Collaborazione con L’angolo creativo!

Collaborazione fresca fresca con le ragazze dell’Angolo Creativo, uno dei gruppi che seguo su FB.

Mi è stato chiesto un tutorial di maglia per questa collaborazione che  mi ha resa davvero felice e orgogliosa!

Anche perché ho sempre paura di non essere all’altezza.

Per loro ho pensato di realizzare un topolino che poi ho applicato ad una fascia per capelli che la mia piccoletta mi ha richiesto, quindi parte del merito va ad Ele.

collaborazione

Vi lascio dunque al video che troverete sul canale dell’ Angolo!

Tutorial topolino

Buona visione!!!!

 

 

 

Incontriamo Shabby Roses e le sue dolci creazioni.

Incontriamo Shabby Roses e le sue dolci creazioni in stile shabby dal tono romantico e country che potete vedere nelle sue pagineFacebook: Shabby Roses e Mary Vita Shabby Chic.

Incontriamo Shabby Roses e le sue dolci creazioni. Ho conosciuto Marilena per caso quando non so perche’ o per come mi sono ritrovata nel gruppo Facebook che ha creato e gestisce assieme a 3 donne meravigliose: Marina, Sofia e Mirella.

Chi mi conosce sa che no sono un’amante dei vari Gruppi ma mi sono piacevolmente ricreduta con Vita Country & Chic.

Incontriamo dunque la fondatrice Shabby Roses al secolo Marilena che in questi mesi ho imparato a conoscere e ad amare! Estrosa, gentile e dall’intelligenza viva anche lei come Manu si racconta attraverso le sue creazioni e il suo gruppo!

Ciao Shabbyna grazie per aver risposto alle mie domandine.

1- Ti va di parlarci un po’ di te e della tua creatività? Chi è Mirella e cosa sta dietro al tuo lavoro creativo?

sono marilena…ho 44 anni…e amo definirmi creativa🙃amo tutto ciò che è legato all inventiva…mi piace osservare la vita con curiositá e mi piace avere le mani in pasta un po dapperttutto …non metto mai paletti a ciò che si può creare quindi mi diverto con stoffe …legno…argilla…vernici...restyling…tutto ciò che mi permette di esprimere ciò che ho dentro.

2- Cosa ti ha spinto a creare, come hai cominciato?

ho iniziato rivoluzionando la mia casa…poi io e mio marito abbiamo iniziato a pensare di partecipare a mercatini vari…dando inizio ad una collaborazione tra noi due…creando oggetti in legno personalizzandoli…

3- Qual è stata la tua prima creazione?

le mie prime creazioni dei barattoli in vetro …classico…inizio dello shabby…

4- Qual è la tecnica che ami di più usare?

la tecnica che amo di più è lo shabby ovvio forse ma è cosi …

5- Qual è stata la creazione che hai amato di più, a cui sei più legata?

la creazione alla quale sono più legata e che diciamo è diventato poi il nostro cavallo di battaglia sono i cavallini a dondolo che realizziamo…poi ci sono le…nostre corone…

6- Da cosa trai ispirazione quando crei?

quando creo il progetto di solito penso a cosa piacerebbe vedere a me su un banco di un mercatino ma di solito ce l ho nella mente ben preciso …e cerco di metterlo in pratica…cerco di personalizzare un oggetto quanto più mi è possibile…

7- Quali sono i tuoi progetti futuri ( se si può sapere ovviamente) e i tuoi sogni?

progetti futuri…partecipare ad eventi…sogni…solo di stare bene in salute con la mia famiglia per continuare a creare

8- Un messaggio o consiglio per le creative?

unico consiglio che mi sento di dare è…
non sentirsi mai arrivate…si continua sempre a imparare…di essere come spugne…di circondarsi sempre del bello…

09- Sei una delle amministratrici di un gruppo favoloso Vita & Country chic. Come vivi questa esperienza?

vita country è nato per mio volere l ho desiderato e l ho voluto fortemente perchè volevo un posto virtuale dove poter fare incontrare persone diverse ma affini tra di loro…con l amore per la casa…per il bello…per la creativitá…e ancora stiamo lavorando affinchè diventi una vera oasi di pace…richiede impegno…ma va bene cosi…non ci sono grosse difficoltá…la soddisfazione è nei messaggi compiaciuti delle ragazze che mi ringraziano della compagnia che il gruppo da a loro…💗💗💗

Eh infatti io sono una di quelle (cit. ALe)

incontriamo

Grazie Mery Per aver partecipato e avercfi pemsesso di conoscerti!!!!

