Come organizzare la craft room?

Come organizzare la craft room?

Spesso mi sono  posta questa domanda. Come organizzare il mio spazio creativo in modo intelligente?

Come organizzare la craft room? Lo so sono fortunata ad avere questo piccolo spazio adibito al mio hobby. Una piccola play room 🙂

Quando ci entro tutto si scorda e mi rilasso completamente avendo a disposizione tanti materiali vari.

Ma spesso accade che incasino tutto. Dopo Natale la mia craft room sembrava un campo di battaglia e non  si capiva piu’ nulla.

Stoffe per terra, di lato, perline ovunque, automatici in 4 punti diversi… per una che come me crea con tecniche diverse puo’ diventare problematico.

Come organizzare la craft room? Come organizzare la craft room senza impazzire ogni volta?

Innanzitutto declutter. Come sempre e’ un salva vita!

Buttiamo via cio’ che non serve, cio’ che pensiamo potrebbe servire un giorno e son 5 anni che sta li a fare polvere.

E come sempre procediamo per gradi. Sapete che il metodo Konmari a bene per chi e’ minimal. Ma per chi come me ha lo stesso quantitativo di un negozio diventa una tragedia poi svuotare e riordinare.

Quindi partite da un lato e pian piano scaffale dopo scaffale seguite il solito procedimento: svuotare, pulire, buttare, riordinare.Funziona sempre!

Come organizzare la craft room? Avvicinate gli articoli per natura: i tessuti con i tessuti, i decori con i decori, i nastri con i nastri… ecc, ecc..

In questo modo saremo meno dispersive e troveremo tutto subito. Mi sono armata di cotenitori e scatole per radunare i gomitoli, i sonaglini, le varie perline.. insomma ora almeno so dove ho le cose.

Etichettate le scatole! A meno che siano trasparenti e avete possibilita’ di vedere dentro.

I tessuti piegateli e suddivideteli o per colore o per decoro. Io inizialmente li avevo suddivisi per colore ma vedo che e’ piu’ il decoro che mi aiuta a trovare cio’ che voglio.

Infine i nastri: radunateli in una cesta oppure prendete una di quelle asticelle da cucina per lo scottex o quelle per appedere le tende e infilateli. In questa maniera potete tenerli ordinati. 🙂

Vi lascio il video dove vi mostro il mio buco creativo!

Spero possa esservi di aiuto 🙂

A presto,

 

Ale

 

 

Realizzare un fiocco perfetto!

Realizzare un fiocco perfetto si può con pochi e semplici passaggi.

Io impazzivo sempre quando dovevo farli per i pacchi o le mie creazioni perché venivano sempre tutti storti. E lo sapete che io sono un po’ perfetta su queste cose.

Seguite il video e imparate a realizzare un fiocco in maniera veloce e semplice!

Basterà un nastro, del filo di cotone e un ago 🙂

Non serve una manualità particolare!

Se il video ti è piaciuto puoi seguire i miei tutorial sul canale di YouTube: La boite des ètoiles.

Cerco di proporre alcune idee e di spiegare il mio approccio con la manualità. Perché anche un’autodidatta può sempre imparare e dare nel suo piccolo un consiglio 🙂

Se ti va lasciami un consiglio su come migliorare. Io non ho mai fatto video e sono neofita.

Un abbraccio

Ale

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro!

Lezioni di maglia: impariamo ad avviare il lavoro mettendo su i punti e la maglia rasata!

Finalmente ecco che ci sono riuscita a girare il primo video su come si lavora a maglia.

Grazie a Paola che mi ha aiutato riprendendomi.

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro e impariamo la maglia rasata.

Vi lascio il link del video QUI

Oggi impariamo a mettere i punti e ad avviare il lavoro con uno dei punti base: la maglia rasata.

Partiremo con un ferro a dritto e poi il rovescio.

Spero sia chiaro. Una cosa sicuramente che devo fare è riprendere più da vicino… fortunatamente la maglia rasata la conoscono tutti.

La prossima lezione avvieremo il lavoro sui ferri circolari con il metodo continentale 🙂

Spero che le mie lezioni di maglia possano esservi utili!

Fatemi sapere se è chiaro, altrimenti lo giro di nuovo 🙂

Un abbraccio,

Ale

Punto croce: avvio perfetto sul davanti.

Punto croce: avvio perfetto sul davanti del lavoro!

punto croce Qualche anno fa avevo iniziato questo ricamo (salteranno fuori due coniglietti) per un cuscino da posizionare nella camera di Ele.

Poi altre faccende mi hanno portata via e questo lavoretto è rimasto sepolto in un cassetto fino all’altro giorno quando nel ripulire e declutterare è saltato fuori.

Ho deciso di portarmelo qui in Austria  e di terminare ciò che avevo cominciato.

Questa mattina parlando con la mia amica Nat su Facebook siamo proprio finite a parlare proprio di questo particolare punto e di qui l’idea di mostrarvi come avviare in maniera perfetta il vostro lavoro.

Come si comincia il punto croce?

punto croce Innanzitutto va detto che si comincia e si finisce sul dritto e non sul rovescio del lavoro. Questo per ottenere un retro perfetto, pulito e non ingarbugliato.

Codini, fili e garbugli portano ad un effetto disordine che non è molto carino da vedere e se incorniciate il lavoro risulterà spesso.

Si lavora con un filo solo che viene messo in doppio. E’ vero che dipende anche da che tela Aida o lino usate ma vi ricordo che il filo da ricamo esiste anche di varie grossezze. Per una tela aida a buchi grossi si usa solitamente la lana e non il filo da ricamo che si trova in giro.

punto croceL’inizio è semplice. Prendete un filo sufficientemente lungo e posizionatevi nel 1 quadratino che dovete lavorare sul buchetto in basso a sinistra. Con la punta dell’ago puntate dove i due fili si incrociano. punto croce

Infilate l’ago in modo che il filo sia inserito in qs angolo. punto croce

Sfilate l’ago, mettete il filo in doppio come nella foto e infilare di nuovo l’ago. A questo punto siete pronte per partire. Vi basta infatti infilare l’ago nel buco successivo e formare la crocetta.

punto croce Ricordatevi se avete una sequenza di crocette di fare prima un lato e poi tornare indietro a terminare la crocetta. In questa maniera avrete un lavoro perfetto sia davanti che dietro. punto croce

Infine non vi resterà che infilare l’ago nelle prime 3 crocette per chiuderlo sul davanti!

Spero che sia chiaro perchè spiegare non è facile. Ma davvero è facile questo ricamo!

Un bacio

Ale