Sono arrivate le renne per rallegrare il Natale.

Sono arrivate le renne! Le mie rudoline hanno preso forma anche nella stoffa!

Sono arrivate le renne!

La prima che ho realizzato e’ stata un’impresa titanica!

Cucire questa renna e’ stato difficile quasi quanto il primo angelo Tilda creato.

Un po’ perche’ per quanto io mi butti nel cucito sono sempre un’autodidatta. Non avendo le basi e arrangiandomi non sempre il risultato e’ dei migliori.

La Flo sembra un maialino con i palchi. Che poi… i palchi le hanno solo i maschi non le femmine… disse la tredicenne che convive con me e che dicono sia mia figlia…

Ma suvvia un po’ di fantasia…

Anyway… la renna Flo e’ stata la prima prima prima renna di stoffa se tralasciamo quella sbilenca di Tilda che ho realizzato 3807 anni fa.

Sono arrivate le renne!

Appena finita mi e’ sembrata bellissima. Forse perche’ ci ho lavorato su 3 giorni. Poi con la mente lucida ho incominciato a trovare i difetti: gli occhi piccoli, il naso che sembra un porcellino… il vestito che fa la gobba, troppa colla qui e la’… perche’ il pile e’ maledetto…

Se dovete lavorare il pile… beh allora sappiate un paio di cose fondamentali e di base:

non si incolla facilmente

indurisce alla grande

meglio cucirlo con la taglia e cuci… come il jersey.

Sono arrivate le renne!

Quindi con pazienza e tante, tante… tantissime brutte parole ho realizzato la Betty. E questa non e’ perfetta ma mi piace di piu’ 🙂

Il pile e’ molto elastico e quindi dovete andare piano a cucirlo o rischiate di trovarvi con una cosa informe in mano.

Il naso e’ meglio realizzarlo in pannolenci (alla Flo lo avevo fatto in pile utilizzando uno scarto di Stella) perche’ e’ piu’ stabile e non ha l’aria maialosa. Soprattutto e’ piatto.

Per assemblare i pezzi meglio cucirli a mano che incollarli… perche’ come ho detto sopra il pile e’ difficile da incollare e poi vi rimane una cosa durissima.

Io ho incollato solo le corna e il fiore alla fine.

I fiori con il pile fanno cag… hem… sono bruttini 😛

Ma soprattutto… se dovete cucire le scarpe o i piedi come ho fatto io usate il punto zig zag 😛

Quante scoperte vero? in una sola renna… anzi due.

Ma il bello di creare e’ questo. La passione ti porta avanti e ti fa sopperire alle mancanze.

Poi bisogna sempre vedere cosa uno vuole fare… se volete fare dei vestiti sicuramente le basi le dovete avere. Ma se volete divertirvi… allora va benissimo cosi 🙂

Vi mando un bacione!!!

Ps: la renna Betty e la Flo (come mascotte perche’ e’ bruttarella) vi aspettano l’8 dicembre a Trezzo sull’Adda 🙂