Alla prossima intervista!!!

Chi sara’ la prossima creativa??

 

 

Come organizzare la craft room?

Come organizzare la craft room?

Spesso mi sono  posta questa domanda. Come organizzare il mio spazio creativo in modo intelligente?

Come organizzare la craft room? Lo so sono fortunata ad avere questo piccolo spazio adibito al mio hobby. Una piccola play room 🙂

Quando ci entro tutto si scorda e mi rilasso completamente avendo a disposizione tanti materiali vari.

Ma spesso accade che incasino tutto. Dopo Natale la mia craft room sembrava un campo di battaglia e non  si capiva piu’ nulla.

Stoffe per terra, di lato, perline ovunque, automatici in 4 punti diversi… per una che come me crea con tecniche diverse puo’ diventare problematico.

Come organizzare la craft room? Come organizzare la craft room senza impazzire ogni volta?

Innanzitutto declutter. Come sempre e’ un salva vita!

Buttiamo via cio’ che non serve, cio’ che pensiamo potrebbe servire un giorno e son 5 anni che sta li a fare polvere.

E come sempre procediamo per gradi. Sapete che il metodo Konmari a bene per chi e’ minimal. Ma per chi come me ha lo stesso quantitativo di un negozio diventa una tragedia poi svuotare e riordinare.

Quindi partite da un lato e pian piano scaffale dopo scaffale seguite il solito procedimento: svuotare, pulire, buttare, riordinare.Funziona sempre!

Come organizzare la craft room? Avvicinate gli articoli per natura: i tessuti con i tessuti, i decori con i decori, i nastri con i nastri… ecc, ecc..

In questo modo saremo meno dispersive e troveremo tutto subito. Mi sono armata di cotenitori e scatole per radunare i gomitoli, i sonaglini, le varie perline.. insomma ora almeno so dove ho le cose.

Etichettate le scatole! A meno che siano trasparenti e avete possibilita’ di vedere dentro.

I tessuti piegateli e suddivideteli o per colore o per decoro. Io inizialmente li avevo suddivisi per colore ma vedo che e’ piu’ il decoro che mi aiuta a trovare cio’ che voglio.

Infine i nastri: radunateli in una cesta oppure prendete una di quelle asticelle da cucina per lo scottex o quelle per appedere le tende e infilateli. In questa maniera potete tenerli ordinati. 🙂

Vi lascio il video dove vi mostro il mio buco creativo!

Spero possa esservi di aiuto 🙂

A presto,

 

Ale

 

 

Realizzare un fiocco perfetto!

Realizzare un fiocco perfetto si può con pochi e semplici passaggi.

Io impazzivo sempre quando dovevo farli per i pacchi o le mie creazioni perché venivano sempre tutti storti. E lo sapete che io sono un po’ perfetta su queste cose.

Seguite il video e imparate a realizzare un fiocco in maniera veloce e semplice!

Basterà un nastro, del filo di cotone e un ago 🙂

Non serve una manualità particolare!

Se il video ti è piaciuto puoi seguire i miei tutorial sul canale di YouTube: La boite des ètoiles.

Cerco di proporre alcune idee e di spiegare il mio approccio con la manualità. Perché anche un’autodidatta può sempre imparare e dare nel suo piccolo un consiglio 🙂

Se ti va lasciami un consiglio su come migliorare. Io non ho mai fatto video e sono neofita.

Un abbraccio

Ale

Colazione con Emanuela di Le creazioni di Mamu!

Colazione con Emanuela stamattina per conoscere un po’ la poliedrica creativa che ha fondato Le creazioni di Mamu e il famoso  gruppo Facebook L’angolo creativo.  

colazione
Ogni giorno Emanuela  sforna una meraviglia usando tecniche diverse: dall’uncinetto all’embossing e non perde occasione di mostrarci la tecnica in una diretta oppure nel canale YT dell’Angolo.

