Avere una casa in apparenza pulita. How have a fake clean house.

Come avere una casa in apparenza pulita a prova di ospiti improvvisi? How have a fake clean house x unexpected guests?

Sembra che in America sia uno dei video più gettonati su youtube. Ma anche su A casa di Bridget spesso mi avete posto questa domanda.

In realtà avere l’apparenza di una casa ordinata e pulita non è così difficile se seguite alcuni “trucchetti” ogni giorno.

It seems that in America this is one of video requested on youtune. But even on A casa di Bridget you asked me lot of times. Honestly it’s not so difficult keeo your place cleaned and organized if u follow some tricks every day.

1- Tenete pulita e ordinate l’entrata.

L’entrata è la prima cosa che chi vi viene a trovare vede. Entrare e avere un corridoio con borse ammassate o oggetti vari che non centrano nulla da subito l’impressione che casa vostra sia un campo di battaglia.

Alla sera prendete un  cesto o un contenitore e riponete dentro ciò che non centra. Potrete sistemare successivamente gli oggetti che raccogliete ein questo modo l’area risulta subito sgombra. Appendete la borsa e I giubbotti, mettete a posto le chiavi della macchina, gli occhiali da sole. Passate velocemente lo Swiffer o l’aspirapolvere.  L’entrata sarà sgombra e apparirà immediatamente in ordine e pulita.

1. Keep your entrance cleaned and organized!

The entrance is 1st part your guests see. So if u see immediately a mess with bags in every part or your things everywhere it seems a war field! Take a basket and every evening keep inside it everything should be in another place. Put away your bags or jacket, car keys… quickly clean with vacuum or Swiffer. Your entrance will be immediately organized and appear cleaned.

2- Pulite la cucina.

Risultati immagini per cucina disordinata Lo diceva la mamma o la nonna che lasciare I piatti sporchi nell’acquaio fa disordine oltre a non essere proprio sinonimo di pulizia. Se non avete voglia di lavarli riponeteli nella lavastoviglie. Se, come me, non l’avete lavateli. Pulite I fornelli e il piano della cucina. Lavate e asciugate il lavello. Spazzate e lavate il pavimento velocemente. Voilà la cucina ora è perfetta.

2. Clean your Kitchen.

It’s a granny tip: wash your dirty dishes. If u have a dish washer put them on it. If like me u don’t have please wash them. Clean yr fires and sink. Clean floor and voilà yr kitchen is perfect.

3- Arieggiate.

L’aria viziata non fa bene ma da anche l’idea che di “sporco”. Trovate 10 minuti per arieggiare casa. Porta via gli odori e igienizza.

3. Open windows!

Find 10′ to open your windows and change air. This helps a lot with smell!

4- Rifate il letto.

Anche questo è un trucco da nonna. Rifate il letto e subito la stanza avrà un’aria diversa. Se come me uscite presto e non vi va di lasciare gli acari proliferare tirate semplicemente indietro le coperte in modo ordinate e sprimacciate I cuscini. Potrete rifarlo quando rincasate e avete più tempo.

4. Make your bed.

Even this is a granny tip! Make your bed and yr master bedroom appear immediately perfect! If u are like me and you have to go out very early and no time to refresh air simply keep yr sheets behind and your pillows in a right place.

5- Asciugate quando usate il bagno o la doccia.

Io tengo sempre un panno che cambio molto spesso e lo spruzzino con il detergente. Quando uso il lavandino o la doccia spruzzo e  asciugo sempre. Questo mi permette di non avere formazione di calcare e quindi quegli antiestetici segni bianchi sulle parti cromate e da l’idea che sia stato pulito di fino. Questo nn significa che non dovete pulire il bagno…. pulitelo di super fino 2 volte la settimana. Infine con un pezzetto di carta o un panno passate anche l’asse del water.

5. Dry your sink or shower.

I use always a towel and soap to clean fast n dry my sink. Dry also shower when u use it. This avoid limestone scrubs and you have the idea that u just finished to clean your bathroom. ATTENTION!!! It doesn’t means that u have not to clean yr bathroom ;P

6- Sistemate le zone a “vista”.

