mento. angelo in pannolenci

Questo spazio vi servirà per poter attaccare il corpo.

Imbottite la testina ma non troppo. Deve risultare piatta.

A questo punto tenetela da parte e cucite il corpo. Imbottitelo e applicatelo alla testa usando della colla.

Cucite le due alette ricordandovi di mettere in mezzo ai due lembi il tulle. Ripiegatelo come se doveste fare un ventaglio in modo da creare delle pieghe. Cucite le ali con un semplice punto e ricordatevi di imbottirle senza esagerare.

Incollatele poi al corpo.

Ora procedete ad applicare i capelli. Incollateli alla testina. A questo punto incollate sulla faccina le gote e il nasino. Ricamate gli occhi con un punto a nodino. angelo in pannolenci

Se volete potete decorare le guancette con il filo da ricamo come nella mia foto ma è facoltativo.

Il vostro angelo in pannolenci è pronto 🙂

Io l’ho regalato a Natale con la preghierina. Può essere usato come bomboniera o chiudipacco per un regalo.

Spero di essere stata chiara con la spiegazione. Purtroppo qui in Austria non ho modo di caricare i cartamodelli sul drive.

Un abbraccio,

Ale

 

 

Angelo del bagno. Bath Angel.

Angelo del bagno. Bath Angel.

Angelo del bagno. Bath Angel. Sono molto legata a questa casa, che è quella della mia infanzia. Qui sono cresciuta. Qui ho vissuto i miei grandi dolori, ho fatto le mie battaglie, ho sognato, ho vissuto grandissime enormi gioie.

Abbiamo pressoché lasciato immutata la casa, come l’aveva arredata mia madre. Con gli anni abbiamo solo cambiato qualche dettaglio come il tavolo o la cucina ma sostanzialmente è sempre la stessa casetta in cui son cresciuta.

In questo ultimo periodo ho voglia di rinnovare. Vorrei cambiare alcune cose, alcuni mobili. Forse perché finalmente mi sento cresciuta, mi sento adulta. Forse perché per la prima volta ho il pieno possesso d questa casa.

Dopo una settimana passata a scartabellare libri e segnare tutti i progetti che vorrei fare, dopo una serie di orecchini che sto confezionando per Etsy mi sono finalmente decisa.

Rinnoverò stanza per stanza. O meglio più che rinnovare aggiungo qualche mio dettaglio, mettiamola così.

Sono partita dal piccolo bagno di servizio in taverna. Quello dove mandiamo gli ospiti, quello che usiamo anche come lavanderia. O no credetemi è veramente mignon. Dentro c’è giusto lo spazio pe ri sanitari, la doccia e la lavatrice.

Sostanzialmente è un quadrotto.

Per prima cosa ho deciso di realizzare una targa da porta. Essendo una frana con la pittura ho pensato di creare un angelo da bagno da poter appendere.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.

Così mi sono messa subito all’opera. Come al solito il pattern è di Tilda, il mio brand preferito con quel suo essere stilizzato e nordico.

Per non smentirmi mai anche questa volta ho bisticciato con i capelli della bambolina. Sono comunque contenta della sua capigliatura che da l’idea di essere arruffata e in procinto di fare la sua toeletta mattutina.

Realizzarla è stata piuttosto semplice e questa volta mi sono attenuta abbastanza al pattern originale.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel. Questa volta, però, ho deciso di usare la capocchietta di uno spillo e non il solito dotter e un vecchio fard al posto del solito rossetto che sfumo affannosamente tutte le volte.

Angelo del bagno. Bath Angel.

Il risultato è che la faccina è venuta perfetta. O almeno per me è perfetta.

Ho incontrato qualche difficoltà con la vestaglia. Il pannolenci usato non è dei migliori. Rimane infatti un po’ rigidino. Non so per quale motivo questo angelo da bagno mi ricorda mia nonna con la sua vestaglia rossa.

Non vi dico bugie… il profilo, i capelli, il tipo di vestaglia… mi ricordano lei quando alla mattina metteva su il caffè a mio zio.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.

Le ali sono state trapuntate con punto scritto da me, dopo una battaglia di 10 minuti sono riuscita ad annodare il nastrino per chiudere la vestaglia e le ho messo l’asciugamano sul braccio per dare l’idea che stia andando a lavarsi.

Non è perfetta per indicare il bagno?

Volevo metterle qualcosa tra le mani ma mi sono limitata ad unirle perché altrimenti dava l’idea di essere uno zombie con sta braccia a penzoloni.

Spero vi piaccia il mio angioletto. Io me ne sono innamorata e spero porti fortuna. Sapete che sono un po’ fissata con gli angeli.

