Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa.

Spignattiamo insieme: lo sgrassatore fatto in casa. Questa settimana stiamo continuando la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero piano. Questa settimana ci stiamo dedicando alla cucina. IO penso che bene o male siamo tutte organizzate in cucina: pentole con le pentole, piatti con I piatti… un discorso a parte (e  nel mio caso una settimana a parte) sarà invece la dispensa. Dal momento comunque che ci troviamo a svuotare e “declutterare” la cucina approfittiamone per pulirla naturalmente! Oggi quindi vi passo la ricotta per realizzare in casa lo sgrassatore. Pochi sanno che spesso I prodotti acquistati nella

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato.

Un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato. Questa settimana sono proprio Ko. Tra Ele che non sta bene e I coniglietti spilla da realizzare continuo ad addormentarmi ovunque. Talvolta avrei bisogno di 48 ore in una giornata! Girellando qua e là sul web sono incappata in questo piccolo Muffin di Tilda.  Ho pensato che sarebbe stato carino crearlo per decorare casa. E così è nato.un dolce muffin Tilda di stoffa tutto profumato. Non avendo a disposizione le istruzioni non è stato semplice realizzarlo al primo colpo. Ho dovuto fare delle prove e buttare via anche della stoffa. Ma alla

Ocki: piccolo update!

Un piccolo update doveroso! Questa settimana ho scoperto che un’associazione italiana si occupa di fare maglioncini, cappellini e anche le piovrette per I bimbi nati prematuri e collaborano con 55 ospedali italiani. Io continuerò ad aiutare il gruppo lussemburghese di cui trovate il banner a fianco perchè ho preso un impegno con loro e sono certa che le piovrette arrivano a destinazione. A voi però lascio il link di questa associazione: https://cuoredimaglia.wordpress.com/ Ora non avete più scuse! se volete aiutare potete tranquillamente contattare questa associazione che aiuta I bimbi italiani. Anche se sono del parere che I bambini, come gli uomini, le

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina.

Settimana 2: come sistemare e organizzare la cucina. Abbiamo iniziato la settimana scorsa la sfida di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate il post con il piano intero. Abbiamo visto quindi come gestire la posta, l’archiviazione dei documenti e gestire il “centro di comando” ovvero il luogo dove pianifichiamo, archiviamo, gestiamo casa. Questa settimana invece parliamo di un altro fulcro della casa: la cucina, l’organizzazione dei pensile e della dispensa. Devo dire (strano ma vero) che la mia cucina non ha bisogno di essere organizzata: così come è per le mie esigenze va benissimo. Lo stesso non posso dire della

Ocki: un gesto d’amore per I bimbi prematuri.

Ocki: un gesto d’amore per I bimbi prematuri. Avevo programmato un post diverso oggi, sapete che insieme stiamo affrontando un plan per organizzare casa in 10 settimane ma il progetto Ocki a me sta molto a cuore. L’idea di creare questa piccolo piovra e dare una coccola a questi bimbi piccolini che nascono prima del tempo mi piace.Volete dare una mano le info le trovate a lato. Potete anche consultare il sito di Sanne. Oggi invece vi segnalo il video della mia amica Paola del canale Youtube Paolastyle. Paola è stata così gentile di parlare di questo mio progetto sul

Settimana 1: organizziamo la posta e il centro di comando.

Settimana 1: organizzare la posta e il centro di comando. Abbiamo cominciato il progetto di organizzare casa in 10 settimane. Qui trovate l’intero plasn delle settimane. La sfida della prima settimana è quella di organizzare I documenti e quello che le americane definiscono il centro di comando. Abbiamo visto come archiviare I documenti, quali tenere, quali buttare senza ombra di dubbio. Oggi vediamo come creare, gestire e organizzare il centro di comando. Che cos’è il centro di comando? Non fatevi spaventare dal nome che sembra che si debba andare in Guerra! Il centro di comando non è altro che il posto

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri.

Ocki: il polpo per I bimbi prematuri. E’ un pò che non parlo di questo progetto. Un pò per mancanza di tempo tra ping pong e lavoretti vari. Un pò perchè io li sto facendo da sola e sto provando a portare questo progetto benefico anche qui in Italia. Ieri sono stata taggata da Antonella su un articolo apparso su https://www.greenme.it/ e sulla relativa pagina facebook. E siccome il link segnalato non era corretto perchè è vecchio mi sono sentita in dovere di segnalare il link al sito web corretto. Pertanto mi sembra più che giusto fare un piccolo aggiornamento

Settimana 1: organizzare I documenti di casa!

Settimana 1: organizzare I documenti di casa! Ieri ho accettato la sfida di organizzare casa in sole 10 settimane. Quindi oggi si parte con l’organizzare I documenti di casa! Per vedere l’intero piano leggi qui. Spesso mi è capitato divedere a casa di amiche pigne di fogli con cose da pagare o pagate. Chi li butta in un cassetto, chi li butta in un cestino, chi in una borsa… Ma tenere organizzata e archiviata la documentazione aiuta non solo a capire cosa stiamo pagando ma anche le scadenze. E se esce un controllo ritrovate facilmente ciò che serve. Per esempio:

10 Settimane per riorganizzare casa!

10 Settimane per riorganizzare casa! Non so voi amiche mie ma quest’anno l’impegno del ping pong della piccolo Elettra e la mia nuova attività creativa hanno portato a far si che casa sia un vero campo di battaglia. Vero è che passo fuori di casa circa 12 ore e che quando ritorno tra la cena, i compiti e due coccole finisco sempre con il piallarmi sul divano russando sonoramente. Sul divano ieri sera ho realizzato che c’è troppo casino, troppe cose in giro, libri che non leggo, cianfrusaglie che non uso e tutto viene periodicamente accatastato qui e li dove

Sabato piovoso. Rainy saturday.

Sabato piovoso. Rainy saturday. Week end sotto l’acqua a Milano ma questo non mi ha impedito dall’andare nel mio negoziato preferito a reperire la lana per fare i coniglietti. Mi piace fare il giretto al mattino, vedere i negozi del centro paese, fermarmi a prendere la pasta fresca per il pranzo o il pane. Non so è una cosa che mi rilassa.  Abbiamo deciso di prendere dei ravioli alla burrata per pranzo da condire con un sugo semplice di pomodoro. La mia bimba impazzisce per la pasta ripiena. Per una volta niente impegni sportivi, niente levatacce al mattino presto e