Cena alla Villa Reale di Monza, come nelle fiabe!

Cena alla Villa Reale di Monza in un contesto da favola e’ la serata diversa e insolita per una cena natalizia aziendale.

Cena Quando ho ricevuto la mail di invito quasi non ci credevo quando ho letto la location. Solitamente i posti proposti sono abbastanza anonimi ma questo mi incuriosiva.

Le cucine della Villa Reale ha ricavato delle sale di grande impatto di design al piano terra di questa magnifica Villa.

Io amo poco questo rimaneggiare di antichi ambienti perche’ svalorizzano a mio avviso il contesto storico in cui sono. Anche se, ovviamente, bisogna sempre stare al passo con i tempi.

Preferisco sempre che sia mantenuto l’antico splendore dei fasti che furono.

Non so a cosa corrispondeva questo spazio situato al piano terra della Villa. Probabilmente cucine o magazzino come si usava una volta, con accesso sotto alla scalinata padronale che portava agli ambienti nobili.

A parte l’esserci perse (Paola ed io) un paio di volte non ci aspettavamo la possibilita’ di poter parcheggiare all’interno del cancellone principale.

Siamo arrivate a piedi e la Villa ci ha abbracciate e accolte in tutta la sua maestosita’. La foto non rende ma vi assicuro che era davvero suggestivo.

 I menu proposti erano 3: vegetariano, carne e pesce. Nulla di eccezionale nonostante la mise en place elegantemente sobria.

Io ho scelto la carne e devo dire era discreto. A parte i raviolacci (che non ho fotografato) che erano poco commestibili il resto era buono.

cena Le sale non mi hanno colpito in modo particolare. Non ho fatto foto perche’ mi sembravano davvero spoglie. Come quando si entra in un luogo a lungo disabitato.

Hanno quest’aurea polverosa di finto abbandono con elemento di arredo che puntano al design moderno.

Che dire… sappiamo che a queste cene non si mangia proprio benissimo. Il vino era abbastanza scadente e non tutte le portate azzeccate (il menu di pesce aveva le lenticchie bollite e quello di pesce un merluzzino ospedaliero)  che non mi fa tornare la voglia di sperimentare questo ristorante di nuovo.

Pero’ il luogo e’ talmente bello e suggestivo che se nonaltro gli occhi rimangono appagati dalla bellezza architettonica e dai giardini reali.

Un abbraccio,

 

Ale