Borsa porta pannolini di Alice e il mio swap.

Borsa porta pannolini.

Borsa porta pannolini Finalmente il mio regalo per la mia amica Vale e la sua piccola Alice è giunto a destinazione e posso quindi parlarvi di questo swap.

Come sempre sono in super ritardo perché il termine se non ricordo male doveva essere il 30 giugno… ma tra gli europei e gli stage mi sono come al solito persa via.

Purtroppo il pacchettino di Vale non è mai arrivato e quindi non posso mostrarvi il contenuto ma sono ben felice di farvi vedere cosa io ho mandato a lei.

Valentina è la mamma di Alice che, se non erro, ha 7 mesi circa. Ho pensato di realizzare per loro una borsa porta pannolini che mamma Vale può portare con se quando è in giro con la sua bimba.

Borsa porta pannolini Essendo per una bimba ho utilizzato i toni del rosa sia per l’esterno (con un tessuto Vichy) che per l’interno. Ho realizzato due tasche. Una ha un buco per poter inserire il pacchettino di salviette umidificate sempre utili quando siamo in giro.

L’altra serve per metterci i pannolini. Avrei voluto aggiungere un elastico interno per poter metterci una cremina ma ho pensato che forse poi era troppo.

Borsa porta pannolini Ho imbottito e trapuntato la borsa in modo da renderla soffice soffice. Come chiusura ho optato per un semplice bottone a contrasto  e un elastico tubolare.

Borsa porta pannolini Per decorare la tasca interna ho deciso di cucire un piccolo bottone in legno a forma di cuore. borsa porta pannolini

La trovo un’idea romanticissima 🙂

Ho poi ricamato l’iniziale di Alice per rendere unico il suo porta pannolini. borsa porta pannolini

Sono molto soddisfatta del risultato nonostante abbia dovuto fare e disfare qualche volta per correggere qualche errorino.

La borsa porta pannolini misura 49 cm x 26 cm e le tasche misurano 16 cm x 26 cm. E’ soffice e comodo.

Da oggi è disponibile nel mio negozio Etsy.

Sto pensando di realizzare per questo inverno una serie di cosine per bambini da abbinare alla borsa della mamma.

In questi giorni di vacanza sto pensando di buttare giù le idee man mano che mi vengono con la speranza di riuscire a realizzare tutto quanto.

borsa porta pannolini

Non è super dolce questa borsa pannolini?

Ora ci prepariamo per andare alle terme e rilassarci un pochino.

Vi auguro un buon pomeriggio amiche mie.

Domani spero di farvi un po’ di foto e mostrarvi Bad Radkersburg, il mio angolo di paradiso.

Intanto vi lascio qui l’articolo sui nomi da porta per decorare la cameretta dei vostri bimbi.

Un abbraccio,

Ale

 

 

 

 

 

 

Buongiorno verde speranza!

buongiorno verde speranza

buongiorno verde speranza Finalmente Domenica. Finalmente ci si prepara per andare nella mia tanto amata Austria.

Quest’anno è stato davvero faticoso ammetto. Tra la mia piccola che ha vinto gli italiani, La boite des étoiles che necessita di essere un po’ seguita e un susseguirsi di alti e bassi finalmente anche per noi sono arrivate le vacanze.

E’ un buongiorno verde speranza quello di questa mattina. Un buongiorno carico di tranquillità, di gioia, di impazienza.

buongiorno verde speranza La mia piccola è a Strasburgo per gli Europei con il suo papà. Pur non essendo stata tra le prime il torneo è comunque andato meglio di quanto pensassimo.

Partita dalla posizione nr 72 è riuscita a piazzarsi nelle prime 32 posizioni. Il che è comunque un buon risultato visto e considerato che era il suo debutto in un torneo così importante dove vede coinvolti i migliori giovani di europa.

Essere nella rosa dei perimi 32 di un continente non è poi così male…

Ma dobbiamo ancora lavorare tantissimo. Dopo le ferie si aprirà un nuovo impegnativo anno scolastico e pongistico.