(Clikkate sul nome delle pagine e vi si apre il link)

Conosciamola meglio dunque facendo colazione con lei questa mattina!

Ciao Manu ti va di parlarci un po’ di te e della tua creatività? Chi è Emanuela e cosa sta dietro al tuo lavoro creativo?
Ciao Alessia, innanzitutto ti ringrazio per questa intervista…sono davvero onorata e felice!!!
Dunque, parlare di me…prima di ogni cosa ti dò idati “tecnici”, cioè che sono nata 46 primavere fa e per il resto non saprei definirmi
 nemmeno io!! Ho dei punti fermi nella vita, alcuni valori che sono alla base di ogni cosa che faccio e che cerco sempre di rispettare, in primis per coerenza verso me stessa. Nella vita mi sono data tanto…ho sempre messo davanti le esigenze altrui…da un pò cerco di pensare anche un pochino a me…a questa età me lo merito…e forse ne ho proprio bisogno!! Ovviamente c’è il lato creativo (altrimenti forse non staremmo nemmeno qui!!) che negli ultimi anni è prevalso un pò su tutto ed ovviamente ne sono felice, seppur è abbastanza faticoso perchè mi piace studiare le varie tecniche a cui mi interesso  e,  davvero passo le nottate ed ogni minuto del mio tempo libero a leggere la storia di quella tecnica, a seguire qualche tutorial e tutto ciò che appartiene a quel mondo. colazione
Cosa ti ha spinto a creare, come hai cominciato?
Sò che è una cosa abbastanza comune, ma ho iniziato a creare in un periodo poco bello. Avevo bisogno di non pensare, di tenermi occupata una volta uscita dall’ufficio. Sono sempre stata portata alla creatività tant’è che da ragazzina mi divertivo a disegnare dei fumetti, ma poi ho preso strade completamente diverse, e qulache anno fa, a seguito di questo momento molto triste mi sono buttata nell’hand made…che è stata la mia ancora di salvezza.
colazione
Qual è stata la tua prima creazione?
Ho sempre adorato i bracciali, ma non ne ho mai avuti tanti perchè le finanze non me lo permettevano, quindi non poteva non essere un bracciale.
Sono andata dal fornitore, ho preso dei fili di cristallini colorati, del filo armonico, caucciù e qualche distanziatore.
In realtà credo di aver preso anche altro, ora non ricordo bene, ma tutto ciò che mi piaceva lo portai a casa non sapendo cosa avrei realizzato. Nello specifico il primissimo fu un appunto con il filo armonico (che è un filo rigido dove si infilano le pietre) con al centro dei cristalli di varie forme e colori e dei distanziatori al centro, mentre ai lati il caucciù.
La stessa sera credo che feci una ventina tra altri tipi ed alcuni orecchini!!!
colazione
Qual è la tecnica che ami di più usare?
Ecco…quanto tempo ho??? No dai…la sò la sò!! Ho iniziato con i bojoux che chiamo sempre “il mio primo amore” ed effettiavmente se dopo un pò non ne realizzo devo ammettere che mi mancano e quindi riprendo.
Poi sono passata alle creazioni in polvere di ceramica…tante belle soddisfazioni!! Anche qui ho studiato tanto…fatto prove su prove nonostante i consigli di alcune amiche esperte.  Detto tra noi…casa è un macello quando uso la polvere di ceramica. E’ pur sempre una tecnica che amo, ma in futuro realizzerò qualcosa solo su richiesta, eventualmente per bomboniere e segnaposto.
Negli ultimi mesi mi sono appassionata ad una tecnica che in realtà c’è da tanto ma è tornata in voga solo ora anche grazie alla nascita di tanti nuovi materiali…che se uno volesse prenderli tutti dovrebbe fare un mutuo!!
Questa tecnica si chiama Mix Media Art ed appunto è un mix di tecniche e di materiali realizzati su tela, pittosto che cartoncino o altro, i quali, anche se all’inizio non può sembrare, hanno tutte un senso ed in genere contengono un messaggio preciso.
colazione
Qual è stata la creazione che hai amato di più, a cui sei più legata?
La creazione che amo di più non l’ho realizzata io ma il mio fidanzato, anche lui amante del fatto a mano…nonostante le sue mani da rugbista, sport che ha praticato per anni ed anni!!
Avevo preso un filo di fluoriti, una pietra bellissima, generalmente  trasparente con le sfumature che vanno dal viola/lilla al verde…davvero uno spettacolo. Le misi nella scatola dove mettotute le pietre che, sciagratamente acdde a terra!! Non ti dico che botto…sia alla scatola che al mio cuore! La aprii terrorizzata ed effettivamente si era spaccata a metà la più bella delle pietre!!
Mi veniva da piangere!! Il giorno dopo torno a casa ed il mio fidanzato mi porge un pacchetto: dentro c’era una collana con un bellissimo ciondolo…indovina un pò!! Aveva levigato e lucidato la pietra, con non poca fatica, metà della pietra rotta, e gli aveva dato la giusta forma per poterla attaccare ad una base !! Sembra un ciondolo incantato!!
Da cosa trai ispirazione quando crei?
Da tutto ciò che mi circonda, dal mio stato d’animo, dal materiale che ho a disposizione nel momento in cui mi sento più ispirata.
Quali sono i tuoi progetti futuri ( se si può sapere ovviamente) e i tuoi sogni?
Ho acquistato da poco il Mix Media Creative Journal, che sarebbe un libro (ovviamente con le pagine bianche) che usa chi fa Mix Media Art, da riempire con delle opere, se così vogliamo chiamarle. Quindi il mio vero progetto è ritagliarmi del tempo per poterlo arricchire magari settimanalmente. Qualche piccolo sogno lo sto realizzando…e tu ne hai fatto parte!!
colazione
Un messaggio o consiglio per le creative?
Se mi permetti ne vorrei dare due (mamma quanto sono saggia!!!).
Il primo è quello di non arrendersi mai. Perchè se le nostre creazioni ci sembrano non all’altezza di quelle di altre creative o se nel nostro cammino incontriamo chi ci critica aspramente, non bisogna arrendersi. C’è sempre tempo per migliorare. E qui arriva anche il secondo consiglio: studiare!! Si bisogna farlo sempre. Per imparare è neccessario informarsi ma soprattutto bisogna sbagliare…se non si sbaglia non si capiscono gli errori…quindi prove su prove!!
Hai fondato un bellissimo gruppo L’Angolo Creativo  che conta più di 20.000 iscritti. Cosa ti ha spinto ad aprirlo?
Quando ho iniziato a creare mi sono iscritta in alcuni gruppi per poter sicuramente migliorare ma anche nella speranza di poter vendere qualche creazione. Il fatto è che in alcuni di questi per poter essere ammessa bisognava seguire troppe regole, alcune davvero assurde…in uno ricordo che era necessario introdurre almeno 50 amic!! iAllora mi sono detta: “ma se ne faccio uno tutto mio con poche regole?”. Ammetto che nel tempo qualche regola in più è stata inserita…capisci bene che con 20.000 e passa iscritti sarebbe ingestibile!! Oggi ovvimente il gruppo ha un altro sgnificato: oltre ad essere parte di me ho imparato tante cose leggendo i vari post delle iscritte!! Quindi il mio obiettivo è quello di far conoscere il fatto mano, il suo vero valore, la fatica e l’impegno che ci mettiamo nelle nostre creazioni, e quindi il motivo del perchè (come troppo spesso accade) non possono essere vendute a 5 euro!!
 Ti aspettavi un successo simile? colazione
Onestamente no. Però da quasi subito ho capito che “funzionava”. Forse perchè ci sono delle bellissime persone, forse perchè l’ho “condotto” con naturalezza, con allegria, simpatia…dicendo quelle stupidaggini che però portano il sorriso sulla bocca di chi mi legge.
Gestire cosi tante persone non è semplice. Quale è la difficoltà più grossa che hai incontrato e quale invece è la tua soddisfazione più grossa? 
Domanda di riserva??
No dai rispondo!! Vero…non è semplice perchè voglio tenere il gruppo vivo e cerco di mostrare rispetto, che sia anche solo con il mio buongiorno che al mattino mi impegna quei 45 minuti che avrei potuto passare a dormire.
Perchè voglio fare degli eventi, renderlo intressante agli occhi di chi legge, e soprattutto rendere chi è iscritto realmente parte integrante. Come ho detto prima, il gruppo forse è un pò anomalo, nel senso che oltre a parlare di creatività, più volte ci siamo letteralmente “abbracciate”, raccontndo alcune vicende personali che hanno dato vita a delle vere amicizie e ad aiuti tangibili. In alcuni gruppi se sfori un pochino subito ti bannano!!! Noi invece siamo diverse…siamo umane…a volte amiche. Benchè non sia affatto facile relazionarsi con chi non vedi e non puoi toccare. Oggi è tutto virtuale…e sono la prima ad aver avuto delle grandi delusioni  che hanno lasciato un segno profondo. Senza contare che sono al centro dell’attenzione  e questo comporta anche tanti messaggi privati, che siano di stima, di questioni tecniche del gruppo, di domande a volte inutili, di chi ha semplicemente bisogno di parlare. Ci sono stati giorni in cui mi scrivevano anche 15 persone contemporanemente!!
  Quindi la difficoltà più grande è proprio la gestione del gruppo stesso…per cui da quando i numeri sono diventati a 5 cifre ho avuto bisogno di aiuto. Oggi siamo in tre a gestire il gruppo: Yaya e Simona come moderatrici ed io che sono l’amministratrice, o diversamente detta ” la capa “!!!
Soddisfazioni tante: a cominciare dai doni che ricevo dalle ragazze del gruppo e dalle lettere che spesso li accompagnano!! E poi le parole disinterssate di stima che mi scrivono.colazione
Hai vissuto, organizzato e sperimentato due fiere importanti come Abilmente Vicenza e Roma insieme alle altre due amministratrici Simona e Yaya. Vuoi raccontarci questa esperienza?
Oh mamma si!! Se ci ripenso sento ancora il mal di piedi!! Felice eh…ma con il mal di piedi!!!
Abilmente è un’esperienza indescrivibile!!! Ricordo ancora i brividi che avuto insieme a Yaya e Simona quando ci hanno detto che c’era la possibilità di poter partecipare. Veramente avevo anche le lacrime agli occhi. Tanta fatica che veniva ripagata…ed in un modo in cui non avrei potuto mai immaginare!!
In realtà noi avevamo semplicemente chiesto di poter fare delle foto all’interno della fiera da poter successivamente postare sul gruppo e sul canale YouTube…ed invece ci siamo ritrovate con il badge della fiera appeso al collo dove su un lato c’era scritto “STAMPA” e dall’altro “ESPOSITORE”!!! Ad oggi credo che dobbiamo ringraziare gli organizzatori  di Abilmente se ci siamo rese conto dell’enorme potenziale che abbiamo!! In fiera non c’era nessuno che rappresentava un gruppo con 20.000 iscritti…ed era uno dei punti fermi riportato su tutte le notizie dei media quando parlavano “dell’evento Abilmente”. Non immagini che soddisfazione e quanti brividi ancora vedere il nostro nome su Il Messaggero o su La Repubblica, ed altre testate che fossero o meno del settore. Altra soddisfazione è arrivata quando ci hanno chiesto di presentare un progetto per la prossima edizione…beh…noi ce la stiamo mettendo tutta…se vi va tenete le dita incrociate per noi!!!
colazione
Voglio ringraziare te Ale…per questa opportunità e sono davvero felice di averti incontrata…anche tu portatrice sana di una fantastica creatività!! Vedere persone come te che occupano quasi tutto il tempo della giorata al questo mondo riempie davvero il cuore!!!
Grazie ancora!!
Grazie a te Manu per essere stata cosi disponibile mettendoti a nudo e raccontandoci un po’ di te!
E a voi non resta che andarla a trovare seguendo i link in pagina!
Alla prossima e buona giornata
Ale