E a proposito di angeli… avete visto come ho trasformato la copertina della mia agenda? Qui trovate l’articolo.

Vi auguro la buonanotte o il buongiorno e vi ricordo che potete sempre trovarmi sulla pagina Facebook La botte des étoiles.

angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath

Vi voglio bene,

Ale

Un angelo Tilda sulla cover del mio planner.

planner cover

planner cover Qualche settimana fa ho comprato on line questo planner gigante per organizzare al meglio i miei impegni di blog e cucito. Purtroppo quando è arrivato mi sono ritrovata tutta la copertina rovinata.

Devo essere onesta e ammettere che non mi piaceva un neanche poi molto… ma si sa io sono un po’ difficile come gusti e questi pois enormi tutti dorati non mi entusiasmano.

In compenso dentro è perfetta questa agenda. Ha un sacco di spazio per scrivere e organizzare.

Sono molto soddisfatta ammetto anche se questa copertina non si può proprio guardare. Rovinata o no…

Ho deciso dunque di realizzare una copertina in stoffa e di applicare un angelo con la tecnica dell’applique in rilievo o 3D come la definisce qualche giornale.

planner coverSome weeks ago i bought online this planner but sadly when I received it I found it was ruined. I have to be honest and admit that I don’t really like the cover of this planner. But it is perfect to write my ideas and my work to do as there’s lot of space inside. So I decided to change cover and realize a Tilda Angel applique with 3d Applique technique.

Ho scelto cosi una stoffa che vira sul rosso e fa un po’ Natale. Perché amo questo periodo dell’anno. Ho disegnato l’angelo e piena di entusiasmo mi sono messa a lavorare.

 Anche se l’angioletto non è perfetto (ma si sa che i lavori fatti a mano sono imperfetti… mica uso le fustelle io!) me ne sono innamorata immediatamente. Forse perché mi ha reso l’amore che ho messo nel dargli vita, non lo so.

I chose a red fabric that remind me Christmas, a period that I love very much. I drew the Angel and enthusiast I started to Work. Even if the Angel is not perfect (like every handmade work) I fell i love immediately. Maybe he gave me back all love I give him when I was giving his birth. I don’t know. planner cover

 

La mia agenda ha davvero cambiato faccia e ha assunto un tono chic e un po’ natalizio. Talvolta basta davvero poco per ridare vita ad un oggetto. E sono felice.

Mi sono messa anche l’etichetta 😀 così è super professionale.

Mi piace qs aria super bon ton. Già mi vedo mentre la porto in giro. Ecco la agenda forse non è proprio tascabile… misura 53×28 ma mi piace tantissimo.

My planner changed completely and now it’s chic with a Christmas touch. Sometimes you need really nothing to give back life to an item. And I am happy! I even sewn the label, to give a professional touch to a work for myself. I love it! And already I imagining me going somewhere with it even if it’s not so pocket! Planner size: 53×28 but I really love it!

 

Realizzare questa planner cover è stato un pochino laborioso per quanto riguarda la parte dell’angioletto.  Volevo elaborare un po’ le ali ma ci ho ripensato vista la ricchezza della stoffa di fondo.

Penso che sia perfetto così e spero tanto tanto che mi porti fortuna. Intanto ho in mente di realizzare altre cover e di farle rimovibili in modo da poterle riutilizzare. Credo che questa idea la userò per i regali di Natale.

Sono davvero molto felice di essere riuscita a realizzare un’idea che avevo in testa esattamente come l’avevo immaginata. Questo tipo di applicazione poi rende davvero molto. Vi lascio il link qui del tutorial che avevo scritto poco tempo fa.

planner cover  Sono proprio soddisfatta 😛

I worked a bit to make this planner cover especially the angel part. I thought to work on wings a bit but then I thought that fabric under was too full of flowers and colors.
But I’m sure that planner cover is perfect and I hope the Angel give me lot of luck with my projects.  Meanwhile I already thought to sew some other planner cover reusable as I think it’s a nice idea for a gift! I will use them for Christmas gifts.
I’m really happy to be able to create exactly a project I had in my mind. This kind of applique is really nice. I leave you here my tutorial link posted some weeks ago.
I’m really happy for this creation 😛

planner cover Vi mando un bacione e vi ricordo che mi potete trovare anche su:

-Pinterest

-Instagram

-Facebook

-Twitter

-Bloglovin

I give you a kiss and I remind you can find me also on:
-Pinterest
-Instagram
-Facebook
-Twitter
-Bloglovin

Vi auguro un buon sabato, a presto

planner cover

Ale