Dobbiamo organizzarci al meglio per poter gestire studio, sport e cucite varie.

Intanto mi godo la tranquillità di questa domenica solitaria. Mi godo casa, preparo le valigie, sistemo un po’ la casa nonostante ancora io non sia in formissima.

 Mi godo il giardino con il suo verde brillante nonostante il caldo torrido. Intanto faccio le mie to do list, i miei buoni propositi affinché ogni giorno sia un buongiorno verde speranza.

L’altro giorno mi è presa un po’ la delusione nel vedere che è sempre più difficile riuscire a farsi notare sui media.

Mi spiace aver reagito bruscamente.

La mia piccolina mi ha dato un grande insegnamento senza saperlo. Parlavamo al telefono e tentavo di calmarla.

Mi ha fatto capire che non ha importanza dove arrivi. Ha importanza quanto ti impegni. Quanto sei determinata. Nel suo caso il risultato è importante ma se non ci metti la passione e a determinazione non vai da nessuna parte.

Mi ha detto: guardami sono partita dal basso con le altre alla 72esima posizione. Sono arrivata alla 32. In un momento in cui non mi sono allenata e ho tante cose nuove.

Ed è vero. Facebook, Instagram, questo blog… sono solo un hobby. E tale deve restare.

Non smettete mai di inseguire i vostri sogni. Comunque vada se siete felici e vi godete ciò che avete anche se avete 3 follower avete in mano tanto.

Elettra mi ha fatto riflettere. Io sono felice perché ci sono amiche che ogni giorno passano a trovarmi e a salutarmi e interagiscono qui sul sito o su Instagram. Ed è una ricchezza unica che non voglio lasciare.

Grazie a voi dunque! Ho riaperto il give away e anche se è piccolo va bene così.

buongiorno verde speranza Vado a preparare le buste con i progetti che voglio portarmi in Austria.

Buona domenica amiche.

Vi voglio bene,

Ale

Give away primo anniversario!

Give away per festeggiare il primo anno insieme!

give away Ciao fanciulle!

Un po’ di tempo fa vi avevo annunciato che avevo intenzione di festeggiare alla grande  il primo anno insieme e ho pensato a due Give Away speciali. Uno adesso e uno piu’ avanti quando rientro dalle vacanze che sara’ un pochino piu’ importante.

Questo sara’ solo l’anticipo perche’ oggi sono felice (vado finalmente in ferie anche io) e ho davvero voglia di festeggiare con voi!

Quale modo migliore di festeggiare se non creare 3 oggetti con le mie tecniche preferite?

Questo Give away coinvolge anche la mia pagina Facebook. 

Fate quindi attenzione alle regole da seguire!

Il premio di questo Give Away sono gli orecchini che vedete qui nella foto! Verdi come la speranza e molto romantici.

Data inizio Give Away: oggi 25 agosto 2017.

Data Fine Give Away: 01 settembre 2017 a mezzanotte.

Estrazione: nella giornata di sabato 02 settembre 2017.

La spedizione del premio avverra’ lunedi 11 settembre 2017.

Regole da seguire:

  1. Iscriversi alla newsletter del sito www.laboitedesetoiles.com e seguire il sito
  2. Mettere il like alla mia pagina Facebook (cliccate sul link)
  3. Su Facebook condivisione pubblica o link della vs condivisione del post relativo a questo articolo
  4. Su Facebook quando condividete o nei commenti taggate 3 amiche
  5. Su Facebook mettere mi piace al post
  6. Su Facebook mettere un commento con scritto: Festeggio 1 anno
  7. Su questo articolo commentare Festeggio 1 anno

Per essere ammesse necessito che come requisiti abbiate:

  1. essere resridenti in Italia
  2.  essere maggiorenni

Vi assegnero’ un nr che potrete vedere nel post su Facebook in quanto lo aggiornero’ in continuazione.

Per l’estrazione usero’ come al solito il sito random.com.