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro!

Lezioni di maglia: impariamo ad avviare il lavoro mettendo su i punti e la maglia rasata!

Finalmente ecco che ci sono riuscita a girare il primo video su come si lavora a maglia.

Grazie a Paola che mi ha aiutato riprendendomi.

Lezioni di maglia: avviamo il lavoro e impariamo la maglia rasata.

Vi lascio il link del video QUI

Oggi impariamo a mettere i punti e ad avviare il lavoro con uno dei punti base: la maglia rasata.

Partiremo con un ferro a dritto e poi il rovescio.

Spero sia chiaro. Una cosa sicuramente che devo fare è riprendere più da vicino… fortunatamente la maglia rasata la conoscono tutti.

La prossima lezione avvieremo il lavoro sui ferri circolari con il metodo continentale 🙂

Spero che le mie lezioni di maglia possano esservi utili!

Fatemi sapere se è chiaro, altrimenti lo giro di nuovo 🙂

Un abbraccio,

Ale

Coniglietti e orsetti natalizi finalmente finiti!

Coniglietti e orsetti natalizi finalmente finiti!

coniglietti Non mi pare vero!

Quanti coniglietti e orsetti ho fatto quest’anno?

Ne ho contati circa 100 tra Pasqua, la fiera e Natale!

Devo dire che quando ho realizzato il primo mai piu’ avrei pensato di avere un tale successo.

Sono gli orsetti e i coniglietti che ho portato alla fiera e che hanno fatto sfoggio in vetrina nel negozio di Simona.

Se ci penso sono ancora incredula. A volte basta poco, un piccolo azzardo e una piccola spinta per avere un ritorno.

Cio’ mi fa pensare che non e’ il vendere che fa. E’ quanta passione e amore ci metti nel creare cose. 

coniglietti Sono impazzita ad accontentare tutti quanti questo mese.

Chi li voleva sberluccicanti, chi li voleva natalizi, chi ha voluto un coniglietto maschietto, chi ha voluto le campanelle colorate e chi le iniziali… ma pian piano ho davvero accontentato tutti.

Per me che, tendo a incasinarmi facilmente e’ stato un vero successo!

Mi rimane un ultimo dono da confezionare per una bimba neonata. Poi La boite des etoiles chiude per ferie e si godra’ la sua piccola famiglia e le feste.

Qual e’ la vostra tradizione?

Vi parlero’ della mia nel prossimo post promesso. Perche’ nonostante siamo solo in tre quest’anno e’ stato talmente duro per tutti che ho intenzione di fare una cosa speciale, speciale.

coniglietti Ricordatevi di apprezzare cio’ che avete, la gente che vi sta intorno, l’amore che ricevete.

Ringraziate perche’ tanti il calore che abbiamo nelle nostre case (e non parlo di quello del calorifero neh) non ce l’hanno.

Io ringrazio per questa avventura sperimentale che e’ partita in sordina con tante prove e tanti test ma che mi ha fatto aprire gli occhi su cio’ che voglio davvero.

coniglietti  Ed eccoli i miei ultimi coniglietti! Montati sulle loro spille e impacchettati.

Ho fatto talmente tante confezioni che ho finito le etichette!

Devo aspettare Fabry che torni per averne di nuove (io sono diversamente tecnologica, sappiatelo).

Vi auguro un sereno venerdi!

Spero tanto che queste spilline saranno apprezate e porteranno fortuna a chi li riceve e un pochino dell’amore che ci ho messo a farli!

Un abbraccio,

Ale

 

 

 

 

Rinnovare la vecchia ghirlanda

Rinnovare la vecchia ghirlanda di Natale con pochi curati dettagli si puo’!

rinnovare Ho realizzato questa ghirlanda tantissimi anni fa. Elettra era una trottolina traballante in corsa verso il suo primo anno (ora ne ha 12).

Ricordo che muovevo i primi passi nel cucito creativo e compravo riviste su riviste per poter realizzare quelle cose meravigliose che vedevo in giro.