Per zone a vista intendo quelle parti di casa visibili dai vostri ospiti. Tenetele ordinate, il divano a posto, copertine varie piegate. In questo modo la casa avrà un’idea ordinata e pulita. Ricordatevi che meno oggetti avete in giro più avrete un’idea di ordine.

6. Clean every zone yr guests could see.

Couch, blankets, toys… be sure everything is in a right place.

 

7- Panni puliti, panni sporchi.

Riponete I panni puliti asciutti in una cesta e riponete lo stendino se avete l’abitudine di stendere in sala. Quando avrete tempo potrete piegarli e metterli via. Per I panni sporchi invece riponeteli nell’apposita cesta oppure dentro la lavatrice. Non lasciateli accumulare troppo e soprattutto eliminateli dalla famosa sedia che tutti abbiamo in camera 😛

7. Clean and dirty clothes.

Put your clean clothes into a basket and keep it where yr guests could not see. When u will have time u will keep them in your wardrobe. X dirty clothes use a basket in your bathroom or put them into wash machine. But pls… pls keep free the famous chair of yr room 🙂

E questo è tutto! In questo modo sembrerete super organizzate e se sarete costanti vi occorreranno davvero pochissimi minuti per gestire l’ordine di casa! ma ricordatevi sempre che per avere una cas pulita bisogna pulirla 😛

And that’s all these are my tips to seems superorganized and cleaned. If you will do everyday it will takes really few minutes. But remember if you want a clean house… you have to clean 😛

With love,

Ale

 

 

La frittata senza uova. La farifrittata alle verdure.

Buongiorno ragazze e buon lunedì!

Dato che la foto che ho postato su Instagram e su Facebook della mia cena vi ha suscitato curiosità e mi avete richiesto la ricetta ecco che vi presento la mia farifrittata ovvero la frittata senza uova.

Va detto che io non amo molto I ceci e non sono neanche vegan ma tento sempre di mangiare un pò di tutto e avere equilibrio tra I vari pasti. Insomma in casa vige la regola che si mangia un pò di tutto senza estremizzare. Ma su due cose sono rigida: le verdure e la freschezza dei cibi. A tavola non devono mancare mai: crude o cotte le verdure devono esserci sempre!  E preferisco preparare qualcosa di semplice usando cibi freschi che le cose confezionate dove non so che cosa c’è dentro e spesso sono trattate chimicamente per la conservazione.

Hi girls! Have a good Monday! Yesterday eve  I posted on Instangram e facebook my dinner and lot of people was curios to know receipt of my omelette without eggs.
I have to be honest and say that I don’t really like chick peas and I’m not vegan only I’m trying to eat a bit of everything just to have an equilibrium. But I have 2 simply rules on my lunches: eat veggies as they are important for our body and cook everything fresh. I don’t like buy precooked food as I don’t know what it is inside!
Let’s see the receipt: nothing new as on web u could find bilions receipts about this special omelette but this is my version!

la frittata senza uova. la farifrittata alle verdureMa passiamo alla ricetta! Niente di nuovo sotto al sole: in internet ce ne sono trilioni di ricette per questa frittata speciale ma provando qui e là questa è la mia rielaborazione.

Ingredienti:

150 gr farina di ceci                                                                                     150gr chick peas flour

200 gr circa di acqua                                                                                    200gr water

1 pizzico di sale                                                                                            salt

1 cucchiaino di curcuma                                                                              1 coffee spoon turmeric

1 cucchiaino di aceto di mele                                                                       1 coffee spoon apple vinegar

1/2 cucchiaino di bicarbonato                                                                       half coffee spoon baking soda

verdure varie (quelle che preferite, quelle di avanzo… vedete voi)              veggies you prefer

pepe                                                                                                             pepper

erbe aromatiche                                                                                           rosemary, thyme… what u prefer

In una ciotola mettete la farina di ceci e procedete lentamente ad aggiungere l’acqua. Io vado un pò a occhio. Versatela piano piano fino a che otterrete un composto morbido. Aggiungete il sale, il bicarbonato, la curcuma e per ultimo l’aceto. Mischiate e lasciate riposare almeno 1 ora in frigorifero. Il mio consiglio è quello di prepararla la mattina per cuocerla alla sera.

Al momento di cuocerla federate una teglia di carta forno aggiungete il resto degli ingredienti e cuocete per 20/25′ a 180 gradi in forno 🙂

In a bowl put flour with some water. Proceed slow with water as u have to obtain a soft mixture. Then add salt, baking soda, turmeric and last vinegar. Let mixture in fridge for minimum an hour but better if u make t in the morning and cook it for evening. Then when u are ready to cook it add veggies and last ingredients. Cook in oven for 20/25′ at 180 C degree (356 fdegrees)

Hope u will enjoy! farifr2

With love

Ale

 

 

Buongiorno mondo! Good morning world!

Buongiorno mondo Good morning world!

buongiorno mondo good morning world Stamattina mi sono svegliata con l’intento di fare fruttare al meglio questa giornata senza i miei due rompini che sono impegnati tutto il giorno in un torneo.

Così dopo aver attaccato una lavatrice e chiamato la zia 91enne, espletate le formalità con il tecnico della caldaia che ha finito il lavoro mi sono detta: ok pianifichiamo o non so da dove cominciare.

img_3378

 

 

 

Ma vuoi pianificare senza un caffè? Dal momento che non ho fatto colazione tra il preparare la bambina e tutto il resto mi sono voluta concedere questa mezz’oretta e ho pensato di scrivervi qs post.

La vostra casa sta scoppiano e non sapete come fare?

Tranquille! La To Do List vi salva la vita.

Basta un foglio qualsiasi sul quale scrivere i lavori che dovete svolgere.

Io ho l’aiuto di una signora che 1 volta settimana viene a farmi le pulizie “grosse” e di base. Il che significa: pavimenti, bagni, polvere, balconi, giardino. Senza di lei sarei persa perchè passando 13/14 ore fuori casa tutti i giorni è difficile trovare il tempo per tutto. Rimane il fatto che ovviamente non basta pulire a fondo 1 volta a settimana… la casa va comunque mantenuta.

Ed ecco che io mi organizzo con la mia piccola lista.

I woke up this morning with the intention to do lot of things at home as my 2 are out the whole day for a ping pong competition. So I started my wash machine, called my old old 91yo aunt and I said: let’s plan the day!
But plan with a coffee is better so here I am taking my time without stress. Your place is a mess? Don’t worry To do list save you. You just need a piece of paper where write what u have to do.
I’m lucky as I have a lady who helps me cleaning my place once a week. It means she cleans bathrooms, floors, dust, balconies, patio. Without her help would be a real problem as we spend out of home 13/14 hours. of course it’s not enough clean home once a week, I have to do it everyday. So I’m organized with my list.

Decidete un lavoro grosso per volta. Inutile ammazzarvi di fatica. Oggi ho deciso di sistemare le tovaglie e gli asciugamani.  Poi ho scritto quei lavori che si fanno sempre: rifare i letti, riordinare, i lavori di cucito, il blog… man mano che finisco tiro una riga su ciò che ho fatto.

Semplice no?

Mi domandavo: vi interesserebbero degli articoli su come organizzare e riordinare casa? Un po’ come quando scrivevo sul mio vecchio blog?

Fatemelo sapere con un commento o con un messaggio sulle mie pagine Facebook:  La boite des étoiles e A casa di Bridget dove oltre a ciò che è creativo parlo di come sopravvivere al proprio disordine!

Decide 1 big work x time as it’s not useful work hard with many big works. For today I will re organize and declutter towels. Then I will do usual works: beds, clean some hotspot, sew, my blog. Once I finish a work I will cancel it from my list!
Easy no?
I would ask: could be interesting for you if I write some articles about how reorganize and declutter your place? Let me know with a comment or contacting me on my FB pages: La boite des étoiles and A casa di Bridget or writing me a mail at alessia@laboitedesetoiles.com.

With Love

Ale

Star bene con se stessi a quasi 40 anni.

Risultati immagini per star bene con se stessi Buon mercoledi ragazze belle!

Stavo riflettendo ieri sera prima di crollare a letto addormentata di quanto I vari social influiscano sulla nostra vita. Guardavo l’ennesimo video su YT dove un’eterea e delicata fanciulla mi delucidava su quanto è buono l’hot dog vegano fatto con la carota al posto del wurstel.

Premesso che porto rispetto per ogni scelta di vita e quindi non voglio entrare nel merito del vegano vegetariano frutariano o marziano che sia… ma un hot dog fatto con la carota… perchè?

Voglio dire devo prendere la carota, pulirla e arrontodarne le estremità per dare l’idea di un wurstel e metterla a marinare in salsa di soia e X erbe per farle prendere il colore e, non lo so, il sapore della salsiccetta. Devo bollirla come il wurstel e schiaffarla nel panino con ketchup e senape. Mmm… (perplessa).

Quello che io veramente non capisco è il perchè dover richiamare l’idea dei cibi tradizionali: spezzatino di seitan, ragù di tofu, mozzarisella, formaggio non formaggio… Che poi ragazze ma sapete quante idee gustose vegan ho trovato senza ricorrere a questi travestimenti? Un esempio ieri: un roll fatto con pesto pomodorini e avocado. Mi stavo mangiando anche il piatto!

Dalla carota/wurstel mi sono messa a riflettere sul fatto che oramai viviamo in funzione di ciò che la gente ci dice attraverso blog o youtube o che ne so. Consigli di bellezza, yoga, fitness, alimentazione…. e tu sei lì come un pirla che ti affanni per truccarti con l’ultimo ombreto Neve rigorosamente bio o con quel rossetto Mac che ti cascassero le labbra è talmente bello che non puoi uscire senza, mangi intrugli improbabili perchè fanno bene e sono salutari e bevi le acque multivitaminiche… ma multivitaminiche di che?

Io mi alzo la mattina arruffata. Tento di stiracchiarmi anche se spesso me lo dimentico. Sveglio la mia bambina e la contemplo nella sua perfezione. Non è imitando le youtuber o mangiando estremizzando le cose che fa stare bene. E’ semplicemente stare bene con se stessi. Gioire delle piccole cose che ogni giorno ti circondano. Apprezzare le cose buone che si ricevono: un salute, un abbraccio, un sorriso inaspettato.

Curarsi fa bene. Mangiare sano fa bene. Ma fa bene anche concedersi uno strappo alla regola ogni tanto se si ha voglia di mangiare un wurstel pur sapendo che dentro c’è la fogna.

Stare bene con se stessi a quasi 40 anni, a 20, a 50… si può fare. Accettandosi per come si è, coccolandosi e ridendo sempre.

A chi mi dice che a 40 anni non ho una ruga o che dimostro 10 anni di meno rispondo che un pò è genetica, un pò è culo e un pò è ironia 🙂

Have a good day Girls!

Ale

 

Buongiorno!

Risultati immagini per colazione shabbyBuongiorno mie belle amiche!!!

Come avete passato il vostro we? Il mio è stato molto tranquillo. Ho cucinato perchè avevo ospiti e poi ieri mi sono riposata tutto il giorno! Dopo due settimane che corro in giro sono avevo proprio bisogno di staccare e non fare nulla.

Ne ho approfittato per pianificare la settimana perchè sono un pò indietro con I vari lavori.

Mi rendo conto che il tempo spesso mi fugge di mano.

Devo cominciare a lavorare sulle cose di Natale ma devo prima finire un nome da porta e la famosa giostrina da culla che giace abbandonata. Devo realizzare delle cosine per Etsy e finalmente aprire il mio negozietto.

Il problema è che lavorando a tempo pieno e passando la vita ad aspettare Elettra a ping pong è veramente dura concludere qualcosa.

Good morning my Beautiful friends!

How was your  we? Mine was really quiet and lazy. I cooked for some friends came for dinner and yesterday I was lazy whole day! I really need to rest after my last 2 weeks very busy.

Yesterday I also planned my week as I have to finish some works.

Sometimes I realized that time runs really very fast.

I have to start and think about Christmas but before I have to finish everything I started during my vacations. Then I have to make something for my Etsy shop and finally open it!

Working whole day and spending time waiting Elettra at ping pong it’s really hard.

Questo post è solo per augurarvi una buona settimana. Grazie a chi passa a leggere le mie sproloquiate, a chi lascia un commentino perchè davvero mi fa piacere.

Vi voglio bene!

This post is only to wish you a wonderful week. Thanks to who comes to read my thoughts and to who leaves a comment as I really like it.

I love you!

ALe

Kal: facciamo una coperta insieme. Mattonella 1.

Ciao fanciulle!

E’ un po’ che non posto nulla ma sono stata super presa con il lavoro. Ma finalmente ecco le istruzioni per realizzare la prima mattonella della nostra coperta.

Non sto a parlare su come mettere i punti, il dritto e il rovescio perché do per scontato che lo sappiate. Nel caso invece volete delucidazioni fatemelo sapere nei commenti.

coperta maglia knitted blanket Pronte? Partiamo!

Per questa prima mattonella utilizzerò un gomitolo di lana rossa da 50gr  della Mondial che ho avanzato da un maglioncino fatto per la mia bimba. Si lavora con i ferri del 5 / 5.50 mm.

Come sempre (se non siete pigre come me) fate un campione prova 10×10 per vedere quanta lana vi occorre.

Hi Girls!
I am sorry as i was so busy at work that unfortunately i didn’t had time to post something before! But finally here I am with pattern of our 1st square.
I don’t talk about how cast stitches or how to purl or knit as i think you are already abe to do it but in case u need some explanation please write me a comment or a mail and I will be happy to help u.
Ready? Let’s start with our project.
For this 1st square I decided to use a red yarn from Mondial and you can work with 5 /5.5 mm needles (Us: 8 Uk: 6). First of all (if you are not lazy like me) knit a sample of 10×10 just to see how many yarn u need.

Il punto che andremo ad utilizzare fa parte dei punti tessuto e si chiama Punto Pulviscolo. I punti tessuto offrono un abbona trama per realizzare capi pesanti come un cappotto o una giacca. A me piace perché rimane compatto e credo sia perfetto per una coperta.

Dovete montare un numero di maglie pari più le due del vivagno. Nel mio caso ho montato 42 maglie (40+2). coperta maglia knitted blanket 1 ferro:  * 1 maglia a rovescio, passate il filo sul dietro del lavoro e passate una maglia a rovescio, filo davanti*

2 ferro e tutti i ferri pari: rovescio

3 ferro *filo dietro, passate 1 maglia a rovescio, passate il filo sul davanti, maglia a rovescio*

5 ferro: riprendete dal ferro 1

img_3336

This work remind a fabric work and it’s useful to knit jackets or coats but I find it’s also nice for our blanket. In Italian It is called Punto Pulviscolo (I’m sorry but I really no idea on how is in English).

Cast on  even nr stitches (in my case I casted 40 sts) plus 2 sts for selvedges.

1: *purl, yarn like u have to knit (but don’t knit)  and slip 1 purl sts, yarn on yr right side and purl*

2 and even: purl

3: *yarn as u have to knit (but don’t knit) and slip 1 purl sts, yarn on yr right side and purl*

5: start again from 1

It’s really easy I hope u could understand my explanation as sorry It’s 1st time I write a knit pattern in English. In any case pls feel free to ask me.

Aspetto le foto della vostra mattonella 🙂

I’m waiting to see your 1 st square 🙂

With love

Ale