Dal Giappone arrivano i filati NORO.

filati noro

filati noro Spesso quando mi scrivete su Instagram o su Facebook mi chiedete se con questo o quel prodotto mi trovo bene o se consiglio questa o quella cosa etc.

Con i libri che intravedete spesso mi chiedete una recensione o dove li ho presi. Cosi ieri vi ho chiesto se vi sarebbero interessati i pareri sui materiali che uso, i negozi (online e non) che scelgo, i materiali che uso e mi avete risposto che vi piacerebbe. Ed eccomi qui dunque con la mia prima piccola Review.

Prima di partire e’ doveroso dirvi che:

NON SONO PAGATA E NON RICEVO ALCUNA AGEVOLAZIONE, SCONTO O MATERIALE per scrivervi il mio parere. Pago tutto di tasca mia, ordino di persona e se mi piace ci torno se non mi piace lo dico. Quindi e’ la mia personalissima opinione non influenzata per pubblicita’ o benefit.

Oggi vorrei parlarvi di un filato che impazza e amalia nel mondo del web, delle knitters, di ravelry e tutto l’universo della maglia.

Io non compro on line i filati. Preferisco sempre sceglierli dal vivo. Non che io sia una knitter designer super top come Emma Fassio o la Cosciani o chi per loro… non sono poi cosi brava… mi piace solo e mi incanta vedere i gomitoli, sentire quanto sono soffici. Ma la cosa che spesso mi succede e che mi piace e’ che quando li vedo mi arriva l’immagine di cio’ che potrei farne.

Purtroppo i filati Noro qui in Italia li trovate solo on line. O almeno… io non li ho ancora visti in negozio qua a Milano…

E’ capitato che, facendo un giro da Bastel in Lussemburgo, questo inverno io sia incappata in questo particolarissimo filato. E’ stato amore a prima vista!

E io lo trovo perfetto per gli scialli di Emma Fassio.  filati noroO meglio… l’ho visto con la mia mente bacata.

I filati Noro arrivano da molto molto lontano. Arrivano dal Giappone dove il fondatore dell’azienda Eisaku-san controlla, ispeziona e gestisce di persona la produzione insieme al figlio.

Le fibre animali arrivano da aziende bio australiane, dalle Isole Falkland e dal Sud Africa.

Cosa rende i filati Noro speciali? La lavorazione artigianale di un paese che mette cura e amore in ogni dettaglio.

 filati noro Il costo per singolo gomitolo (che solitamente e’ di 50gr) va dai 7 ai 10/12 euro. Dipende ovviamente dalla composizione. Impiegano seta, mohair, lana, alpaca.. tutti materiali di prima qualita’. Ecco quindi il costo non proprio economico.

Io ho scelto il Silk Garden che e’ composto da 45% seta, 45% mohair e 10% lana. La stranezza e’ che pur essendoci il mohair che e’ sofficissimo questo filato risulta un po’ ruvido. Forse perche’ la seta lo e’.

Ecco perche’ io preferisco sempre tastare con mano. Perche’ io mi sono fatta un’idea e invece e’ tutt’altro.

Il costo… io l’ho comprato in Lussemburgo e credo di averlo pagato attorno ai 9/10 euro. Non lo ricordo sono sincera. Ma ne vale la pena. La consistenza e’ unica.

Pur essendo un filato non finissimo e molto rustico (si lavora con i ferri del 4/4.5) dona una consistenza lieve e leggera alla vostra lavorazione.

Se penso ad un termine per definirlo direi che e’ RAW, crudo, rustico, artigianale. Ed e’ per questo che mi piace un sacco. Mi rappresenta tantissimo. Mi piace questa sua rusticita’ e questo suo essere non perfetto, lineare come accade ai gomitoli di solito.

Io lo scialle non l’ho ancora finito ma perche’ io sono cosi… una lumaca. 

Ve lo mostro piu’ avanti. Ma se avete in mente di realizzare uno scialle o una sciarpa speciali… questo filato e’ assolutamente fantastico!

Vi lascio il link del sito dell’azienda: www.eisakunoro.com 

Spero che questa piccola review vi sia piaciuta. Io non sono una del settore. Cio’ che ho imparato l’ho imparato da sola, facendomi esperienza e provando.

Vi mando un bacione,

Ale

filati Noro

 

2 pensieri riguardo “Dal Giappone arrivano i filati NORO.

  1. Letto tutto e devo dire ottima descrizione. Anche se non conosco il filato mi è sembrato di toccarlo. Devo dire che non penso faccia per le mie corde. Ti capisco quando dici che i filati li devi toccare perchè è assolutamente quello che devo fare io. Così come quello cho utilizzato utilmamente. L’ho preso soprattutto per la morbidezza…a differenza dei colori che quando li acquisto li utilizzo subito e porto a termine comunque l’illusteazione, per infilati a me capita come la lettura, se trovo il libro giusto lo divoro idem per i lavori a maglia (ferri o uncinetto), se no altro che lumaca. Ora però mi metti la curiosità: voglio toccare i filati NORO! Guarda un pò che mi combini? 😉😘😚😍😂😂

    1. ah ah ah magnifico che ti abbia fatto venire la voglia di toccarli. Sono molto particolari. Un po’ ruvidini ma davvero sono splendidi e di qualita’. Valgono ogni euro di quello che costano. 🙂
      vabeh dai se lo finisco quando ci vediamo te lo faccio provare ahahahahah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.