Ne avessi fatto uno di quei progetti 😀 ah no si il primo lavoro con la macchina da cucire… l’ho preso da Cucito Creativo. ahahah.

rinnovare Ricordo che in quel periodo cucivo tutto a mano. E quei due zenzerini rappresentavano Fabrizio e me e il cuore era la nostra famiglia. Serena, felice e finalmente completa.

Manca la baby zenzerina e’ vero. Ma quella ghirlanda rappresentava noi due e cio’ che avevamo creato.

Ho cucito tutto a mano con il punto festone e ho fatto una zenzerina molto basica (aveva solo i 3 bottoni) unpo’ come lo sono io. Senza fronzoli. E per lui avevo scelto un piccolo papillon rosso.

Siccome non avevo il coraggio darmi alla pittura ho cucito delle perline per gli occhi.

All’epoca mi appariva stupenda.

Ma a distanza di qualche anno l’idea di rinnovare o cambiare la ghirlanda ha fatto capolino nella mia testa.

rinnovare Sara’ che mi sono fatta un pochino piu’ esperta con il cucito o forse il fatto che i miei gusti siano cambiati ma gia’ l’anno scorso mi appariva semplice e un po’ bruttarella. Insignificante. Non tanto per me perche’ rappresenta sempre noi quanto per il fatto che il nastro era un po’ banale e i due zenzerini erano spogli.

Quest’anno mi sono decisa e ho pensato a come poter rinnovare i due zenzerini dando loro luce.

rinnovare Ho smontato la ghirlanda e il nastro che aveva quel fiocco orrendo l’ho recuperato per fare la gonnellina e il papillon ai due zenzerini. Lei e’ invecchiata come me quindi il filo di perle per ingentilirla, non e’ piu’ la ragazzetta basica. Un vezzoso fioccetto la rende un po’ frivola e le guanciotte si sono arrossate.Ho poi levato un bottone e le ho messo una gonnellina, perche e’ pur sempre una signora.

Lui e’ rimasto uguale. Mi sono limitata a pitturargli le guancette e a fargli un papillon in tinta a lei. Anche lui e’ invecchiato un pochino negli anni 🙂

Infine ho tolto quelle perline orrende e ho dipinto gli occhietti con l’acrilico.

Non sono bellini?

rinnovare Rinnovare questa ghirlanda mi ha molto divertita. Ho lasciato andare le mani e  correre la fantasia. Il vecchio cuore spoglio l’ho riempito di perle per dargli luce ed infine ho avvolto un nastro a quadretti bianchi e rossi per dare movimento.

Niente fiocchi, che amo poco, questa volta. Solo i due zenzerini e questo piccolo nastro.

Mi sono innamorata di nuovo di questo addobbo. e gia’ sto pensando alla ghirlanda da appendere dopo in attesa della Pasqua. Come al solito una ne faccio e 100 ne penso!

rinnovare Che ne dite? Un bel cambiamento no?

Sembrano persino diversi ahhaahah e invece i pupazzetti sono sempre loro!

Gli altri addobbi che sto realizzando li puoi trovare nel post di ieri. Vi lascio il link QUI.

E se volete seguire  le mie decorazioni vi invito a venire a trovarmi sulla mia pagina Facebook.

A volte abbiamo piccoli vecchi tesori che negli anni perdono il loro fascino. Provate a dar loro una nuova vita con qualche piccolo dettaglio. Restituiranno l’amore che avete dato lasciandovi senza fiato!

Buon mercoledi,

Ale

 

Illuminare il Natale di casa mia.

Illuminare il Natale con quello che riesco a fare e’ cio’ che ho pensato di fare quest’anno.

Illuminare Per la prima volta la vecchia casa dei miei la sento mia, nostra. E’ carica di emozioni, di momenti felici e momenti tristi, di frustazioni ed esaltazioni come ogni casa ma quest’anno non lo so a me appare come se fosse la reggia di Caserta.

Penso che invecchiando si cambiano i gusti, si accettano compromessi, si apprezzano determinate cose.

Se non voglio ancora cambiare e rinnovare la parte edile ho pero’ voglia di svecchiare e rinnovare cio’ che la arreda.

Illuminare casa talvolta e’ davvero semplice.

Illuminare Anche se a rilento visti i vari lavori che sto portando avanti e il boom natalizio, ho cominciato a realizzare piccoli addobbi.

Non so come e’ scattata… ero da Viridea un giorno e ho semplicemente pensato: per quale motivo devo spendere soldi per decori fatti in Cina e di plastica quando posso creare qualcosa per me?

Cosi ho cominciato a sostituire il vecchio puntale di plastica e ho realizzato una  piccola Tilda natalizia e qualche addobbo. Potete leggere il post QUI.

Ho smontato la vecchia ghirlanda fatta anni fa con i zenzerini e rimodernarnandoli ho dato loro un aspetto davvero natalizio e raffinato.

Illuminare E pazienza se non riesco a fare tutto. Sono comunque soddisfatta delle cosine che sono riuscita a creare nei ritagli di tempo.

Con qualche piccolo dettaglio illuminare cio’ che mi circonda con la magia del Natale e’ stato un attimo.

Domenica mi sono resa di colpo conto che a Natale manca pochissimo davvero e io sono in ritardo. Con alcuni lavori, i regali, gli addobbi.

La casa, per fortuna, ha acquistato lo stesso un’aria diversa. Mi rifaro’ con l’anno che verra’.

Ci ho provato ad illuminare e donare magia all’ambiente e mi sono resa conto che, come in tutte le cose, ci vuole cuore e pazienza.

E questo sara’ il mio proposito del 2018.

Mi e’ chiaro il cammino che ho intrapreso in me e attorno a me. 🙂

E voi che propositi avete?

Illuminare In questi giorni sulla pagina Facebook di La boite des etoiles mi avete lasciato a bocca aperta.  Non mi aspettavo tanto consenso.

E io vorrei ringraziarvi. Grazie per essere sempre con me nei miei momenti si e nei momenti no, a chi ha scelto una mia creazione da mettere sotto l’albero. Grazie a chi ogni giorno si ferma a salutare.

Perche’ alla fine il bello di gestire una pagina e’ proprio quello di avere la possibilita’ di conoscere persone belle e ricche.

Purtroppo anche di incontrare salamandre… ma io quelle le lascio per strada e vado avanti.

Un abbraccio amiche mie. Siete spettacolari!

Vi voglio bene,

Ale

 

Ghirlanda di perle: video tutorial.

Ghirlanda di perle: realizziamola insieme!

Ghirlanda Venerdì sera ho voluto creare una ghirlanda un po’ diversa.

Sono stata in un negozio qui a Milano che vende perline e tutto quanto occorre per realizzare bijoux e non ho resistito dal comprare alcune perle.

Poi con pazienza ho cominciato ad incollarle sulla sagoma tonda del polistirolo.

Man mano che procedevo ho realizzato un video e scusate ogni tanto l’inquadratura si restringe ma dopo 1300 perle incollate non ragionavo più 😀

Vi lascio il video da guardare:

Per realizzare questa ghirlanda vi occorreranno:

  • 1 base di polistirolo da 20 cm
  • tantissime perle di misure diverse
  • colla a caldo
  • nastro di iuta o quello che preferite

Poi vi servirà tanta tanta pazienza. Ci ho messo circa 5 ore ad incollare tutto  😛

Mi sono innamorata di questo progetto che avevo trovato su Pinterest.

Quelle che avevo visto io erano dei decori per l’albero, piccole ghirlande di creo 10 cm neanche di diametro. A me piaceva l’idea di avere una ghirlanda grandina, elegante che possa stare nel mio salotto per tutto l’anno.

Il fiocco è stato un vero dramma…. tra chi lo voleva in raso e chi rosso o dorato… io l’ho scelto in base al contesto. Il raso non mi piace e comunque avrebbe reso troppo stucchevole e pesante la creazione.

Con le perle potete realizzare tanti progetti: QUI trovate il mio ultimo post con un piccolo addobbo formato con il fil di ferro.

Spero che il video vi piaccia e di riuscire a postare qualche tutorial in più.

Se vi va iscrivetevi al canale :*

A presto,

Ale