Se la persona estratta avra’ seguito le regole e sara’ idonea ricevera’ questo bel paio di orecchini.

Spero che vi piaccia questa piccola sorpresa e buona fortuna!!

Un abbraccio,

Ale

 

 

Vecchi ricordi da bambina.

Vecchi ricordi

Vecchi ricordiCi sono sapori, odori che hanno il potere di farti affiorare ricordi lontani. Episodi di vita vissuta anni prima. Momenti felici, momenti tristi. Semplici momenti. Piccole istantanee archiviate nella nostra testa.

Ieri sera è successo a me.

Ero da Eataly e gironzolavo tra i vari scaffali curiosando. Questi posti così pieni di barattoli, scatole e cibo mi affascinano sempre.

Cammino senza  un percorso preciso quando mi imbatto in un biscotto che mangiavo da bambina. Ricordo che andavamo a piedi per una mulattiera ad Andrate a comprarli.

Nulla di eccezionale. In fondo ora i torcetti si trovano in qualsiasi supermercato. Ma qualcosa cattura la mia attenzione.

La scatola tonda, trasparente con la scritta colorata. Non sono solo semplici torcetti.

Sono I TORCETTI. Quei Torcetti.

Proprio la stessa marca che mia madre comperava da Italo. La stessa marca che compravo con papà dal panettiere di Andrate.

E mentre sono lì meravigliata ed incredula per questo alimento del mio passato ecco che sento in sottofondo Nada cantare Ma che freddo fa.

Lo so che posso sembrarvi matta.

Ma di botto mi sono ritrovata nella cucina della mia casa in montagna. Nada che canta la stessa canzone dal mangianastri sul camino. Mio padre chino sul fornello a scaldare il latte e mia madre (una sorta di Csaba della Zorza e Bree Van de Camp mixate) che prepara la tavola con ogni bene.

Ricordo le risate, il relax. Ricordo la leggerezza di un’estate passata tra l’Emilia e la montagna valdostana/piemontese.

Le mie scorribande per i prati, la pesca nel torrente. Il mio cane che abbaia.

Eravamo felici.

Ci sono sapori, odori, musiche o immagini che ci ridanno indietro momenti perduti. Memorie ingiallite nascoste dal tempo, dagli eventi nel mio caso non sempre felici e fortunati.

E all’improvviso Fabrizio mi richiama alla realtà. E’ come se mi risvegliassi da un sogno.

Prendo la scatola di torcetti e mi avvio in cassa mentre Nada finisce di cantare. L’attimo è andato via. Chiuso di nuovo nel cassetto della mia memoria.

Sorrido come una bambina a Fabrizio e sono felice.

Felice perché nonostante i miei lutti, le brutture e le cose successe io ricordo i momenti belli e mi sento fortunata.

Non sarà una vita da sogno ma quello che ho mi rende felice.

Siate felici di ciò che avete. Godetevi il presente e ogni momento. I vecchi ricordi sono parte di noi e sono da trasmettere.

Buona notte,

Ale

 

Orecchini con cristalli neri e serata a Milano.

orecchini

orecchini Mentre la mia piccolina sta trascorrendo la settimana a Castel Goffredo per prepararsi agli europei di Strasburgo qui ne approfittiamo per fare i giovani e andare in giro alla scoperta di angoli nuovi e inconsueti a Milano.

Una delle zone che amo è il nuovo quartiere Isola, quello con il “Bosco Verticale” divenuto famoso per il costo esorbitante al metro quadro ma soprattutto per essere la residenza di Fedez.

Devo dire che il quartiere è stato riqualificato veramente bene recuperando antichi edifici valorizzandoli e accostandoli alla parte nuova e moderna.

Milano è una città poliedrica dai mille colori e caratterizzata da volti diversi. Molti si fermano ad osservare il centro, la circonvallazione interna. Insomma le classiche cose del turista: Duomo, Castello, le palle del toro.

In realtà la mia città sta vivendo una seconda giovinezza grazie all’evento di Expo. Strutture nuove dall’aria magica in stile art nouveau spuntano qui e là a tentare di dare un senso alla città industriale per eccellenza.

Stasera abbiamo approfittato del vuoto estivo e ci siamo concessi una pizza superba. Purtroppo il mio raffreddore mi ha un po’ limitata ma insomma sono riuscita a godermi la serata.

orecchini orecchini orecchini orecchini orecchini orecchini orecchini orecchini

Per l’occasione ho fatto un giro con i miei orecchini neri. Ho voluto provare ad indossarli per vedere l’effetto che facevano.

Li adoro. Nonostante siano neri, questi orecchini dall’aria romantica e un po’ gotica illuminano e rendono elegante anche l’outfit più sportivo.

Mi piace il tocco che danno.

Ho usato due cristalli neri in stile swarovski che fungono da fulcro alla “stella” creata con rocailles nere e grigie.

Oggi li ho messi nel negozio Etsy e ho messo anche il bracciale di cui vi ho parlato qs mattina.

Talvolta basta davvero un piccolo dettaglio. Una coppia di  orecchini o una collana.. per illuminare e dare un senso di leggerezza ed eleganza.

Sono davvero soddisfatta del risultato e spero che piacciano anche a voi.

Gli orecchini misurano 5 cm e sono particolari. Mi ricordano quelle stelle di perline che si trovano talvolta sulle statue dei santi.

 orecchini  orecchini  orecchini  orecchini  orecchini  orecchini

Sono in piena vena creativa e sto realizzando un po’ di cose da poter proporre su Etsy quest’autunno e quest’inverno.

Devo però prima realizzare alcuni segnalibri che Francesca mi ha commissionato e devo lavorare ad un fiocco nascita davvero molto particolare. Mi è stato richiesto come tema il Piccolo Principe.

Ce la farò?

Speriamo di riuscire a creare qualcosa di carino e di non deludere le aspettative.

Un abbraccio, buona notte

Ale

Da un vestito a un bracciale: ricicliamo!

bracciale

bracciale Una cosa che amo fare è quella di poter dare una nuova vita alle cose cambiando loro la destinazione.

Al giorno di oggi si sprecano un’infinità di materiali. Non diamo più peso alle cose come si faceva una volta. A me piace recuperare, incastonare ricordi in un qualcosa che può essere riutilizzato. Come ad esempio questo bracciale.

Poco tempo fa sulla mia pagina Facebook ho postato la foto di un vestito della mia bambina che era diventato piccolo e stretto. Un vestitino chiaro ed estivo che sua cugina le ha donato in occasione della cresima.  bracciale

La stoffa morbida morbida e quasi impalpabile e tanti colori che racchiudono l’estate, i tropici e le vacanze.

Così ho pensato a come poterlo riutilizzare e ho avuto diverse idee.

La prima cosa cui ho pensato è stata quella di racchiudere il sole e le vacanze in un bracciale che ravvivi le mie serate.

E ho pensato di lasciarvi il tutorial perché è davvero super facile!

Così anche voi potrete portare con voi una stoffa che vi piace di quella maglietta che amavate ma si è rovinata o di quel vecchio abito chiuso da secoli nell’armadio.

Come sempre prima recuperiamo eventuali bottoni, decorazioni e cerniere.

Per realizzare questo bracciale vi occorreranno:

-1 metro da sarta

-due pezzi di stoffa almeno 20  x 10 cm e uno 20 x 20cm

-nastro in tinta o chiusura decorativa

-pailletes, rocailles, perline, bottoni… tutto ciò che vi viene in mente per decorare

-carta termofusibile

-filo in tinta

-fliselina per applicazioni

-fantasia

Innanzitutto misuratevi il polso in modo da regolarvi con la stoffa e su un foglio disegnate la sagoma del bracciale (un rettangolo se volete farlo semplice).

Tagliate il cartamodello e trasferitelo sulla stoffa. Poi riportatelo sulla carta termofusibile ma in scala un pochino ridotta (io ho lasciato 0.5cm di bordo) per poter avere un margine di cucitura.

bracciale Se la stoffa, come nel mio caso, ha una stampa particolare tenete conto che dovete piegarla in due e dovrete centrare il disegno.

bracciale Stirate la carta termofusibile sulla stoffa. Questo conferirà al bracciale un a lieve rigidità e struttura.

A questo punto piegate il vostro bracciale e ripiegate i bordi cucendo a mano.

bracciale Su un altro pezzo di stoffa riportate mezza sagoma.

Rinforzate usando la flisellina.

Applicate al bracciale i due nastri o la chiusura dopo di che coprite incollando la mezza sagoma.

A questo punto non vi resta che decorare il vostro bracciale a vostro gusto!

braccialebraccialebraccialebracciale

Provate il bracciale mentre lo state lavorando n questo modo avrete un’idea di come verrà.

Io ho applicato dei cristalli, una perla e dei tubetti verdi. Cucite con delicatezza e fissate bene le perline.

E’ un lavoretto semplice 🙂

Spero che questo tutorial vi piaccia. Il bracciale lo metterò su Etsy nel mio negozio assieme agli orecchini. Devo rimpolpare un po’ le inserzioni perché me ne stanno scadendo alcune che non rinnoverò.

Se ti è piaciuto questo bracciale qui trovi il link a un altro bracciale: il capriccio 🙂

Un bacio,

Ale

 

 

 

 

Angelo del bagno. Bath Angel.

Angelo del bagno. Bath Angel.

Angelo del bagno. Bath Angel. Sono molto legata a questa casa, che è quella della mia infanzia. Qui sono cresciuta. Qui ho vissuto i miei grandi dolori, ho fatto le mie battaglie, ho sognato, ho vissuto grandissime enormi gioie.

Abbiamo pressoché lasciato immutata la casa, come l’aveva arredata mia madre. Con gli anni abbiamo solo cambiato qualche dettaglio come il tavolo o la cucina ma sostanzialmente è sempre la stessa casetta in cui son cresciuta.

In questo ultimo periodo ho voglia di rinnovare. Vorrei cambiare alcune cose, alcuni mobili. Forse perché finalmente mi sento cresciuta, mi sento adulta. Forse perché per la prima volta ho il pieno possesso d questa casa.

Dopo una settimana passata a scartabellare libri e segnare tutti i progetti che vorrei fare, dopo una serie di orecchini che sto confezionando per Etsy mi sono finalmente decisa.

Rinnoverò stanza per stanza. O meglio più che rinnovare aggiungo qualche mio dettaglio, mettiamola così.

Sono partita dal piccolo bagno di servizio in taverna. Quello dove mandiamo gli ospiti, quello che usiamo anche come lavanderia. O no credetemi è veramente mignon. Dentro c’è giusto lo spazio pe ri sanitari, la doccia e la lavatrice.

Sostanzialmente è un quadrotto.

Per prima cosa ho deciso di realizzare una targa da porta. Essendo una frana con la pittura ho pensato di creare un angelo da bagno da poter appendere.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.

Così mi sono messa subito all’opera. Come al solito il pattern è di Tilda, il mio brand preferito con quel suo essere stilizzato e nordico.

Per non smentirmi mai anche questa volta ho bisticciato con i capelli della bambolina. Sono comunque contenta della sua capigliatura che da l’idea di essere arruffata e in procinto di fare la sua toeletta mattutina.

Realizzarla è stata piuttosto semplice e questa volta mi sono attenuta abbastanza al pattern originale.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel. Questa volta, però, ho deciso di usare la capocchietta di uno spillo e non il solito dotter e un vecchio fard al posto del solito rossetto che sfumo affannosamente tutte le volte.

Angelo del bagno. Bath Angel.

Il risultato è che la faccina è venuta perfetta. O almeno per me è perfetta.

Ho incontrato qualche difficoltà con la vestaglia. Il pannolenci usato non è dei migliori. Rimane infatti un po’ rigidino. Non so per quale motivo questo angelo da bagno mi ricorda mia nonna con la sua vestaglia rossa.

Non vi dico bugie… il profilo, i capelli, il tipo di vestaglia… mi ricordano lei quando alla mattina metteva su il caffè a mio zio.

Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.Angelo del bagno. Bath Angel.

Le ali sono state trapuntate con punto scritto da me, dopo una battaglia di 10 minuti sono riuscita ad annodare il nastrino per chiudere la vestaglia e le ho messo l’asciugamano sul braccio per dare l’idea che stia andando a lavarsi.

Non è perfetta per indicare il bagno?

Volevo metterle qualcosa tra le mani ma mi sono limitata ad unirle perché altrimenti dava l’idea di essere uno zombie con sta braccia a penzoloni.

Spero vi piaccia il mio angioletto. Io me ne sono innamorata e spero porti fortuna. Sapete che sono un po’ fissata con gli angeli.

E a proposito di angeli… avete visto come ho trasformato la copertina della mia agenda? Qui trovate l’articolo.

Vi auguro la buonanotte o il buongiorno e vi ricordo che potete sempre trovarmi sulla pagina Facebook La botte des étoiles.

angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath angelo da bagno. angel bath

Vi voglio bene,

Ale

Borsa country per la nonna Marisa.

Borsa country

Borsa country Il 30 luglio mia suocera, la nonna Marisa, ha compiuto 70 anni. Non so se è per la piccola crisi del ritrovarsi nell’età dei saggi ma non ha voluto feste né regali.

Siamo comunque usciti a pranzo al suo ristorante preferito  e a sorpresa si è trovata anche suo fratello e la nipote prediletta.

Mentre pranzavamo e chiacchieravamo mi ha chiesto se potevo farle una bella borsa.

Come non accontentarla?

Per lei ho scelto un romantico tessuto sull’azzurro con delle rose di fondo. Un tessuto che a me ricorda la campagna.

Ho pensato di farla bella grande (50×55) perché lei la usa per andare a fare le sue commissioni e dentro ci infila il mondo.

Last 30 jul was granny Marisa birthday. She is 70 now. I don’t know if it is that she’s feeling old but she didn’t celebrate it nor receive gifts. We went out to have lunch at her favorite restaurant and we did as well a surprise as we invited her brother and her favorite niece. While we’re having lunch and talking she asked me if I can make a bag for her. How say no? I chose for her a blue romantic fabric with roses that remind me the country outside. I thought to realize a big bag (50x55cm) as she will use it the she goes to do shopping.

Borsa country Dentro l’ho foderata con un cotone bianco ma non ho inserito tasche perché non ne voleva. I manici sono lunghi 58 cm per poterle permettere di infilare comodamente il braccio e ho aggiunto una chiusura con l’automatico magnetico.

E’ davvero molto semplice eppure la sua semplicità mi ha dato un’idea che spero presto di realizzare. Mi dispiace che non ho potuto fotografarla meglio. Mi ero ripromessa di fare tante foto per mostrarvela qui sul sito ma poi tra i mille impegni è giunto il momento di consegnarla e io ho realizzato solo queste 3 foto.

La nonna si è rifiutata di farsi fotografare ma ha amato la borsa. Mi fa piacere quando regalo qualcosa da me realizzato vedere la gente sorridere.

Inside I used a white fabric but I didn’t add any pocket as she doesn’t want them. Handles size are 58cm long as she can put the bag on her shoulder and i add a magnetic snap. It’s really a simple easy bag but in it simplicity I had some ideas that I hope to realize soon. I’m sorry to not be able t take lot pics of it as I was very busy. The Granny refused to be a model for me but she really loved her bag. I’m always happy when I make people smile with my creations.

borsa countryBorsa country

C’è sempre un qualcosa di magico quando si crea per qualcuno un oggetto. Rendere vivo un pezzo di stoffa o un filo di lana racchiude in se amore e cura verso la persona per cui lo realizziamo. Ho letto da qualche parte che i nostri sentimenti influenzano le cose. Nel senso che se un oggetto viene fatto con amore porta bene e trasmette amore.

Amore o no è sempre magico creare.

There’s always something magical when you create an item for someone. give life to a pice of fabric or yarn gives love and care to the person will receive it. I read somewhere that our feelings influence things. Meaning that if u create with love something this object will give love and protect to who receive it. 
Love or not it’s always magical create.

Il modello della borsa che ho usato è lo stesso della mia borsa estiva di cui ho parlato qui.

Pattern I used for this bag is the same I used for the bag I talked here.

Borsa country

Vi ricordo che su G+ è nata la community di La botte des étoiles dove potete condividere i vostri progetti 🙂

buon sabato

Ale

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi auguro un buon ferragosto.

ferragosto

Per la prima volta dopo tanti anni ci ritroviamo a passare ferragosto qui a casa. Siamo tutti e tre stanchi e aspettiamo con ansia le ferie perché davvero non ce la facciamo più.

Facebook mi ricorda che l’anno scorso abbiamo fatto una gita a Mureck, al vecchio mulino sulla Mur. Quest’anno più che mai la mia amata Austria mi manca da morire.

Ma sono felice perché il motivo per cui abbiamo tardato tanto con le ferie è un un motivo che mi riempie di orgoglio. La mia piccoletta è stata impegnata tutta l’estate con la Nazionale Italiana Giovanile per prepararsi agli europei che si terranno a Strasburgo il 25 agosto.

vi auguro un buon ferragosto, ferragosto a casa, 15 agosto, agosto, grigliata, amici, relax, divertimento, ferragosto a milanoferragostoferragosto

For the first time in these last years we will spend Ferragosto (15 of august) at home, here in Milan. We are really tired and we can’t wait to go on vacation.
Facebook remind me that last year we had a trip to Mureck, visiting the old mill. This year I really miss my beloved Austria. But I am happy as reason we are at home is really important n make me feel proud. My daughter is busy with Italy national team to be ready for Euromini champ in Strasburg next 25 of August.

Così abbiamo deciso di invitare degli amici e i nonni e fare una mega grigliata (siamo in 10) e magari poi nel pomeriggio fare un giretto nei luoghi classici qui intorno.

Ho già preparato il pane e ieri sera ho bollito le patate. Perché per me la tradizione di ferragosto è la grigliata con la Kartoffelnsalad austriaca. Non è che non amo la tradizione italiana anzi… ma solitamente essendo in Austria l’insalata di patate non manca mai.

Questa versione di insalata mi piace un sacco E’ ricca di gusto e prepararla la sera prima per il giorno dopo la rende unica.

Abbiamo deciso di fare una cosa alla buona senza troppi fronzoli perché essendo in 10 non voglio poi buttare il tempo in pulizie.

Prepareremo delle bruschette, del pane all’aglio, la grigliata, l’insalata di patate e poi degli stuzzichini con cui fare aperitivo.

Vi metterò poi delle foto.

ferragostoferragostoferragosto

So we decided to have a party here at home inviting some friends and grilling. Maybe talk a walk in the afternoon here in the country. I already cooked bread and potatoes. As for me tradition is BBQ and Kartoffeln salad. I know it’s Austrian and not Italian but usual we are in Austria for 15 of aug. 
I love this version of salad. It’s so full of taste and if you prepare it the day before it is better.
We decided to do something easy as we are in 10 and I don’t want to spend time cleaning then. We will grill, and have some entrees just to do an aperitivo. I will post you some pics then.

Vi auguro un felice Ferragosto amiche mie. E vi lascio in compagnia di un mio precedente post, se avete voglia di leggerlo.

La novità di questo agosto è che mi piace raccontarvi delle mie pseudo avventure e quindi questo sito rimane come mio diario di bordo 🙂 spero di non annoiarvi troppo. Il tema principale è e sarà sempre la mia creatività ma credo sia naturale e giusto anche che abbiate una parte di me.

I wish u a good ferragosto my friends. And I let you my old post if you want read it.
New of august is that I love talk about my adventures so it will be my blog n diary. I hope to not bore you. I will always talk about my creations and creativity but it’s right also u know a bit of me.

ferragosto

 

 

 

 

Orecchini retrò e nuove idee.

orecchini retrò

orecchini retròSe c’è una cosa che mi rilassa molto è lavorare mentre guardo la tv.

Ammetto che sono molto British in questo senso. Amo poco quella scatola che regala immagini parlanti ma quando c’è Barnaby ecco che mi trasformo nella vecchietta stile cottage con i ferri in mano.

Non so per quale motivo l’Inghilterra eserciti su di me un fascino incredibile. Sarà per la magia che  i libri di Jane Austen ti regala quando immagini i balli, l’amor cortese in un’epoca tutt’altro che romantica.

E proprio pensando a Emma, a Jane, a Emily a tutte le mie eroine varie inglesi che ieri mi è tornata la voglia di giocare con le perline. Ricordo che quando ero piccola mia madre aveva una scatola con perline, bottoni e paillettes e io passavo ore e ore a tirare fuori, infilarle e sfilarle… perché l’idea che avevo in testa non riuscivo mai a realizzarla.

E ancora adesso nonostante siano passati 30 anni provo la stessa magia nello sbarlucicchio della conteria.

If there is one thing that relaxes me a lot is to work while watching tv. I admit they are very British in this  kind of things. I don’t love so much that box that gives you talking pictures but when there’s Midsommer Murders here I turn into old-fashioned cottage style with needles in my hand. I do not know why England has an incredible charm on me. It will be maybe  for the magic that Jane Austen’s books give you when you look at the dances, the romantic love in an age that is far from romantic. And just thinking of Emma, ​​Jane, Emily to all of my various English heroines that yesterday I  wanted again  to play with beads. I remember that when I was a kid my mother had a box with beads, buttons and sequins and I spent hours and hours playing with them trying to create a sort of necklace without results…  And even now, despite the fact that 30 years have passed, I try the same magic for rocailles.

 

Così ho preso dei cristallini che girovagavano solitari e li ho montati in questo paio di orecchini retrò tentando di ricordarmi i vari passaggi. Amo quest’aria un pochino retrò che mi ricordano le dame del passato.

I cristalli sono un color vinaccia che ben risaltano tra le rocailles panna.  Nonostante io sia arrugginita non mi dispiacciono. Che ne pensate?

Ma ne ho di strada qua da percorrere… ho pensato di realizzare qualche orecchino, qualche piccolo bijoux per Etsy o Facebook.

Invece qui vi lascio il link per poter sbirciare ad un altro mio lavoretto con le perline…

Orecchini retrò

 orecchini retrò So I took some beads and i tried to remember how to do. And here you have my earrings. I love their old fashion mood that remind me old ladies from the past. I used red crystals with cream rocailles. Even if it’s really a lot I don’t do bijoux I’m satisfied from results. I like them. What do you think about them?
But I have a lot of work to do, i have to admit. I thought to create again some bijoux for my Etsy shop or Facebook. 

 

orecchini retrò Ho finalmente messo ordine alle idee e creato una to do list ad hoc. Ufficialmente ho iniziato a produzione Natalizia. E non vedo l’ora di mostrarvi tutto. Ho realizzato anche una To do list di cose che posso cucire a mano o creare a maglia in modo da sfruttare le vacanze e mentre mi rilasso alle terme tra un bagnato e l’altro posso andare avanti.

I finally organized my ideas and created a To Do list. Officially I started Christmas production and I can’t wait to show you everything. I also created a to do list of things I can handsew or knit so I can create also during my vacation in September meanwhile I relax to Therme.

Vi auguro un buon lunedì 🙂

A presto Ale