Lussemburgo: Bastel, Ava e la citta’.

Lussemburgo e’ la capitale di una nazione piccola piccola che porta lo stesso nome.

E’ una perla incastonata tra la Germania, la Francia e il Belgio ed e’ nota ai piu’ per essere una capitale finanziaria, un piccolo paradiso fiscale.

Ci vado spesso, almeno una volta al mese e ogni volta lascio li un pezzetto di cuore per aver scoperto una piccola chicca nuova.


Lussemburgo e’ una citta’ dinamica e moderna, radicata nelle sue tradizioni e aperta al mondo.

E’ infatti famosa per aver dato l’opportunita’ a diverse etnie di poter crearsi una vita. Portoghesi, Italiani, Danesi, Lituani, Russi… trovare un vero lussemburghese e’ davvero dura 😀

In questo contesto ho visitao il piccolo mueso della Citta’ che racchiude tutta la storia dalle origini ai giorni odierni.

E’ pazzesco come hanno organizzato questo museo: si scende di due piani i un ascensore panoramico. Il piano da cui si parte e’ tipico settecento con stucchi e intonaci. Poi appare la pietra medievale sino ad essere nel cuore della collina con la pietra nuda. Si parte da qui: Melusina (la sirena del Lux) cantera’ per voi ed e’ l’inizio della storia lussemburghese.

In questi giorni ho fatto visita anche ai miei posti preferiti: Charles Sandwich che prepara panini favolosi e Bastel.

Charles ha aperto un nuovo punto proprio vicino al mio adorato Bastel in angolo tra rue Fort Elizabeth e rue Fort Bourbon.

Ho unito quindi l’utile al dilettevole 😛

Da Bastel (dopo essermi debitamente rifocillata) ho comprato le stoffe e la penna della Sewline (spero di farvi un video presto) e mi sono forzata ad uscire senza comprare lane 😛

Una mia nuova scoperta invece e’ stato Ava. Sono andata in Missione per la Simo e l’ho chiamata con face time (grazie a San Nikolaj che ci ha dato internet ). E’ stato troppo divertente.

Vagavo tra i reparti urlando come una pazza alla ricerca dei colori 😛

Cmq anche qui ho comprato cose e cosine… che vi mostrero’ presto 🙂

Se ne avete la possibilita’ fate un giro in questa splendida citta’. Non solo per i negozi. E’ ricca di storia e di vita. Se ne parla poco e spesso questo piccolo ducato e’ sottovalutato.

E’ vero, si gira in mezza giornata forse a merita davvero. 🙂

Un abbraccio,

Ale

2 pensieri riguardo “Lussemburgo: Bastel, Ava e la citta’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.