Sferruzzando compulsivamente.

Sferruzzando compulsivamente e senza sosta. Ecco cosa mi tiene in piedi in questi ultimi giorni frenetici.

sferruzzando Tra l’influenza che mi sta tormentando da domenica, la preoccupazione per mio suocero in ospedale e la Ele in pieno boom dello sviluppo mi ritrovo a cercare di rilassarmi sferruzzando qualsiasi cosa mi capita a tiro.

Ho iniziato (di nuovo!) il ponchetto per Genny con la lana pelosina Kid Silk della drops. Ho scelto il modello Candyfloss e mi sto dannando a seguire lo schema. Io non capisco… mi sembra di seguirlo scrupolosamente e invece mi ritrovo alla fine che mi manca una maglia. SEMPRE!

Ma come e’ possibile?

Dato che tra due giorni si parte per Terni ho pensato che me lo portero’ dietro. Non si sa mai che io riesca a superare lo scoglio dello schema ( e gia’ temo le diminuzioni). Fortuna che Genny e’ paziente!

sferruzzandoIntanto ho iniziato un altro progetto. Perche’ limitarsi ad uno quando se ne possono fare 4?

Sto sferruzzando un topo questa volta.

Il musetto e’ stato abbastanza facile. Anche se la scelta di usare il cotone al posto della lana non e’ stata felicissima.

Da un lato rimane compatto e ha una resa meravigliosa, dall’altro la poca elasticita’ del filato mi ha fatto sbottare in aramaico sugli aumenti.

Vediamo che esce 😛 nella speranza che sia guardabile.

sferruzzando La Ginetta centenaria e’ stata consegnata e io sono felicissima di aver fatto felice la mia amica e sua zia.

Non sono meravigliose?

Ora devo assolutamente finire il contadinello. Se solo riuscissi ad avere un pochino di tempo per stare alla macchina.

Non ho praticamente orari :/ e questo week end il torneo nazionale ci prendera’ il nostro poco tempo libero.

Ma ce la faro’!

Vi lascio il link al mio ultimo video sui ferri circolari nella speranza che possa esservi utile.

Maglia rasata con i ferri circolari a lavoro aperto.

Clikkate sul link e verrete indirizzati al video 🙂

Lavorare con i circolari e’ abbastanza semplice. Spero di poter ersser di aiuto.

Vi mando un abbraccio,

Ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *